Pro14: Zebre, fallito l’esame Edimburgo

Finisce 26-10 per gli ospiti un match che le Zebre giocano in attacco e superiorità numerica, fallendo le azioni decisive dell’incontro

Pro14 Zebre Edimburgo

Pro14: Edimburgo batte le Zebre – ph. Massimiliano Carnabuci

Zebre e Edimburgo non hanno molte finalità residue in questo Pro14, ma mettono di fronte sul campo l’ambizione di essere l’una migliore dell’altra dopo una stagione che le ha viste simili sotto tanti aspetti.

La prima frazione sorride soprattutto agli ospiti, nonostante siano le Zebre a fare e disfare la maggior parte delle cose sul rettangolo di gioco.

Segnano per primi gli scozzesi dalla piazzola, ma Canna pareggia al quarto d’ora al secondo tentativo verso i pali. Poco dopo, in una delle azioni più propositive dei padroni di casa, il pallone viene perso in maniera sciocca e un po’ incomprensibile dal drive avanzante.

Edimburgo attacca, calcia e sfrutta la grave indecisione di Canna e Bellini sul pallone alto per impadronirsi dell’ovale e mandare Mark Bennett a segnare la meta del vantaggio: 3-10.

Zebre che dimostrano una buona attitudine difensiva, anche se con un po’ di indisciplina, ma con un attacco asfittico, che non riesce a rendersi pericoloso con continuità, perdendosi dopo un certo numero di fasi.

A questi problemi si aggiunge la sostituzione forzata di Renato Giammarioli, uno dei migliori in campo, colpito fortunosamente al volto da Pierre Schoeman. In campo entra il nuovo acquisto Potu Junior Leavasa.

Nella ripresa, dopo neanche 4′, arriva finalmente la reazione delle Zebre. Prima Meyer e Canna mettono grande pressione a Mata su un calcio lungo, quindi Leavasa fa tutta la confusione che serve nel punto d’incontro per per costringere gli scozzesi all’errore, annullando l’ovale e concedendo la mischia a cinque metri.

Dalla mischia le Zebre attaccano vicino con Boni, poi caricano con Kearney che, aiutato dai compagni del pacchetto, sfonda fin oltre la linea: è pareggio, 10-10.

Il mediano di apertura van der Walt riporta i suoi avanti 4 minuti dopo dalla piazzola, e allunga ancora al 53′ per portare Edimburgo a +6.

Le Zebre provano a replicare con una bella azione alla mano, combinando con tutti i trequarti subito dopo l’ingresso di Antonio Rizzi per un Carlo Canna non illuminante. Edimburgo è costretta al fallo e le Zebre vanno in rimessa laterale ai 5 metri: il drive funziona, ma il portatore viene tenuto alto in area di meta.

Sulla mischia che segue la difesa scozzese resiste ancora, ma commette un nuovo fallo: WP Nel si prende un cartellino giallo, Sisi chiede ancora mischia invece di prendere i 3 punti da sotto i pali,

La hybris delle Zebre non paga: dopo un primo calcio di punizione, gli italiani giocano fuori, con Rizzi che viene preso da un gran placcaggio frontale avversario e perde il pallone. Sulla mischia ordinata seguente, calcio per Edimburgo e palla in tribuna, attacco sfumato.

Al minuto 69 il numero 23 di Edimburgo Taylor placca alto Antonio Rizzi e si becca un cartellino rosso. Le Zebre non godono di un doppio vantaggio, ma giocheranno tutti gli ultimi 20 minuti in 15 contro 14.

Nel finale, però, segnano solo gli ospiti: Jaco van der Walt, con il calcio di punizione decisivo per vincere l’incontro, Jamie Farndale con la meta d’intercetto a tempo scaduto che apre il divario importante fra le due squadre.

26-10 per gli ospiti il risultato conclusivo: tutto il match si è infine giocato in quel momento intorno al sessantacinquesimo minuto, quando con un giocatore in più i padroni di casa hanno fallito gli attacchi decisivi per riportarsi avanti nel punteggio.

Zebre: 15 Michelangelo Biondelli, 14 Giovanni D’Onofrio, 13 Federico Mori, 12 Tommaso Boni, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Renato Giammarioli, 7 Johan Meyer, 6 Maxime Mbanda, 5 Mick Kearney, 4 David Sisi (c), 3 Giosuè Zilocchi, 2 Luca Bigi, 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Marco Manfredi, 17 Daniele Rimpelli, 18 Eduardo Bello, 19 Leonard Krumov, 20 Potu Junior Leavasa, 21 Joshua Renton, 22 Antonio Rizzi, 23 Jamie Elliott

Marcatori Zebre
Mete: Kearney (44)
Trasformazioni: Canna (44)
Calci di punizione: Canna (15)

Edimburgo: 15 Jack Blain, 14 Jaime Farndale, 13 Mark Bennett, 12 Chris Dean, 11 Eroni Sau, 10 Jaco van der Walt, 9 Henry Pyrgos (cc), 8 Viliame Mata, 7 Hamish Watson, 6 Luke Crosbie, 5 Grant Gilchrist (cc), 4 Jamie Hodgson, 3 WP Nel, 2 David Cherry, 1 Pierre Schoeman
A disposizione: 16 Mike Willemse, 17 Sam Grahamslaw, 18 Simon Berghan, 19 Nick Haining, 20 Magnus Bradbury, 21 Charlie Shiel, 22 Nathan Chamberlain, 23 George Taylor

Marcatori Edimburgo
Mete: Bennett (35), Farndale (80)
Trasformazioni: van der Walt (35, 80)
Calci di punizione: van der Walt (5, 48, 53, 73)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Zebre, parla Roselli: “Tra cambiamenti e precarietà non è stato facile, eppure sta nascendo un’eccellenza”

Il tecnico romano saluta la franchigia emiliana, con cui ha collaborato complessivamente per 6 stagioni

item-thumbnail

URC: le Zebre imbrigliano a lungo Glasgow, poi nel finale passano gli scozzesi

La franchigia ducale gioca una partita di spessore, ma non basta per ottenere la vittoria in trasferta

item-thumbnail

URC: Zebre, ultimo atto. A Glasgow per finire con orgoglio

La preview della gara che chiude la stagione della franchigia di Parma

item-thumbnail

Le ultime Zebre della stagione: la formazione per Glasgow

Luca Morisi capitano per l'ultima della gestione Roselli

item-thumbnail

Zebre Parma: bollettino ufficiale su Lorenzo Pani

Il trequarti sarà costretto a stare fuori molto a lungo

item-thumbnail

URC: gli highlights di Zebre-Scarlets

Tutte le azioni principali della sfida del diciassettesimo turno