Galles: Jake Ball a fine stagione lascerà la nazionale e gli Scarlets

L’avanti farà ritorno in Australia per ricongiungersi con la sua numerosa famiglia

Jake Ball

Un primo piano di Jake Ball durante l’ultimo Galles-Italia al Sei Nazioni 2020 (Ph. Sebastiano Pessina)

Per Jake Ball è arrivato il momento dei saluti: il seconda linea infatti, al termine della stagione 2020/2021, lascerà il Galles, la nazionale dei Dragoni e gli Scarlets per tornare in Australia e ricongiungersi alla sua famiglia.

Dopo nove stagioni di club e sei di nazionale, impreziositi da 49 caps (molti dei quali al fianco di capitan Alun Wyn Jones), l’avanti classe 1991 ha deciso così di congedarsi da questa avventura: “E’ stata una decisione difficile da prendere – ha commentato Jake Ball – ma l’ho presa in ottica familiare”.

“Mio figlio Max (l’ultimo di quattro bambini) è nato un mese fa e, se non tramite Zoom, non ho ancora avuto l’opportunità di vederlo, così come per gli altri tre figli e mia moglie Christie”.

“Quello che è successo ha inevitabilmente condizionato la mia scelta, anche perchè fra protocolli e bolle nell’ultimo anno è stato sempre più difficile aiutare mia moglie che per fortuna è tornata in Australia dove è riuscita a trovare sostegno nei suoi cari”.

“Rappresentare il Galles, il mio paese, e gli Scarlets è stato un onore una cosa indimenticabile. Un piacevole ma enorme sacrificio”.

Leggi anche, Il Galles torna a casa: riecco il Millennium Stadium

Il rapporto fra Jake Ball e gli Scarlets 
Nato ad Ascott, in Galles, ma trasferitosi poi a 16 anni in Australia con l’ambizione di diventare un giocatore di cricket, Jake Ball ha poi capito che il rugby sarebbe stato il suo sport così nella Terra dei Canguri ha cominciato ad allenarsi coi Western Force prima di fare il viaggio inverso e tornare nei suoi luoghi natii: “Degli Scarlets ho dei ricordi fantastici – ha ammesso con molta commozione – la vittoria nel Pro12, ma non solo. E’ impossibile dimenticare la loro chiamata, quando ero poco più che un ragazzo nel centro d’allenamento dei Western Force. Non ho rimpianti per la carriera fatta qui e per quella fatta con la maglia del Galles: ho disputato due Coppe del Mondo e vinto un Sei Nazioni col Grande Slam. Mi auguro solo che prima della mia ultima partita qui possa rivedere e salutare i tifosi al Parc y Scarlets”.

A far capire la grandezza del percorso compiuto dal giocatore ventinovenne, ecco arrivare le parole del numero uno degli Scarlets Glenn Delaney: “Jake è stato meraviglioso: un ragazzo eccezionale, un esempio per il gruppo sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello dell’esempio dell’aiuto per i giovani. Rispettiamo la sua decisione e i sacrifici che ha fatto per la famiglia”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Springboks e All Blacks: l’idea di due tour completi fra Sudafrica e Nuova Zelanda

Le nazionali più titolate del mondo stanno cercando un accordo per il futuro

item-thumbnail

Test Match estivi: l’Inghilterra perde una pedina importante per il tour in Giappone e Nuova Zelanda

Steve Borthwick affronterà gli impegni di giugno e luglio con alcune assenze di rilievo

item-thumbnail

Gatland ha rivelato che c’è “una porta aperta per il ritorno di George North in Nazionale”

Il tecnico ha detto che valuterà le condizioni della leggenda gallese, che potrebbe concedersi un'altra "Last Dance" dopo il finale deludente di Cardi...

item-thumbnail

Sudafrica, Rassie Erasmus: “Pronti a ripartire. Ci attende un 2024 intenso”

Il tecnico degli Springboks carica i suoi in vista di un calendario fitto di impegni

item-thumbnail

Anche Hugo Keenan verso il Sevens olimpico

L'irlandese si unisce al già nutrito contingente di giocatori che passano temporaneamente al rugby a sette

item-thumbnail

Galles, altri guai per Gatland: Anscombe rifiuta la convocazione e Sheedy si fa male di nuovo

Il tecnico dovrà sfidare Sudafrica e Australia con una mediana ridotta all'osso