Autumn Nations Cup: torna Matiashvili nella Georgia per l’Irlanda

L’esperto estremo è uno dei sei cambi di Levan Maisashvili in vista del match di Dublino

Georgia: Soso Matiashvili placcato – ph. Sebastiano Pessina

La Georgia sfiderà l’Irlanda per la sola quinta volta nella storia domenica pomeriggio all’Aviva Stadium di Dublino.

Nelle precedenti occasioni la vittoria è sempre andata alla compagine in maglia verde, e tutti i pronostici per la gara di questo fine settimana sono indirizzati a determinare di quanto possa perdere la squadra ospite, senza incertezze sul risultato in termini di vittoria o sconfitta.

D’altronde quello che questa Georgia è in grado di portare alla competizione lo abbiamo visto nel corso delle prime due giornate: se anche ci sono stati dei miglioramenti nella partita contro il Galles, il gap verso le migliori è pressoché incolmabile.

Levan Maisashvili, il commissario tecnico della nazionale caucasica, sta lavorando per ricostruire un gruppo che si trova in mezzo a un ricambio generazionale ancora non completato. Anche per questo sono di nuovo molti i cambi che ha operato alla formazione titolare in vista della gara contro l’Irlanda.

Nella linea arretrata tornano Soso Matiashvili, l’esperto estremo che è anche uno dei giocatori dotati di maggior talento nella backline georgiana, e l’ala Tamaz Mchelidze, altro elemento con un bagaglio di lunga data: vincerà il suo 60esimo cap.

Nel pacchetto degli avanti quattro cambi: Shalva Mamukashvili rimpiazza Jega Bregvadze in prima linea, Nodar Cheishvili e Lasha Jaiani compongono una seconda completamente rinnovata, mentre Tornike Jalagonia completa il reparto di terza linea con i due Beka, Sakinadze e Gorgadze, quest’ultimo l’elemento di maggior spicco dell’intera formazione.

In panchina due possibili debuttanti: Mikhel Alania, fresco di 20esimo compleanno, sarà il rimpiazzo di Lobzhanidze a mediano di mischia, mentre il 18enne David Niniashvili può giocare estremo, ma anche ala. In generale, i backup rappresentano le nuove leve della Georgia: 6,5 caps di media, due esordienti e solo due giocatori oltre le 10 presenze.

Georgia: 15 Soso Matiashvili, 14 Akaki Tabutsadze, 13 Giorgi Kveseladze, 12 Merab Sharikadze, 11 Tamaz Mchelidze, 10 Tedo Abzhandadze, 9 Vasil Lozhanidze, 8 Beka Gorgadze, 7 Tornike Jalagonia, 6 Beka Saginadze, 5 Lasha Jaiani, 4 Nodar Cheishvili, 3 Beka Gigashvili, 2 Shalva Mamukashvili, 1 Mikheil Nariashvili.
A disposizione: 16 Giorgi Chkoidze, 17 Lexo Kaulashvili, 18 Giorgi Melikidze, 19 Giorgi Javakhia, 20 Mikheil Gachechiladze, 21 Mikheil Alania, 22 Demur Tapladze, 23 David Niniashvili

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rassie Erasmus: “Pur di giocare contro i Lions siamo disposti a qualsiasi cosa”

Il responsabile tecnico degli Springboks esprime il suo punto di vista sulla vicenda

18 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

British & Irish Lions: petizione popolare, con richiesta di rinvio del tour al 2022

I tifosi si schierano dalla parte della storia itinerante della selezione, senza dimenticare l'indotto turistico sudafricano

13 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Joel Stransky: “Cancellare il tour dei Lions sarebbe un disastro”

Lo storico numero 10 degli Springboks vede un futuro nero per l'atteso scontro tra Sudafrica e Lions

item-thumbnail

British & Irish Lions: e se il Tour del 2021 contro il Sudafrica si disputasse “in casa”?

La clamorosa ipotesi è al vaglio: da valutare ci sono incastri economici, logistici, sanitari, finanziari e tecnici

item-thumbnail

Gareth Anscombe è tornato ad allenarsi dopo 17 mesi d’assenza

Il trequarti gallese sembra vedere la luce infondo a un tunnel fatto di buio e di infortuni

item-thumbnail

Tour dei Lions a rischio rinvio? Si decide entro febbraio

Tante implicazioni in vista dello scontro coi Campioni del Mondo. Ecco il nuovo possibile calendario se i Lions non giocassero quest'estate