Sei Nazioni: la formazione della Scozia che fa visita al Galles

Due grandi ritorni: quello di Hogg come capitano e quello di Russell come apertura titolare

Sei Nazioni_finn russell_Scozia

Finn Russell tornerà in campo da titolare nel recupero di questo Sei Nazioni – ph. Sebastiano Pessina

E’ una Scozia dai grandi ritorni quella che si prepara a fare visita al Galles in uno dei tre recuperi in programma relativamente alla quinta giornata del Sei Nazioni 2020.

Gregor Townsend infatti, head coach della Nazionale del Cardo, ha scelto di affidarsi in larga parte a giocatori con grande esperienza in vista del duello coi “Dragoni”, che si terrà sabato dalle ore 15 italiane (diretta tv su DMAX e in streaming su Onrugby) al Parc y Scarlets di Llanelli.

Fra i trequarti Stuart Hogg, a cui sono affidati i gradi di capitano, ricoprirà il ruolo di estremo avendo ai suoi lati due ali come Graham e Kinghorn e davanti a lui una coppia di centri costituita da Harris e Lang, con la cerniera mediana composta dal rientrante Finn Russell e Ali Price.

Fra gli avanti invece la prima linea vedrà scendere in campo il terzetto Sutherland-Brown-Fagerson, con il duo Cummings-Gray in “sala macchine” e la combinazione Ritchie-Thomson-Watson negli spot da flanker e numero 8.

In panchina, chiamati a dare il loro apporto a partita in corso, vi saranno infine 5 avanti 3 trequarti: McInally, Kebble, Berghan, Toolis, Cornell du Preez e Steele, Hastings e Duhan van der Merwe.

Sei Nazioni: il XV del Galles per la sfida alla Scozia

“E’ fantastico poter inserire nella propria formazione elementi di esperienza come Stuart (Hogg), Finn (Russell) e Jonny (Gray). Siamo contenti anche di quello che ha fatto Blade Thomson nelle ultime settimane, visto che Matt Fagerson ha subito un infortunio e non sarà disponibile”.

“Col Galles ci aspettiamo una battaglia fisica, una partita che chiuda questo lungo Sei Nazioni dandoci l’opportunità di arrivare pronti e con grande fiducia verso l’Autumn Nations Cup”.

Scozia 15 Stuart Hogg (c), 14 Darcy Graham, 13 Chris Harris, 12 James Lang, 11 Blair Kinghorn, 10 Finn Russell, 9 Ali Price, 8 Blade Thomson, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Jonny Gray, 4 Scott Cummings, 3 Zander Fagerson, 2 Fraser Brown, 1 Rory Sutherland
A disposizione:16 Stuart McInally, 17 Oli Kebble, 18 Simon Berghan, 19 Ben Toolis, 20 Cornell du Preez, 21 Scott Steele, 22 Adam Hastings, 23 Duhan van der Merwe

Italia-Inghilterra (sabato 31 ottobre, ore 17.45), e tutti gli altri recuperi del Sei Nazioni 2020, oltre che su DMAX e DPlay saranno visibili anche in diretta streaming su OnRugby. Quindici minuti prima del calcio d’inizio troverei in homepage la notizia contente il player per poter vedere la/le diretta.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni 2021, Francia: la nazionale finisce sotto inchiesta del Ministero dello Sport

Oltralpe scoppia il caos, mentre si pensa a come poter terminare il torneo

item-thumbnail

Sei Nazioni 2021, Galles-Inghilterra: Pascal Gauzere ha ammesso di aver sbagliato sulle mete gallesi

Il fischietto francese Pascal Gauzere ha analizzato, insieme ai suoi superiori, quello che è successo nel primo tempo della sfida di Cardiff

item-thumbnail

Sei Nazioni 2021: la meta di Meyer è in lizza come “Try of the Round”

La corsa vincente del terza linea è nella short-list delle migliori mete dell'ultimo turno del torneo

item-thumbnail

Alun Wyn Jones e la Triple Crown: l’ennesimo gesto nobile di una leggenda ovale

Il capitano dei Dragoni si è reso protagonista di un comportamento di grande esempio per tutti

item-thumbnail

Irlanda: chi è Craig Casey, che strappa lodi a Sexton e stava tra le braccia di Stringer

Il giovane mediano di mischia ha impressionato nei 18 minuti giocati: respira rugby fin dall'infanzia

item-thumbnail

Francia, Laporte: “Fabien Galthié ha lasciato la bolla”

L'head coach a Parigi per una partita del figlio dopo la gara con l'Italia, FFR sotto pressione