Benetton Rugby, le parole di Steyn fra Ulster e Leinster

Il terza linea fissa gli obiettivi in vista del difficile match del prossimo fine settimana

braam steyn benetton rugby

Benetton Rugby: si va a caccia della primo successo stagionale (Ph. Ettore Griffoni)

Quando a parlare è Braam Steyn in casa Benetton Rugby si mettono tutti sull’attenti. L’avanti, che veste ormai la maglia biancoverde dal 2015, è uno dei leader della franchigia veneta e al sito ufficiale dei “Leoni” ha raccontato le sue impressioni a cavallo fra la prima partita e la seconda partita del Pro14 2020/2021.

La sconfitta patita contro Ulster a Belfast brucia, ma dall’altra parte c’è la voglia di esordire fra le mura amiche contro Leinster cercando di mettere in grande difficoltà i campioni in carica: “Abbiamo fatto una buona analisi della partita fatta contro Ulster –  fa sapere il terza linea del Benetton Rugby – e abbiamo notato che ci sono stati tanti piccoli momenti in cui siamo stati poco precisi. Non possiamo permetterci di perdere così spesso il possesso, quindi questo è un punto su cui stiamo lavorando in vista del match contro Leinster“.

Poi prosegue argomentando sui Dubliners: “Sappiamo che Leinster è una squadra di alta qualità, però per noi è importante lavorare su noi stessi. La preparazione è fondamentale, ognuno deve essere sicuro del suo lavoro e di quello che gli è richiesto. Se ognuno di noi è preparato possiamo andare a fare una partita di qualità“.

Una panoramica sul rapporto con lo staff del Benetton Rugby e sugli obiettivi personali: “Chiaramente è fondamentale che lo staff ti dia fiducia, ma prima di tutto devi credere in te stesso come giocatore e così puoi portare buoni risultati. Quest’anno voglio migliorare molto, partendo dalla base di quello che ho fatto negli ultimi anni che per me è il minimo e devo essere un giocatore di qualità più alta. Non posso giocare partite senza fare sentire la mia presenza, la mia fisicità. Per me questo è fondamentale e voglio migliorare ancora di più la mia prestanza fisica in campo“.

Infine chiude esprimendo il suo parere sulla presenza dei tifosi allo stadio per il match di sabato prossimo: “Siamo molto contenti di avere 1.000 spettatori a Monigo, per noi è un bel momento poter tornare a giocare di fronte al nostro pubblico, alle nostre famiglie e ai nostri amici. Senza di loro noi non siamo niente e facciamo tutti parte di una grande famiglia, di una grande squadra. Siamo contenti e non vediamo l’ora“.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton, Negri e Menoncello post-partita: «Delusi, ma il gruppo ha carattere»

Le parole di due protagonisti del match contro gli Ospreys

item-thumbnail

Video, URC: gli highlights di Benetton-Ospreys

Altalena emozionale a Monigo, con i gallesi chela spuntano nel finale

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “Bisogna imparare a gestire meglio le partite per non trovarci sempre spalle al muro”

L'head coach di Treviso Marco Bortolami analizza in conferenza stampa la sconfitta contro Ospreys fra rammarico per il risultato e soddisfazione per i...

item-thumbnail

URC: contro gli Ospreys Benetton illude, sprofonda e risorge, ma non basta

Bellissima partita a Monigo: finisce 29-26 per i gallesi grazie a un calcio di Myler nel finale

item-thumbnail

URC: la preview di Benetton-Ospreys

Due squadre con molte cose in comune: entrambe vogliono tornare a vincere. Calcio d'inizio alle ore 16:05

item-thumbnail

Benetton: la formazione dei Leoni che attende gli Ospreys a Monigo

Tante novità nei Leoni che attendono i gallesi e vanno a caccia della terza vittoria stagionale nello URC