Le Fiamme Oro presentano la loro accademia ovale

Un progetto dedicato ai ragazzi del centro sud Italia per affiancare la crescita personale a quella sul campo da rugby

Le Fiamme Oro lanceranno la loro accademia ovale ph. Ettore Griffoni

Le Fiamme Oro lanceranno la loro accademia ovale ph. Ettore Griffoni

Il prossimo autunno verrà lanciata l’accademia del rugby delle Fiamme Oro, una struttura e un sistema dedicato ai giovani atleti dai 15 anni in su provenienti da Regioni del Centro-Sud Italia che, attualmente, non hanno la possibilità di sfruttare strutture federali nel Mezzogiorno del Paese o che non sono stati ricompresi all’interno dei progetti della Federazione Italiana Rugby.

Leggi anche: Gli ultimi aggiornamenti dal mercato del Top12

L’accademia, che sarà ospitata nella caserma “Stefano Gelsomini”, è inserita all’interno del progetto “Italian Rugby&Legality Junior Academy”, e vuole porsi come un affiancamento ai progetti federali, nei confronti del movimento che caratterizza da sempre la mission delle Fiamme Oro. Il suo scopo principale sarà, oltre a quello di formare atleti di livello, anche quello di permettere a ragazzi che vivono in situazioni difficili e ai limiti della legalità, di trovare nello sport l’occasione per allontanarsi da realtà pericolose. Questo avverrà presentando ai giovani atleti un progetto di vita a 360 gradi, che comprenderà la componente sportiva del rugby, ma anche un percorso serio di studio e di vita in generale, tagliato su misura su ogni singolo ragazzo.

Leggi anche: Le Fiamme Oro annunciano Craig Green come allenatore per il prossimo Top12

Per quanto riguarda il reclutamento degli atleti avverrà inviando gli allenatori che avranno in cura l’Academy, ad effettuare un’attività di vero e proprio scouting nelle regioni alle quali è dedicato il progetto. Una volta scelti i ragazzi reputati più interessanti, questi saranno invitati a svolgere dei work-out presso la struttura di Ponte Galeria, oppure a partecipare, come ospiti, ai camp di specializzazione delle Fiamme. Qui per una settimana verranno valutati dallo staff dell’Academy seguendo dei parametri ben precisi, che non riguarderanno solo le qualità fisiche e tecniche, ma anche quelle caratteriali, vero e proprio focus di tutto il progetto. Questo nell’ottica di creare non solo degli ottimi giocatori di rugby, ma soprattutto dei cittadini migliori, fornendogli tutti i mezzi necessari a questo scopo. Gli atleti vivranno nella foresteria della Caserma “Gelsomini”, che funzionerà come un vero e proprio campus all’interno del quale i giovani atleti potranno contemporaneamente studiare e praticare lo sport che amano, vivendo il mondo della Polizia di Stato.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rugby Viadana: dal mercato arrivano altri due giocatori in prima linea

Gialloneri sempre attivi sul mercato. Ingaggiati i due piloni Enzo Gentile e Thomas Sassi provenienti dai Medicei

10 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Mogliano: colpo Piva in mediana, in arrivo anche un nuovo pilone argentino

Va sempre più completandosi la rosa dei veneti

9 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: mercato, i cambiamenti ufficiali nelle rose del torneo

Grandi movimenti nella prima settimana di agosto

9 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Valorugby, Roberto Manghi: “Ambiamo ad essere la miglior società d’Italia”

Alla vigilia della ripresa degli allenamenti, abbiamo parlato con l'head coach degli emiliani

9 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Petrarca: dal mercato arrivano un estremo inglese e un talento italiano

Doppio colpo per il club veneto che rinforza il reparto arretrato

8 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rugby Viadana: continua la marcia d’avvicinamento al Top12

I lombardi stanno lavorando molto sulla parte fisica

8 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12