Ralepelle: “Il sistema ha fallito con i giocatori di colore, in Sudafrica”

L’ex Springboks, recentemente squalificato per doping, si è espresso su un tema delicato, sulle colonne di Rapport

Sudafrica Ph. Sebastiano Pessina

Recentemente squalificato per otto anni – anche se potrà ricorrere in appello – per l’assunzione di sostanze dopanti, l’ex tallonatore degli Springboks Mahlatse “Chiliboy” Ralepelle ha parlato al giornale sudafricano Rapport del suo punto di vista sulla differenza di pressioni che ci sono tra i giocatori bianchi e quelli di colore nel sistema sudafricano, sottolineando come le cose siano decisamente più complesse per quest’ultimi.

“Tutto inizia quando il giocatore deve spostarsi dalla campagna per entrare in una grande scuola. Questo passaggio richiede già adeguamento, figurarsi poi quando gli atleti vengono selezionati per team ancora più grandi, e lì la pressione lievita. Se un ragazzo non è preparato a questo, e non si tiene conto del suo passato, questa cosa potrebbe avere l’impatto di una bomba atomica su di lui”, spiega Ralepelle, che trae poi delle conclusioni nette e forti.

Leggi anche: Maxime Mbanda nominato Cavaliere al merito della Repubblica

‘Il sistema (del rugby in Sudafrica), da questo punto di vista, ha fallito con i giocatori neri. La trasformazione di questo sistema ha fallito. Se vogliamo cambiare questa situazione, il sistema deve cambiare”. Cosa fare? Secondo l’ex giocatore internazionale – dodici anni con il numero 2 del Sudafrica sulla schiena – bisogna guardare agli USA, ed al loro sistema scolastico.

“Un ragazzo deve andare in Università e prepararsi per la vita, possibilmente assicurandosi una laurea e giocando per il team dell’ateneo. Non è affatto il massimo, ad una certa età, essere contrattualizzato da squadre esterne alla scuola. Si tratta di un qualcosa che porta sul ragazzo – che deve performare al meglio per un club – pressioni pesanti”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Il calendario, gli orari e la formula del Rugby Championship 2024

Ordine delle partite un po' particolare, ma Sudafrica, Argentina e Australia sono pronte a mettere in discussione il dominio degli All Blacks

16 Aprile 2024 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Un campione del mondo con gli All Blacks diventa capo allenatore delle Fiji

Scelto il successore di Raiwalui, che portò gli isolani ai quarti del Mondiale 2023

16 Aprile 2024 Emisfero Sud
item-thumbnail

Australia: Joe Schmidt vorrebbe cancellare ogni divieto di convocare chi gioca all’estero

Il tecnico dei Wallabies vuole aprire ulteriormente le porte ai giocatori australiani, compresi possibili eleggibili

13 Aprile 2024 Emisfero Sud
item-thumbnail

Ian Foster pronto per una nuova panchina dopo la delusione mondiale

Disoccupato dalla finale di Rugby World Cup, l'allenatore neozelandese sta per riprendere in mano la sua carriera

9 Aprile 2024 Emisfero Sud / Altri tornei
item-thumbnail

Super Rugby: risultati e highlights della settima giornata

Primo dei tre turni con 4 sole gare in programma, i Blues prendono la guida della classifica

8 Aprile 2024 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Un campione del mondo torna a giocare in Sudafrica

Il giocatore springbook ha rescisso il suo contratto con un "mutually agreement" con l'attuale club

6 Aprile 2024 Emisfero Sud