ProD2: Nonu, Michalak, Dominici e Fall tutti insieme appassionatamente a Beziers?

Il club del sudovest francese ha ricevuto un’offerta da un fondo d’investimento degli Emirati Arabi Uniti che promette grandi acquisti

ph. sebastiano Pessina

Che ci fa uno dei più grandi All Blacks di sempre in compagnia di tre internazionali francesi di diverse epoche in quel di Beziers, città di 70mila abitanti nel sud-ovest del paese transalpino? E’ presto detto.

Il Beziers Herault, club di fama e tradizione del rugby francese, vincitore di undici campionati nazionali, è in questi giorni al centro delle cronache ovali per l’offerta arrivata da una fondo d’investimento degli Emirati Arabi Uniti, disposto a pompare grandi liquidità nelle casse del club, che milita da qualche stagione in ProD2, la seconda divisione del rugby francese.

Il rappresentante numero uno della cordata è Cristophe Dominici, ex ala dello Stade Français e della nazionale, che se l’affare andasse in porto sarebbe quindi alla guida del nuovo, ambizioso progetto.

Leggi anche: Sara Tounesi giocherà in Francia nella prossima stagione

La cessione del club, però, è per il momento bloccata. Martedì mattina la dirigenza del club occitano ha annunciato il rifiuto dell’offerta degli emiri per rilanciare con un nuovo e più profondo coinvolgimento di Louis-Pierre Angelotti, attuale azionista principale e imprenditore del mondo immobiliare, e con l’affidamento delle redini a René Bouscatel, in precedenza presidente dello Stade Toulousain.

Deluso, Dominici ha risposto con un intervento in diretta televisiva, nella zona degli impianti sportivi di Beziers, di fronte a un gruppo di tifosi della squadra, circa un centinaio. L’ex trequarti dei Bleus ha quindi estratto un foglietto di carta, per leggere una lista dei giocatori che, a suo dire, avrebbero già dato l’okay per trasferirsi a Beziers nel caso il club venga ceduto ai nuovi proprietari.

Ma’a Nonu, Semesa Rokodoguni, Marika Koroibete, Matias Alemanno, Benjamin Fall: ci sono questi altisonanti giocatori nell’elenco proposto da Dominici, che ha poi lasciato intendere che Frederick Michalak lo raggiungerebbe nell’avventura, investito del ruolo di direttore sportivo del club.

Se si tratti di una boutade o di ferrea realtà non è per il momento dato sapere, ma il Beziers potrebbe essere il primo club del mondo del rugby interessato da un investimento di una cordata con finanziatori provenienti dai paesi della penisola araba, come accade già da qualche anno nel calcio, con alterni risultati in termini di successo sportivo, economico e commerciale.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news. Dai uno sguardo anche alla nostra pagina Instagram, sempre ricca di spunti

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

MLR: Matt Giteau ancora sulla cresta dell’onda, un altro anno a LA

A 39 anni la stella dei Wallabies giocherà un'altra stagione ai Giltinis, campioni in carica del campionato nordamericano

25 Gennaio 2022 Emisfero Nord
item-thumbnail

Challenge Cup: Zebre-Worcester Warriors 26-36, gli inglesi si impongono a Parma

Gli emiliani cedono ai britannici conquistando comunque il punto di bonus offensivo

22 Gennaio 2022 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Francia: verso il pass vaccinale per accedere agli stadi, anche per gli atleti esteri

Misure in essere verosimilmente già dal Sei Nazioni 2022

17 Gennaio 2022 Emisfero Nord
item-thumbnail

Top 14: il Bordeaux va in fuga, Perpignan vince la sfida salvezza a Biarritz

Dieci squadre su quattordici in campo nella quindicesima giornata. Ai box Tolosa, Montpellier, Tolone e La Rochelle

11 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Premiership: prima sconfitta in stagione per Leicester, prima vittoria da aprile per Bath

Marcus Smith scatenato e decisivo contro Exeter, in un massimo campionato inglese che ha regalato valanghe di emozioni nell'ultimo turno

11 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Premiership