Mundialito ad inviti nel 2021: una nuova fantasiosa proposta dall’Inghilterra

Un torneo in stile Rugby World Cup, per raccogliere fondi utili per combattere la crisi economica

sudafrica rugby world cup 2019

ph. Sebastiano Pessina

Nelle ultime settimane, sul pianeta di Ovalia, pullulano idee e proposte, con diverso gradiente di attuabilità, tutte caratterizzate dalla volontà ed al tempo stesso dalla necessità di far ripartire il rugby.

Ripartire in senso lato, sia per quanto concerne il mero ritorno in campo – per velocizzare il quale, World Rugby starebbe lavorando a nuove regole temporanee -, che per quanto riguarda l’aspetto economico delle federazioni in giro per il mondo, tutte – in grado diverso – colpite dalla crisi causata dall’impatto dell’emergenza sanitaria.

Leggi anche: Quiz: quanto conosci la Coppa del Mondo?

In tal senso, in queste ore è rimbalzata dall’Inghilterra, lanciata dal Telegraph, l’ipotesi – sottoposta a World Rugby e RFU da Francis Baron, ex chief officer della federazione inglese -, che in realtà appare piuttosto complessa e fantasiosa, di un torneo inedito in stile Coppa del Mondo (16 squadre invitate, tra cui l’Italia, e 31 partite complessive), da disputarsi tra Regno Unito ed Irlanda, tra giugno e luglio 2021, con conseguente slittamento del tour sudafricano dei Lions – già in bilico – all’anno successivo.

Il torneo, che potrebbe avere il nome di “Coronavirus Cup of World Rugby”, si dipanerebbe nell’arco di sei settimane e dovrebbe generare, secondo i piani di Baron – che fu una delle persone chiavi nell’organizzazione del Mondiale 2015 – un giro d’affari attorno ai 250 milioni di sterline. Un ricavato di peso, che, nel caso, verrebbe distribuito tra le Union partecipanti, per aiutarle a fronteggiare la crisi con più armi a propria disposizione.

“La chiave per lanciare questo torneo sarà quella di ottenere il sostegno delle federazioni dell’emisfero sud, le quali, tuttavia, stanno tutte affrontando un periodo caratterizzato da complesse sfide finanziarie. Si tratta di un piano audace e ambizioso per raccogliere grandi quantità di nuovi contanti da cui saranno i principali beneficiari. La RFU dovrebbe assumere una posizione di leadership e proporre alle altre Union più importanti e a World Rugby di organizzare un torneo speciale, unico. Tutto il denaro raccolto da questa competizione servirebbe, e verrebbe utilizzato, per mantenere vivo il gioco del rugby in tutto il mondo”, ha dichiarato Francis Baron al Telegraph.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Le 10 persone più influenti ad Ovalia per Rugby World Magazine

In vetta Siya Kolisi, capitano degli Springboks campioni iridati 2019

7 Luglio 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

5 talenti che avremmo potuto vedere al mondiale Under 20

Scelti fra coloro che non abbiamo già visto nello stralcio di Sei Nazioni under 20 contro gli azzurrini

29 Giugno 2020 Rugby Mondiale / JR Rugby World Cup
item-thumbnail

Matt Giteau a Los Angeles?

Per i media australiani è fatta: un anno in più per il centurione australiano che aveva annunciato il ritiro a fine stagione

28 Giugno 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: tutte le cifre del più grande evento sportivo dell’anno scorso

Una Coppa del Mondo vinta soprattutto fuori dal campo. Impatto eccezionale del turismo

24 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Test match: Giappone, Fiji e Sei Nazioni, come potrebbe essere il prossimo novembre

E come invece dovrebbe funzionare il calendario internazionale da approvare entro agosto

24 Giugno 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rassie Erasmus ha lottato silenziosamente per la propria salute durante la Rugby World Cup

L'ex Munster non ha voluto che i media distogliessero l'attenzione dalla squadra, mantenendo privata la faccenda

21 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup