Super Rugby: ecco il XV statistico della squadra neozelandese del decennio

Il meglio di Crusaders, Hurricanes, Chiefs, Highlanders e Blues per un team da sogno

Ph. Sebastiano Pessina

Con l’attività ferma in ogni angolo del globo, il momento ovale diventa propizio per guardare a ciò che è stato negli ultimi mesi o addirittura anni. Molte leghe quindi si stanno divertendo, avvalendosi dei dati statistici, a stilare le migliori formazioni per ogni singolo criterio utilizzabile.

Dopo i XV proposti dal Pro14, nei quali figurano anche giocatori di Zebre e Benetton, anche il Super Rugby ha lanciato la sua iniziativa mettendo sul piatto una line-up statistica dedicata ai giocatori delle squadre neozelandesi dell’ultimo decennio.

Leggi anche: Maxime Mbandà inserito nel XV dell’anno nella Conference A del Pro14

Ne è venuta fuori una formazione composta da 6 giocatori degli Hurricanes, 4 giocatori dei Crusaders, 2 giocatori dei Chiefs, 2 giocatori degli Highlanders e 1 uno dei Blues.

Un “dream team” nel quale spicca la stella di Beauden Barrett, nella consueta posizione di mediano d’apertura, eletto anche come miglior giocatore neozelandese del decennio. Andiamo però a scoprire tutto il resto della squadra.

15 Ben Smith (Highlanders) = 1314 palloni portati avanti per un totale di 8859 metri guadagnati: più di ogni altro nell’ultimo decennio di Super Rugby.

14 Waisake Naholo (Highlanders/Blues) = 45 mete segnate nell’ultimo decennio di Super Rugby, il terzo giocatore neozelandese del periodo preso in esame.

13 Anton Lienert-Brown (Chiefs) = L’unico secondo centro a realizzare più di 50 clean break, sono 57 per la precisione.

12 Ngani Laumape (Hurricanes) = Nessun primo centro ha segnato tanto come lui: 43 mete. A questo aggiunge 231 difensori battuti e 51 offload riusciti

11 Julian Savea (Hurricanes) = Sono addirittura 50 le mete segnate per lui, che è anche uno dei tre giocatori ad aver guadagnato più di 7.000 metri i 1.108 portate

10 Beauden Barret (Hurricanes) = Sono 1.238 i punti segnati per lui, ovviamente numero record tra i mediani d’apertura. A questi aggiunge ben 60 assist decisivi per mete altrui, oltre alle sue 34 marcature pesanti

9 T.J. Perenara (Hurricanes) = Secondo miglior realizzatore di mete neozelandese (55), ha guadagnato più metri rispetto a qualsiasi suo pariruolo (3.445) aggiungendoci anche 115 clean breaks

8 Kieran Ried (Crusaders) = Sono 3.131 i metri guadagnati con 892 portate, entrambi numeri record per il suo ruolo. Uno dei due giocatori ad aver fatto più di 800 placcaggi (841 nel suo caso), oltre all’immenso carico di leadership che ha sempre messo in campo.

7 Ardie Savea (Hurricanes) = Secondo per clean breaks (84), difensori battuti (219) e assist da meta (22) tra tutti gli avanti negli ultimi 10 anni di Super Rugby

6 Brad Shields (Hurricanes) = Sono ben 722 i placcaggi messi a segno per lui, ai quali aggiunge 59 turnover vinti, 43 offload riusciti e 36 clean breaks

5 Brodie Retallick (Chiefs) = In seconda linea nessuno ha i suoi numeri: 694 portate, 1.565 metri guadagnati, 60 offloads, 81 difensori battuti. Tutto questo nell’enormità di 7.898 minuti giocati

4 Sam Whitelock (Crusaders) = Record di rimesse laterali vinte (367) e ben 51 rubate agli avversari. Sono addirittura 1.053 i placcaggi messi a segno

3 Jeff Toomaga-Allen (Hurricanes) = Palla in mano sa essere tremendo, visti i 501 metri guadagnati, decisamente tanti per un pilone. Non a caso i difensori battuti sono 41, un numero che nessuno nel suo ruolo può vantare

2 Codie Taylor (Crusaders) = 338 portate per 1.157 metri guadagnati, nessun tallonatore ha i suoi dati. Ben 13 assist decisivi per delle mete ai quali aggiunge 542 placcaggi messi a segno

1 Wyatt Crockett (Crusaders) = Sempre presente, ha giocato 7.097 minuti come nessun altro. Secondo per mete segnate (9) e placcaggi messi a segno (729) tra i suoi compagni di ruolo.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il ritorno in campo di Ma’a Nonu (e Hosea Gear) in un contesto unico tutto neozelandese

La leggenda degli All Blacks ha giocato in un match di Heartland Championship, divertendosi come un bambino il giorno di Natale...

19 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

L’infinito Ma’a Nonu torna in campo a 39 anni. E con lui un altro ex-All Black…

Sabato ci saranno due debutti molto particolari nell'Heartland Championship, con il centro che è tornato a una condizione...

14 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

La redenzione di Quade Cooper

Il mediano d'apertura racconta del suo ritorno fra i Wallabies e di come è stato tornare in campo a livello internazionale

11 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

All Blacks: il capitano Sam Cane è tornato in campo dopo sei mesi

Il terza linea ha giocato quasi un'ora in un match dell'Heartland Championship. Ecco la sintesi e le sue parole

9 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

In Nuova Zelanda sono preoccupati per la salute di Sam Cane

Le condizioni del terza linea sono sempre sotto la lente d'ingrandimento. Si solleva il tema dell'essere capitano

7 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

Rugby Championship 2021: ecco il XV del torneo secondo Planet Rugby

Quade Cooper "si prende" la maglia come miglior apertura della manifestazione

5 Ottobre 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship