Sei Nazioni 2020: Galles-Francia è già decisiva

Al Principality Stadium, kick-off alle 17.45 per una sfida attesissima

Sei Nazioni 2020 – Galles (ph. Sebastiano Pessina)

Il kick-off di Galles-Francia, gara valida per il terzo turno di Sei Nazioni 2020, è in programma quest’oggi (ore 17.45) al Principality Stadium di Cardiff. La partita, però, remake del quarto di finale mondiale, in quel di Oita, vinto dal Galles 20-19 (i dragoni si sono imposti in 7 degli ultimi 8 confronti) e caratterizzato dal cartellino rosso a Sebastien Vahaamahina, è già iniziata, in un clima rovente, nel corso della settimana.

Il pilone gallese Wyn Jones, martedì in conferenza stampa, infatti, ha accusato la mischia avversaria di “barare” in chiusa al momento dell’ingaggio, andando a spingere intenzionalmente verso l’interno, scatenando la reazione inviperita dello staff tecnico francese e surriscaldando l’attesa già infuocata di un match decisivo, con tutte e due le compagini ancora in corsa per il titolo del Sei Nazioni 2020.

I padroni di casa del Galles (5 punti, terza posizione), reduci dalla sconfitta amara in casa dell’Irlanda (in seguito al largo successo sugli azzurri, all’esordio), necessitano di una vittoria per tornare nelle zone nobili della classifica e ritrovano il miglior Gareth Davies in cabina di regia, desideroso di imporsi nella battaglia stellare tra numeri 9, contro il dirimpettaio Antoine Dupont. Chance importante, dall’inizio, anche per Ross Moriarty, oltremodo convincente dalla panchina, nelle prime due uscite, chiamato a portare la sua energia in terza linea sin dal 1′.

La Francia del grande ex Shaun Edwards – nuovo coach della difesa dei galletti – si presenta in Galles da capolista, a quota 9 punti, grazie ai due trionfi interni con Inghilterra ed Italia. Partite che hanno evidenziato i pregi, ma anche i difetti del rinnovato corso transalpino, con il team di Galthiè, che, per pensare ad un colpaccio esterno, dovrà dimostrare di poter mantenere lo stesso standard prestativo, sia in attacco che in difesa, visto nei primi 55′ contro gli inglesi, per tutti gli 80′. Test probante, in tal senso, anche per i due giovani mediani Ntamack-Dupont, messi nel mirino dalla difesa in rosso, e chiamati a performare al meglio anche sotto pressione, lontano dalle mura amiche dove, con il vento in poppa, hanno saputo esaltarsi, palesando invece qualche fisiologica crepa nei momenti di tempesta.

Le parole delle guide tecniche alla vigilia dell’incontro

“Dobbiamo iniziare bene, perché nelle prime due gare siamo stati un po’ lenti a uscire dai blocchi, quindi da quell’esperienza dobbiamo ripartire per metterli in difficoltà. Nei momenti con grande pressione, nulla vale come l’esperienza. Abbiamo alcuni giocatori che sono stati in queste situazioni complesse, negli ultimi anni, e hanno sempre dimostrato di poterne uscire da vincitori. Sappiamo cosa serve per la sfida contro la Francia”, ha spiegato Wayne Pivac, capo allenatore dei dragoni.

“La Coppa del Mondo è il passato. Oggi ci concentriamo sui nostri punti di forza attuali, su un diverso metodo di lavoro. I nostri giocatori si sono evoluti ed è un’altra storia. Andremo a Cardiff per essere rispettati, andremo al Principality Stadium per mostrare chi siamo. Vogliamo che il rugby francese sia rispettato”, ha dichiarato Fabien Galthiè, head coach dei galletti.

Italia – Scozia e Galles – Francia (come tutte le partite del Sei Nazioni) oltre che su DMAX e DPlay saranno visibili anche in diretta streaming su OnRugby. Quindici minuti prima del calcio d’inizio troverei in homepage la notizia contente il player per poter vedere la/le diretta.


Le formazioni di Galles-Francia – Sei Nazioni 2020

Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 George North, 13 Nick Tompkins, 12 Hadleigh Parkes, 11 Josh Adams, 10 Dan Biggar, 9 Gareth Davies, 8 Taulupe Faletau, 7 Justin Tipuric, 6 Ross Moriarty, 5 Alun Wyn Jones (c), 4 Jake Ball, 3 Dillon Lewis, 2 Ken Owens, 1 Wyn Jones
A disposizione: 16 Ryan Elias, 17 Rob Evans, 18 Leon Brown, 19 Will Rowlands, 20 Aaron Wainwright, 21 Tomos Williams, 22 Jarrod Evans, 23 Johnny McNicholl

France: 15 Anthony Bouthier, 14 Teddy Thomas, 13 Virimi Vakatawa, 12 Arthur Vincent, 11 Gael Fickou, 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont, 8 Grégory Alldritt, 7 Charles Ollivon (c), 6 François Cros, 5 Paul Willemse, 4 Bernard Le Roux, 3 Mohamed Haouas, 2 Julien Marchand, 1 Cyril Baille
A disposizione: 16 Camille Chat, 17 Jean-Baptiste Gros, 18 Demba Bamba, 19 Romain Taofifenua, 20 Dylan Cretin, 21 Baptiste Serin, 22 Matthieu Jalibert, 23 Thomas Ramos

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

OnRugby Relive: Italia v Irlanda, Sei Nazioni 2013

Gli azzurri chiudono il Torneo 2013 ospitando l'Irlanda. Rivediamo dalle 15.00 la storica sfida dell'Olimpico

item-thumbnail

Il giocatore preferito di Eddie Jones e altre curiosità

Ad esempio: l'episodio più divertente della sua carriera, la vittoria più importante con l'Inghilterra e uno sguardo al Sei Nazioni

item-thumbnail

Joe Marler verso il ritiro?

Il pilone inglese starebbe pensando di chiudere la carriera

item-thumbnail

Il Principality Stadium diventerà un grande ospedale da campo temporaneo

La WRU ha messo la struttura di Cardiff a disposizione del governo gallese

item-thumbnail

La RFU riduce del 25 % lo stipendio di Eddie Jones

Vista la difficile situazione, il coach dell'Inghilterra ha accettato un netto taglio dello stipendio