Dopo Benetton-Zebre, Bortolami: “Mai avuto dubbi sulla vittoria”

Oltre al tecnico, hanno parlato della seconda vittoria nel derby italiano anche Abraham Steyn e Marco Riccioni

COMMENTI DEI LETTORI
  1. mamo 28 Dicembre 2019, 19:26

    Per quanto può valere (zero) neppure noi della gradinata.

  2. try 29 Dicembre 2019, 09:12

    È effettivamente l’impressione che abbiamo avuto tutti.
    Per questo che a volte Treviso dovrebbe giocare come in questo secondo tempo anche contro le altre del pro14 inferiori. Invece spesso si complicano la vita da soli.

    • bangkok 29 Dicembre 2019, 11:35

      Credevo che la superba prestazione contro Munster nei Quarti la scorsa primavera avesse reso finalmente consapevoli, staff e giocatori, dell’elevato livello di qualità raggiunto.
      Invece ancora troppo spesso sono ancora vittime del complesso d’inferiorità.
      D’altronde anni ed anni (p.s. con la Nazionale ci si è ancora ben in mezzo) di sconfitte sono troppo pesanti da cancellare.
      Personalmente l’obiettivo di questa stagione dovrebbe essere proprio cementare questa consapevolezza di forza. Cancellare dalle menti dei ragazzi il credere di essere giocatori, squadra, di un livello più basso di quello che invece è nella realtà.
      La Benetton è una grande squadra, i giocatori della Benetton sono degli ottimi rugbisti.

      • tifoso ignorante 29 Dicembre 2019, 13:07

        Il complesso di inferiorità è quello che ti fa impostare il piano di gioco “buttiamola di là e vediamo cosa succede”.
        Anche ieri hanno cominciato a giocare solamente dopo l’espulsione, quando era evidente a tutti che in 14 la linea difensiva sarebbe stata più fragile (infatti..4 mete subite) per cui occorreva tenere la palla.
        Adesso tutti a domandarci: ma con Brex come sarebbe finita?
        E’ evidente che la strada della consapevolezza (cosa diversa dalla velleitaria spavalderia zebrata) è ancora lunga…

  3. geo 29 Dicembre 2019, 10:54

    Diciamo che i commenti di staff e giocatori non sono un bel complimento per le zebre. In superiorità per un’ora e non vincere la partita. Proprio un bel disastro. Sinceramente dopo due anni e mezzo qualcosa in più è obbligo. Se il lavoro fosse impostato bene dovrebbe vedersi una crescita, seppur lenta, come lo è stata per il Benetton. Qui mi sembra che si vada sempre più indietro.

  4. onit52 29 Dicembre 2019, 15:05

    Avendo vinto dice quello che vuole …bhe io no, francamente, al fallo nettissimo di Brex, mi sono cadute le braccia e girate un po’…….sappiamo tutti lui compreso ( o meglio dovrebbe saperlo ) che solo la inconsistenza tattica delle zebre non ci punito.
    Poi è indubbio che i NS. hanno mostrato coraggio e tanta determinazione quindi sicuramente il merito tutto loro.
    Ma tutto è stato ad un pelo ad essere vanificato , se si guarda la classifica del NS. girone o conferenze a me pare che abbiamo preso l’ ultimo autobus per restare ancora in gioco a rendere la cosa ancora interessante.

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton: dai Wasps arriva il trequarti inglese Marcus Watson

Il campione olimpico a sette di Rio 2016 arriva in Italia dopo tante mete segnate in Premiership (dove ha conosciuto Andrea Masi)

item-thumbnail

Benetton: Mattia Bellini firma fino al 2023

L'ala resterà a Treviso un altro anno, dopo aver già giocato con i Leoni le ultima partite della stagione

item-thumbnail

Benetton: lunghi rinnovi per Thomas Gallo e Ivan Nemer

Le due prime linee internazionali confermatissimi a Monigo

item-thumbnail

Benetton, Zatta: tra centralità trevigiana e nuova tribuna

Il Presidente dei biancoverdi ha affrontato diversi temi sulle colonne de 'Il Gazzettino"

item-thumbnail

Benetton: le amichevoli precampionato di inizio settembre

Due sfide contro avversari di rilievo internazionale, per capire a che punto sarà la preparazione dei Leoni

item-thumbnail

Benetton: Marco Zanon torna a Treviso dopo l’esperienza in Francia

Il centro, anche della Nazionale italiana, torna ad essere un Leone biancoverde: per lui contratto fino a giugno 2024