Alun Wyn Jones pensa al tour dei Lions nel 2021

Il quarto posto al mondiale, ha detto il capitano del Galles, brucia e lo motiva a rilanciare

ph. Sebastiano Pessina

Grazie al cammino del Galles fino in fondo alla Rugby World Cup 2019 Alun Wyn Jones è diventato il secondo giocatore nella storia per numero di caps, superando Sergio Parisse. Attualmente siede a quota 143, cinque in meno di Richie McCaw.

Se Jones dovesse disputare integralmente il prossimo Sei Nazioni raggiungerebbe la leggenda neozelandese, ma l’obiettivo del giocatore va anche oltre: la sconfitta in semifinale, dice, brucia ancora e lo motiva ad andare avanti, anche fino al tour dei Lions del 2021, che sarebbe il suo quarto.

“Non posso mentire – ha detto Jones di fronte ai giornalisti presenti alla premiazione del Wales Sports Personality of the Year, il premio al personaggio sportivo dell’anno assegnato da BBC Wales e vinto dal capitano dei Dragoni – Sono consapevole che ci sia [la possibilità di partecipare al tour], ma è una risposta che ha due estemità.”

“Da parte mia non direi mai di no, ma non voglio neanche essere troppo avido. Sono completamente consapevole di dover essere in forma e di dover giocare bene per essere selezionato – ha affermato il seconda linea, che nel 2021 avrà 36 anni – Se i pianeti si allineano e sarò ancora a questo livello, allora la decisione spetta a qualcun altro. Le sconfitte fanno ancora male ma ispirano anche ad andare avanti. Ti segnano e ti spingono a competere ancora.”

Per il momento Alun Wyn Jones deve convincere il nuovo selezionatore del Galles Wayne Pivac ad assegnargli ancora la maglia rossa della nazionale, ma l’inizio sembra essere stato dei migliori: “Ero con la squadra durante la settimana dei Barbarians, Wayne ha voluto tutti in ritiro per tre giorni. Penso che ci fossero un po’ di perplessità su questo raduno dopo la World Cup, ma è stato di grande importanza, il tempo insieme è sempre prezioso.”

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

E se Hoskins Sotutu giocasse con l’Inghilterra?

Scopriamo perchè e come il fenomeno dei Blues potrebbe vestire la maglia numero 8 della squadra di Eddie Jones

item-thumbnail

“Non canterò più Swing Low, Sweet Chariot “, lo dice il CEO della Federazione Inglese

In Inghilterra continua a far discutere il canto dei tifosi della Nazionale della Rosa

item-thumbnail

Francia: Galthié svela alcuni retroscena del ritiro internazionale di Jefferson Poirot

Il ct della nazionale transalpina offre un punto di vista diverso alla vicenda

item-thumbnail

Eddie Jones lancia l’allarme: “Il rugby? Sta diventando troppo simile al football americano”

Il coach dell'Inghilterra analizza l'evoluzione del gioco negli ultimi vent'anni

item-thumbnail

World Rugby approva 10 regole sperimentali per la ripartenza del gioco

Il governo ovale mondiale vuole aiutare le federazioni nazionali a ricominciare nel più breve tempo possibile