Serie A femminile: le dichiarazioni dopo la quinta giornata

Michela Sillari riflette sull’inizio del Valsugana e sui prossimi impegni azzurri. Soddisfazione per i coach di Colorno e CUS Torino

Michela Sillari con la maglia dell’Italia (ph. Sebastiano Pessina)

Al termine della quinta giornata della Serie A femminile, abbiamo raccolto le dichiarazioni dei protagonisti e delle protagoniste del girone 1, caratterizzato nel weekend dalle vittorie di Valsugana, Colorno e CUS Torino. Per le padovane, il successo in casa della Capitolina ha permesso di pareggiare i conti con il Villorba in classifica, mentre le vittorie delle emiliane e delle piemontesi ha permesso a entrambe di confermare il proprio status all’interno del torneo.

Itinera CUS Torino v CUS Ferrara 24-12

Pietro Salino, head coach Itinera CUS Torino, ai canali ufficiali del club

“Oggi era importante vincere e così è stato. Abbiamo ottenuto cinque punti e siamo quarti in classifica in questo momento. Abbiamo ancora tanto lavoro da fare, ma la strada è quella giusta. Le ragazze si sono comportate molto bene, per tutto l’arco del match. Sono molto soddisfatto della nostra fase difensiva perché anche questo pomeriggio abbiamo concesso molto poco alle nostre avversarie, alle quali vorrei fare i complimenti per l’ottimo incontro disputato. Faccio i complimenti anche all’operato dell’arbitro, che ha permesso si disputasse una gara sotto dettami chiari e coerenti. Vincere aiuta a vincere e mi auguro che anche in vista della prossima gara interna contro l’Unione Rugby Capitolina i nostri tifosi vengano a sostenerci dal primo all’ultimo minuto. Sono felice per questo successo perché ce lo meritavamo dopo settimane di duro lavoro. Adesso avremo tre settimane per preparare al meglio la prossima sfida, focalizzandoci ancora di più sull’aspetto offensivo che, per il momento, è quello dove facciamo più fatica”.

Alberto Savini, assistant coach Fedia

“È stata una bella partita, equilibrata fino alla fine, che si è risolta a causa di un nostro errore: un placcaggio mancato, e abbiamo preso una metà tecnica da touche. In ogni caso siamo abbastanza soddisfatti, perché il lavoro che abbiamo fatto sulla difesa, nelle ultime settimane, si è visto. Da quel punto di vista siamo contenti, però, non nego che ci aspettavamo di fare punti oggi, ed il fatto di non averne portato a casa nessuno ci rammarica. In ogni caso, guardiamo già oltre, e continuiamo a lavorare”.

– Leggi anche: La classifica marcatrici del girone 1 di Serie A femminile (in aggiornamento)


Rugby Colorno v Red Panthers Benetton Rugby 62-0

Plinio Sciamanna, head coach Rugby Colorno

“Abbiamo giocato una grande partita, dominando sotto tutti i punti di vista. Avevo chiesto alle ragazze di mettere in pratica quello su cui avevamo lavorato in settimana e loro hanno risposto benissimo, non solo dal punto di vista del gioco, ma anche caratterialmente. Finalmente siamo riusciti ad imporre il nostro ritmo per 80′. Sono molto soddisfatto. Senza proclami, voglio che si prosegua su questa strada”.

Diego Bressan, head coach Red Panthers Benetton Rugby

“Abbiamo avuto una giornata no, già a partire dal riscaldamento. Tutto quello che avevamo fatto di veramente valido settimana scorsa, oggi è andato male. Sappiamo che quando ci siamo con la testa ed abbiamo lo spirito giusto, sappiamo fare cose molto belle. Lo abbiamo visto con la Capitolina.

Queste settimane ci serviranno per recuperare un poco di gente. Dovremo lavorare su mischia e touche. Poi inizieranno ad allenarsi con noi anche le ragazze Under 18. Avremo numeri più ampi, e questo ci permetterà di alzare la qualità degli allenamenti”.

– Leggi anche: Italia femminile: le convocate per la gara contro il Giappone, a L’Aquila


Unione Rugby Capitolina v Valsugana Rugby Padova 10-37

Alessandro Martire, head coach Capitolina

“Nonostante il punteggio, è andata bene. Conoscevamo la forza del Valsu. Sapevamo ci avrebbero messo in difficoltà e così è stato. Hanno giocato bene molte situazioni, dimostrando sul campo di essere più forti. La cosa assolutamente positiva è che lo hanno dovuto dimostrare, per superare la nostra prestazione. Perché tutte le ragazze scese in campo hanno dato il massimo, cercando di mettere in campo quel qualcosa in più per mettere in difficoltà le patavine e forse ci siamo pure riusciti. Sino a qui, questo è il risultato positivo meno netto archiviato dal Valsugana. Siamo veramente soddisfatti anche per essere riusciti a segnare i primi punti contro di loro della stagione, e per quanto concerne il nostro aspetto caratteriale. Se la mentalità sarà sempre questa, ci saranno altre grandi partite in futuro”.

Michela Sillari, Valsugana

“Abbiamo giocato un’ottima partita, riuscendo a sviluppare il nostro gioco. Soprattutto dopo una fisiologica fase d’adattamento al campo, su un tipo di terreno a cui non siamo abituate. Nel complesso è stata una bella partita, anche a livello personale. Chiude questo mio primo trimestre positivo a Padova. Siamo comunque solo all’inizio nel percorso di crescita della squadra, perché, ogni settimana, Nicola (Bezzati, ndr) e Daniele (Frasson, ndr) cercano di portarci, step by step, ad un nuovo livello tecnico-tattico. L’idea è quella di avere un nuovo target, alla portata, da raggiungere quasi quotidianamente. Anche i preparatori atletici, sia di campo che di palestra, stanno lavorando molto bene. Quando sono odiati benevolmente (sorride, ndr) da tutte, è un segno positivo. Parlando strettamente di campo, sto giocando stabilmente da secondo centro, che è il ruolo in cui riesco a dare di più.

Ora è tempo di focalizzarsi sull’impegno azzurro. Avere queste due partite prima del Sei Nazioni e del fondamentale torneo di qualificazione mondiale settembrino è veramente importante. Ci consente di rimetterci tutte in sintonia tecnica, perché anche se ci si conosce molto bene, dopo diversi anni di nazionale, quando stai per tanti mesi senza giocare assieme non è facile ritrovare istantaneamente i giusti equilibri. In ogni caso, dovremo scendere in campo nel miglior modo possibile sia contro il Giappone che contro l’Inghilterra, consapevoli, ovviamente, della diversa tipologia di sfida. A Bedford, comunque, si va per provare a fare meglio di quanto successo al Sandy Park di Exeter, lo scorso marzo”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La classifica marcatrici del girone 1 di Serie A femminile (in aggiornamento)

Dopo cinque turni, la battaglia in vetta si fa sempre più serrata

4 Dicembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

Cosa è successo nella 6^ giornata di Serie A femminile? Ce lo raccontano protagoniste e coach

L'analisi di Nicola Bezzati, le condizioni di Aura Muzzo, la soddisfazione di Alessandro Martire e molto altro nelle dichiarazioni post match del mass...

3 Dicembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

Valsugana – Villorba: il big match di Serie A femminile in dieci istantanee

Riviviamo la sfida di Padova attraverso le foto più belle scattate da Ettore Griffoni

2 Dicembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Serie A femminile: dominio del Valsugana nel big match della 6^ giornata

Le padovane vincono con un netto 36-7 contro il Villorba campione d'Italia. Tutti i risultati e le classifiche dei quattro gironi

1 Dicembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

Serie A femminile: formazioni e programma della sesta giornata

La rivincita della finale scudetto 2019, con le Valsugirls che ricevono Villorba, e molto altro nella domenica del massimo campionato nazionale

1 Dicembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

Il World Rugby Ranking femminile sorride alle azzurre, nonostante il pari con il Giappone

Cosa è successo e cosa può succedere, prima di luglio, nella classifica Mondiale femminile

25 Novembre 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile