Pro14: Benetton, la sconfitta arriva all’ottantesimo

Un secondo tempo di sofferenza sembrava essere il viatico al pareggio per i biancoverdi, sconfitti da un calcio di Jones a tempo scaduto. Finisce 20-17

COMMENTI DEI LETTORI
  1. LiukMarc 9 Novembre 2019, 22:29

    Da un lato un gran peccato. Per quanto poco hanno visto l’ovale in attacco nel secondo tempo il pareggio raggiunto era una gran cosa, dopo argini in difesa per diversi minuti.
    Dall’altro lato, però, c’è da dire che sti Scarlets erano battibilissimi, e subire cosi tanto in un tempo da una squadra che sul campo più forte di te non sembra affatto, non va bene.
    Se deve essere la stagione della consacrazione, be (lasciando stare Galway) le trasferte gallesi non hanno dato – secondo me – grandi sensazioni in questo senso. Io sta “partita comunque positiva” sinceramente la vedo meno della Redazione. E purtroppo la classifica si allunga ancora

    • Ventu 9 Novembre 2019, 22:41

      Falli in mischia e abbiamo perso le rimesse dalle poche penalità loro. Peccato perché la difesa delle rimesse sotto pressione è andata molto bene. Secondo me ce la si può ancora fare, soprattutto vedendo Connacht non proprio solidissimo questo week end. Penso che ce la giochiamo più con Connacht e Edinburgo, gli Scarlets ho il sentimento che al completo faranno un gran campionato.

      • LiukMarc 9 Novembre 2019, 22:48

        Be ovvio che il campionato è ancora lungo. Però mi sa di occasione persa, e penso anche a quello che dice TommyHowlett qui sotto. Disciplina che ancora una volta ci ha fregati, cosi come nel primo tempo un aver subito alla grande i loro placcaggi 1vs1. Anche secondo me gli Scarlets faranno bene, e a maggior ragione batterli sarebbe stato importante

    • ginomonza 10 Novembre 2019, 10:08

      Sono d’accordo!
      Quest’anno temo sia diverso , con i mondiali terminati!
      Hayward un pollo e Allan …boh.
      Possibile non siamo in grado di produrre un MA decente?

  2. mic.vit 9 Novembre 2019, 22:31

    speravo venisse punita la loro supponenza di giocare in touche anche per 3 calci sotto i pali, ma nel 2t siamo stati davvero inesistenti, mai messo piede nei loro 22…sconfitta giusta, un punticino guadagnato

  3. LiukMarc 9 Novembre 2019, 22:32

    Ah, e non voglio dire niente sulla prima meta Scarlets (a cui ha chiamato gran fortuna, oltre alla voglia di crederci ovviamente) che gliene ho già dette abbastanza durante la diretta…

  4. TommyHowlett 9 Novembre 2019, 22:33

    Direi esame di… semi-maturità. Pare la Benetton di due anni fa. Grande grinta, ma alla fine un pugno di mosche o quasi in mano. Due clamorosi errori all’inizio e alla fine, e un tocco di sfiga, hanno portato questa amara sconfitta contro un avversario non al massimo delle proprie potenzialità.

  5. Mr Ian 9 Novembre 2019, 22:34

    vittoria sofferta contro una Benetton ben messa in campo e dalla difesa inespugnabile. Il demerito degli Scarlets è non averla chiusa nel corso del secondo tempo assolutamente dominato. Stasera l arbitro le mischie le ha chiamate a caso, soprattutto nel primo tempo. Cmq ottima vittoria, veramente sofferta in una serata molto bagnata.
    Bene Steff Evans, maluccio Hardy, Daniel Jones non fa per niente rimpiangere Patchell, soprattutto al piede

    • massimiliano 9 Novembre 2019, 22:49

      Lieto che tu riconosca che nel primo tempo vi ha fischiato un paio di volte a favore senza motivo. Al metto della pioggia partita brutta. Quasi la miglior Treviso contro quasi gli Scarletts b… insisto quest’anno e’ diverso dallo scorso, investiamo sui giovani.
      Dei fuorigioco non parlo neanche piu’, WR dovrebbe considerare questo problema offensivo per il gioco, non le proteste scote

  6. onit52 9 Novembre 2019, 22:55

    Il punto di bonus che non conta niente .
    Perso meritatamente.
    Secondo tempo praticamente sovrastati.
    J.H. non giustificabile che con la ciliegina degli ultimi due minuti ( senza il coraggio di cercare la vittoria e dilettantistica incapacità di prendere la palla con ripresa del gioco ) ci riporta a due anni fa……dove giocavamo con tutti ma a vincere erano gli altri…..

  7. giomarch 9 Novembre 2019, 22:56

    Mi spiace perché è tra i miei preferiti, ma l’atteggiamento di hayward sulla prima meta Scarlett è da sangue al naso, giustificabili in qualche modo gli errori tecnici, ma stare a guardare il pallone che potresti calciare fuori finché l’avversario ti raggiunge e schiaccia davanti è inaccettabile a qualsiasi livello.
    Peggio dell’errore di seniloli..

    • tobat7 9 Novembre 2019, 23:23

      Vero ma la palla stava proprio uscendo ed ha girato in maniera molto molto ovale. Peggio di jh la cappella poco prima di Esposito e il missile a caso di Ioane, piuttosto rischia un tenuto che un potenziale assist per i folletti rossi

      • giomarch 10 Novembre 2019, 08:51

        Non sono daccordo, l’errore tecnico sotto pressione può capitare, il resto no..

  8. ermy 9 Novembre 2019, 23:28

    Difficile vincere rimanendo un tempo intero dentro la tua metà campo.
    Partita piena di errori.
    Direi male fino ad ora, viste le aspettative.

  9. Flaviuz 10 Novembre 2019, 00:11

    Tralasciando l’arbitraggio che ha fatto male da tutte le parti, Benetton che sembra sempre più farte delle rivale ma che in realtà è allo stesso livello quindi la vinci con Edimburgo e la perdi con gli Scarlets.
    Premettendo che per me Crowley fa rugby a Treviso troppo bene con i giocatori che ha, non riesco proprio a capacitarmi di vedere tanta monotonia di gioco e nessuna alternativa. L’anno scorso alcune partite ci sono andate bene con gli spunti dei singoli, per ora quest’anno no e la differenza si vede.
    Stasera avrei visto meglio Duvenage di Tebaldi, il quale non ha fatto niente di più del suo compitino.

    • tifoso ignorante 10 Novembre 2019, 09:22

      Non sono molto d’accordo su certe cose.
      Brace ha arbitrato in maniera equa e nel complesso bene. Il fuorigioco ormai va così con tutti, e qualche errore ci può stare. Era l’unico arbitro irlandese ai mondiali. Se ci mettiamo a discutere anche questo…
      Tebaldi ha fatto né più né meno quello che gli era stato chiesto nel piano di gioco: in difesa calciare dalla base e in attacco non allargare il gioco per evitare la rush defence.

      • Flaviuz 10 Novembre 2019, 10:18

        Dici che se il piano di gioco fosse stato diverso, Tebaldi abrebbe cambiato sinfonia? Io vedo sempre le stesse partite (da tifoso ignorante che mi reputo): autoscontri sperando in un break o avanzare con calci un pò alla “speren che a vae”…questa è la varietà Benetton

  10. davideturate 10 Novembre 2019, 06:56

    Commenti fin troppo generosi. A certi livelli non puoi regalare niente, invece i nostri Iniziano regalando una meta. Off load fatto a caso, poi passaggio suicida di Ioane e per finire hayward presupponente. Sembrava una partita di allenamento. Per chiudere con il regalo finale con la palla non recuperata su rimessa lorO e subito fallo regalato. Io penso che questo atteggiamento derivi dal fatto che molti si sentono arrivati perchè giocano in pro14 o in nazionale, senza capire che sono punti di partenza e non di arrivo.

    • tifoso ignorante 10 Novembre 2019, 09:45

      Forse hai ragione, forse qualcuno è semplicemente un po’ “scarico” dopo i mondiali, sicuramente qualche giocatore sta andando sotto le attese

  11. mamo 10 Novembre 2019, 07:37

    Porta sfiga parlare di obbiettivi, porta sfiga dire che dobbiamo riagganciare il gruppo delle prime per i Play off . Porta sfiga.
    Un “salviamoci e poi arrivi quello che arriva” no ? !

    Ah no. Qui non si retrocede.

  12. RFC 10 Novembre 2019, 08:36

    Play off andati.
    Prima di scrivere ho letto i vostri commenti e devo dire che non sono d’accordo sull’arbitraggio che per me è stato di gran lunga il migliore tra tutte le partite viste in pro 14 quest’anno.
    Do ragione a chi scrive che wr dovrebbe intervenire sul problema dei fuori gioco, perché è chiaro che il modo di allenare comune è: “fuorigioco sistematico, tanto gli arbitri se va male (come ieri) ne fischiano uno su cinque e se va bene (come le partite precedenti) neanche quello.
    Io credo che si debba arrivare a 5 metri dal raggruppamento. Tanto diventeranno 3 nella sostanza che sarebbe comunque un gran bel po’ di spazio in più e, forse, disincentiverebbe la rush defence che è la morte del rugby.
    Tornando a Treviso, per me sarà un’annata molto mediocre. Né malissimo, né benissimo e forse l’unico obiettivo reale è il posto per lo spareggio champions.

    • Ventu 10 Novembre 2019, 12:16

      Anche il quarto posto non sarebbe male, come tutte per tutte le squadre non si può sperare di fare sempre la stessa stagione con la stessa posizione in classifica. In ogni caso penso che si è ancora in tempo per il terzo posto, anche alla luce del fatto che i prossimi avversari sono i blues e le Zebre. Squadre da non sottovalutare ma con le quali si possono far punti.

  13. Parvus 10 Novembre 2019, 08:43

    flaviuz dice bene che kieran con gli uomini che ha sta facendo miracoli.
    oramai il treviso viene visto da tutte le squadre come una brutta bestia e quindi hanno preso le loro giustissime contro-misure e quindi sarà quest’anno molto più difficile ripetersi al livello precedente.
    dobbiamo capire che le loro seconde scelte sono le nostre prime squadre più o meno….
    speriamo che ora si focalizzino solo sul gioco e non nel programmare obiettivi che vedo difficlmente percorribili.
    comunque sempre forza treviso e forza parma.

    • tifoso ignorante 10 Novembre 2019, 09:16

      Ottimo commento. Guardiamo un po’ agli uomini… Nel secondo tempo da noi entrano Budd e Pasquali, da loro Kruger e Rob Evans…
      E nonostante tutto stavamo (immeritatamente) portandola a casa..

  14. RFC 10 Novembre 2019, 08:52

    Ultima cosa: NAAAAAAAASIIII MAAAAAANUUUUUU!!!!!!
    Ma che partita ha fatto?!?!?!?

  15. Zamax 10 Novembre 2019, 09:07

    Dunque: Allan calcia per il pareggio al 78′ (calcio fra l’altro non proprio facile) e per portare a casa 2 punti. Se però avesse scelto di andare in touche, con dovuta e calcolata calma, si poteva fare dell’azione d’attacco del Benetton l’ultima della partita. Un punto praticamente era assicurato, anche perché se gli Scarlets avessero riconquistato la palla con tutta probabilità avrebbero fatto scorrere il tempo (se ancora ce n’era) e buttato fuori la palla stessa. Quindi un punto, in sostanza, il Benetton l’aveva già messo in saccoccia (pur se in caso d’insuccesso della mossa la distanza in classifica con gli Scarlets sarebbe aumentata). Ma c’era la possibilità concreta di fare il colpo grosso oppure di ottenere un calcio di punizione più comodo a tempo scaduto. Possono apparire tutte considerazioni col senno di poi, s’intende, ma a me la scelta è parsa subito poco lucida.

    • tifoso ignorante 10 Novembre 2019, 09:11

      La scelta era lucidissimo invece, a mio parere. Passi da 4-1 a 2-2 contro un’avversaria diretta per i P. O…… Sono 3 punti di differenza (presi tra l’altro, e poi gettati in maniera sciagurata).

      • Zamax 10 Novembre 2019, 09:45

        Il calcio non era facile, soprattutto per uno come Allan che nella sua irregolarità non dà grandi garanzie. Inoltre ci sarebbe stato tempo per il rinvio (che si è rivelato, non troppo inopinatamente, fatale, perché sono sicuro che molti di noi hanno pensato la stessa cosa: vuoi vedere che ora facciamo la solita corbelleria?). Con la scelta della touche coglievi tre opportunità: la possibilità di fare meta e vincere, la possibilità di ottenere un calcio più facile, con la quasi certezza di chiudere lì la partita.

        • balin 10 Novembre 2019, 11:26

          Allan è anche migliorato come calciatore, così come -per quel poco che si è visto sinora- Rizzi. evidentemente si da peso ed attenzione a questo “particolare” (Nino non aver paura di calciare un calcio di “trasformazione” … ecc Degregoricamente parlando).
          Abbastanza deluso dalle ultime due partite, mi resta la speranza che abbiano focalizzato quale obiettivo fino a fine 2020 la Champions Cup, dove se non si migliora di brutto si rischiano davvero le figuracce.

    • Ventu 10 Novembre 2019, 11:26

      Sono d’accordo, capisco che però in campo prendere una decisione del genere sia più complicato

  16. F.A.L 10 Novembre 2019, 09:26

    Partita non vista causa “Amore questa sera andiamo al cinema a vedere Joker” bene, a volte dovrei ringraziarla! 😀
    Che dire, 1 punto e ancora rimpianti e sabato una bella trasferta da sangue da naso. Nasi come ha giocato????

    • tifoso ignorante 10 Novembre 2019, 09:39
    • kinky 10 Novembre 2019, 09:39

      Devo dire che in verità ero scettico, invece Manu forse è stato il migliore del Benetton assieme a Riccioni!

    • F.A.L 10 Novembre 2019, 09:46

      grazie ragazzi per le risposte..devo dire che sono strafelice per lui, un vero gladiatore dentro e fuori dal campo.

  17. kinky 10 Novembre 2019, 09:41

    Bisognerebbe iniziare ad avere fiducia in Rizzi e buttarlo dentro anche se il risultato è in bilico!

    • F.A.L 10 Novembre 2019, 09:55

      Concordo Kinky, penso che a Rizzi vada data fiducia e continuità..

  18. Mr Ian 10 Novembre 2019, 11:08

    Treviso è una buonissima squadra, certo non sono gli Scarlets che vedremo per il resto della stagione, ma cmq sono stati messi in seria difficoltà per tutta la partita.
    La Benetton ha una difesa veramente impressionante, con una coppia di centri che sono una vera e propria saracinesa. Ovviamente però questa solidità difensiva va a discapito dell estro offensivo, da questo punto di vista seconda me la mancanza principale è nello spot ad estremo che con una squadra impostata in questa maniera dovrebbe fungere da secondo play per far arrivare la palla al largo. Hayward purtroppo mi sembra in fase calante o quanto meno poco efficace e reattivo se si decide di andare con Sgarbi e Brex.
    Volete sapere invece di questo inizio stagione chi mi sembra il più in palla? Angelone Esposito, grande sostanza in tutte le volte che l ho visto in campo, sono contento per il ragazzo

    • massimiliano 10 Novembre 2019, 11:51

      D’ac ordissimo su tutto, e in piu’ ti lancio una domanda che slero trovera’ risposta preati sul campo; Rizzi e’ subentrato per pochi minuti a primo centro, considerate le sue caratteristiche, anche tu sei curioso di vederlo per un adeguato minutaggio in quel ruolo?

      • Mr Ian 10 Novembre 2019, 12:14

        In Italia abbiamo un idea del concetto giovane molto particolare, Rizzi ha l idea giusta per provare ad imporsi nel rugby pro. Paradossalmente le sue prestazioni migliori devono arrivare durante la settimana piuttosto che in partita, per convincere lo staff a portarselo nei 22..
        Quanto al ruolo, per me è un apertura e tale deve rimanere. Troppe volte abbiamo visto giovani fare più ruoli e poi intorno ai 25 anni lo vediamo che non sono né carne e né pesce.
        L estremo per il Treviso del futuro c è già, da quelle parti dovrebbero pure conoscerlo bene, solo che al momento gioca per il lato oscuro della forza..

        • massimiliano 10 Novembre 2019, 13:43

          Io sono un curioso, Barrett puo’ giocare 10 e 15, Farrell 10 e 12, Rizzi che ha un po’ di u no e u po’ dell’altro perche’ dovrebbe limitarsi al 10?
          Capitolo estremo, se parli di Padovani sono ancora daccordissimo con te, anzi sarebbe dovuto arrivare direttamente a Tv da Tolone.

          • Mr Ian 10 Novembre 2019, 13:55

            No, parlo di Trulla che a mio avviso è uno dei prospetti più interessanti degli ultimi anni

          • Mr Ian 10 Novembre 2019, 13:56

            Padovani invece rientra perfettamente nella categoria degli ibridi di ruolo

          • F.A.L 10 Novembre 2019, 14:03

            pensavo parlassi di Da Re..comunque nell’immediato che ne pensate di Sperandio?

          • massimiliano 10 Novembre 2019, 20:03

            Mr ian, Trulla e’ interessante, ma ha gia’ espresso la volonta’ di andare all’ extero il prima possibile. Glielo auguriamo, ma allora per Tv non vale la pena investirci.
            F.A.L, io su Sperandio ci congabo parecchio anche da estremo, ma non ha iniziayo nemmeno al livello dello scorso anno. Vero che arriva da un’operazione importante, ma…rimane un prospetto davvero ottimo all’ala, per me meriterebbe anche la nazionale, ha un cambio di passo e un’uscita dal frontale rarissimi dalle nostre parti.

    • F.A.L 10 Novembre 2019, 12:19

      Ecco un’aspetto del quale si parla da tempo e che sinceramente mi preoccupa non poco..lo spot ad Estremo.
      Se Hayward è via per impegni nazionali e/o non è in palla dietro a lui c’è Sperandio al quale auguro di trovare insieme allo staff la quadra che lo porti ad essere performante in quel ruolo peccato che in questa stagione di riconferma di tempo ce n’è veramente poco. Sotto questo aspetto ci troviamo un pò in un cul-de-sac perchè se agivi sul mercato per questo ruolo poi per Luca trovare spazio esclusivamente all’ala diventava davvero difficile.

  19. carlo s 10 Novembre 2019, 14:57

    inultile negarlo treviso quest’anno 3 passi indietro rispetto lo scorso anno. Bravo Nasi Manu che ha fatto una partita memorabile.

Lascia un commento

item-thumbnail

Bortolami: “Benetton, stagione da 8. Il successo più bello è la crescita di Izekor, Spagnolo, Marin e gli altri”

Nella prima parte della lunga intervista rilasciata a OnRugby il tecnico traccia un bilancio della stagione: "I Bulls ci hanno fatto i complimenti. La...

item-thumbnail

Benetton, Pavanello: “Miglior torneo celtico di sempre. I Bulls? Ho più rimpianti per Gloucester”

Il direttore generale dei biancoverdi: "A Pretoria la squadra ha dato tutto. Il mercato? Un altro paio di arrivi e saremo a posto"

item-thumbnail

URC: Alessandro Izekor conquista un prestigioso premio individuale

Il flanker del Benetton Rugby e della Nazionale si è messo in luce accumulando percentuali difensive rilevanti

item-thumbnail

URC: il Benetton sfiora l’impresa. A Pretoria vincono i Bulls 30-23

Non basta un secondo tempo positivo per entrare in semifinale. Per Treviso in meta Ratave, Albornoz e Fekitoa

item-thumbnail

URC: la preview del quarto di finale tra Bulls e Benetton Rugby

Appuntamento a Pretoria alle ore 15.30 di sabato 8 giugno: in palio un posto in semifinale

item-thumbnail

Benetton Rugby: le scelte di formazione spiegate da Marco Bortolami

Il tecnico si sofferma sulla battaglia fra gli avanti motivando anche la scelta di Menoncello all'ala