All Blacks: Sonny Bill Williams torna in Rugby League, giocherà con i Toronto Wolfpack

Il trequarti neozelandese tornerà dove tutto è cominciato

COMMENTI DEI LETTORI
  1. TommyHowlett 6 Novembre 2019, 11:00

    Si vede che nel League hanno soldi da buttare. Il giocatore non è più quello di prima, troppi acciacchi e una forma fisica ormai in fase calante. Ecco, un’operazione di marketing, questo sì

  2. Unforgiven79 6 Novembre 2019, 11:47

    Boh, è chiaro che SBW sia ormai soprattutto una leggenda della Union, ma a me ha sempre dato l’idea di non esserne stato mai appassionato, che il suo vero amore sia la League (e la boxe in seconda piazza), cui tornava appena possibile.
    La sua adesione agli All Blacks mi è sempre parsa da mercenario, a loro affezionato come ad un buon datore di lavoro, ma non ha mai fatto trasparire eccessivo trasporto per l’istituzione o la squadra. Anche il famoso gesto dopo la finale 2015, quando regalò la sua medaglia al piccolo fan, mi diede l’idea che avesse pensato: “In fondo, dà più emozione a questo ragazzo che a me.”.
    A parità di budget, penso che sarebbe sempre rimasto a giocare a 13.
    Solo una sensazione, eh…

    • Andrea B. 6 Novembre 2019, 18:49

      Guarda, a pelle SBW non mi ha mai ispirato troppa simpatia, anche per alcuni dei motivi che hai elencato… però il gesto di regalare la medaglia al piccolo fan, che se ti ricordi venne “maltrattato” dalla security quando tentò di avvicinarsi alla squadra che faceva il giro a bordo campo, fu molto bello e me lo fece apprezzare…

      • Unforgiven79 7 Novembre 2019, 09:48

        Ma infatti: come persona mi pare un buon ragazzo, e lo dimostra come trattò il piccolo fan, solo non ha mai fatto trasparire gioia di giocare a 15. Non ricordo mai un dichiarazione di delusione per essere messo in panchina, per dire.
        Poi, sportivamente, un prodigio.

      • Mich 7 Novembre 2019, 13:21

        Condivido. Come giocatore non è messo nemmeno in discussione, la sua qualità è al di sopra di ogni considerazione. Ma ricordo qualche anno fa una sua polemica sullo sponsor e sull’incompatibilità dello stesso con la sua religione. Ecco, queste si che sono cose che non ammetto per i motivi che espressi all’epoca.
        Il gesto della medaglia però fu davvero una delle cose più belle viste nello sport.

  3. Andrea B. 6 Novembre 2019, 18:43

    Non di finisce mai di imparare… non sapevo che ci fosse una squadra canadese di rugby league, non sapevo che addirittura giocasse in Inghilterra (ero rimasto che come ospiti avevano i francesi Catalan Dragons) e soprattutto non sapevo che avessero così tanti soldi da buttare… ?

  4. Toto 7 Novembre 2019, 11:26

    Scusate, approfitto per fare un umile richiesta alla Redazione: perché non dare spazio anche al “League” su queste pagine? Ho visto quanlche video e non mi è affatto dispiaciuto e, in fin dei conti, si tratta sempre di cultura rugbistica.

    • Andrea B. 7 Novembre 2019, 17:24

      In effetti male non sarebbe. Poi hanno anche loro qualche tradizione particolare, come le partite dello “State of Origin”. Oppure giocatori molto forti da seguire perché si parla di loro per il 15 (ultimo su tutti un certo Kalyn Ponga eleggibile sia per l’Australia che la Nuova Zelanda e che però ha fatto sapere che farebbe il salto solo per gli ABs…). Anche a me i video di league piacciono, una partita intera però mi annoia un po’, mi manca la varietà di azioni che permette il rugby a 15…

  5. Andrea B. 7 Novembre 2019, 18:39

    In effetti male non sarebbe. Poi hanno anche loro qualche tradizione particolare, come le partite dello “State of Origin”. Oppure giocatori molto forti da seguire perché si parla di loro per il 15 (ultimo su tutti un certo Kalyn Ponga eleggibile sia per l’Australia che la Nuova Zelanda e che però ha fatto sapere che farebbe il salto solo per gli ABs…). Anche a me i video di league piacciono, una partita intera però mi annoia un po’, mi manca la varietà di azioni che permette il rugby a 15…

  6. Toto 8 Novembre 2019, 08:23

    Senza contare che ci permetterebbe di seguire giocatori che fanno il passaggio dal league all’union e viceversa, alcuni anche più volte.

Lascia un commento

item-thumbnail

Sevens World Series 2022, primo oro a Sudafrica e Australia

Si è disputata la prima tappa del circuito più prestigioso di rugby a sette mondiale; assente la Nuova Zelanda.

28 Novembre 2021 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

World Rugby: rivisto il sistema di scelta della sede per il Mondiale 2027, con l’Australia indicata come migliore opzione

Discorso analogo, sul fronte femminile, per la (caldeggiata) scelta dell'Inghilterra nel 2025

25 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby cambia la regola sull’eleggibilità nel rugby internazionale

La cosa riguarda il possibile cambio di "casacca" di giocatori che hanno già all'attivo dei caps

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Dubai 7s, le World Series ripartono con un doppio appuntamento

Con il doppio appuntamento di Dubai 7s, dal 26 novembre prendono il via le Sevens World Series 2022, con formula ad hoc per la crisi Covid. Nuova Zela...

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Rob Kearney saluta il rugby, sabato l’ultima recita in maglia Barbarians

La partita si disputerà sabato a Twickenahm contro Samoa

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Stephen Larkham non rinnova con Munster, tornerà in Australia

La scelta dettata da ragioni personali

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale