Top12: Rovigo vince a Colorno (23-20), all’ultimo secondo

Decisivo il piazzato di Menniti-Ippolito, al termine di una gara tiratissima sotto una pioggia battente

Al Gino Maini di Colorno, HBS e Femi CZ aprono il terzo turno di Top12 con una gara molto interessante. Da un lato i padroni di casa, guidati da Prestera, a caccia dei primi punti in massima serie, dall’altra i veneti di coach Casellato, che vogliono portarsi, almeno momentaneamente in testa alla classifica, allungando a tre la striscia di vittorie consecutive in apertura di campionato.

Rovigo parte subito alla grande: sul profondo calcio d’avvio, Colorno perde il pallone in avanti dentro i propri 22 metri. Sulla mischia susseguente, Rovigo mantiene agevolmente il possesso, e sull’allargamento, dopo una buona distribuzione dell’ovale tra i trequarti, Diego Antl trova il buco vincente, raddrizza la corsa e schiaccia l’ovale in meta. Andrea Menniti-Ippolito trasforma, per il 7-0 esterno (3′).

– Leggi anche: Cosa è successo nel sabato di Top12?

La risposta locale è immediata: penal’touche e rolling maul dentro i 22 metri, Lucchin si stacca dal carrettino ed allarga su Terzi all’ala, che schiaccia alla bandierina per il 7-5 (8′). Colorno, galvanizzato dalla marcatura pesante, sale di colpi anche sui punti d’incontro, contendendo con costrutto innumerevoli palloni e forzando un paio di tenuti vitali, utilissimi per risalire il campo e minare le certezze ospiti. Sicurezza che vacillano, al 19′, quando arriva un cartellino giallo per Matteo Canali, a causa di un placcaggio non chiuso.

Grazie al penalty che si genera dal fallo del giovane seconda linea, Colorno risale nuovamente il campo, portandosi sui 22 metri rodigini. Sulla penal’touche successiva, i padroni di casa segnano la seconda meta, al 22′, con Baruffaldi, che concretizza un carrettino debordante. Mantelli centra i pali, per il 12-7 (23′). Alla mezzora, Rovigo accorcia le distanze dalla piazzola, con un calcio piuttosto agevole per Andrea Menniti-Ippolito (12-10).

La pioggia, sempre più copiosa, rende complesso il controllo dell’ovale. A farla da protagonista, dal 30′ in poi, sono anche le grandi difficoltà nella gestione della palla da entrambe le parti. Dopo 10′ piuttosto letargici, ad un passo dall’intervallo, Rovigo torna avanti, con il tallonatore Cadorini che con belle gambe trova un buco centrale all’altezza dei 22 metri colornesi, raddrizza la corsa ed appoggia l’ovale in mezzo ai pali. Andrea Menniti-Ippolito trasforma, per il 17-12 rodigino, con cui si va alla pausa lunga.

L’inizio di ripresa di Colorno è furioso e permette alla squadra locale di marcare per prima, al 4′. Davide Pasini raccoglie raccoglie l’ovale dopo un lancio sbagliato in touche da Rovigo, involandosi fin sulla linea dei 22 metri. Sull’allargamento dell’ovale, con la difesa ospite ancora in fase di riposizionamento, Mantelli naviga e assiste con perizia l’inserimento di Bronzini, fermato ad un passo dalla meta, ma in grado di tenere viva l’azione, concretizzata alla bandierina da Tuilagi.

Le due squadre restano sul 17-17 per 30′, con l’ipotesi pareggio che inizia ad aleggiare sul ‘Maini’. Al 34′, però, Rovigo guadagna un calcio in mischia attorno ai 30 metri: Andrea Menniti-Ippolito centra i pali e manda i suoi sul 20-17. Colorno non ci sta e replica, con la stessa moneta, al 37′: calcio di punizione conquistato in mischia chiusa e punizione a segno di Mantelli. Sembra il preludio al pari finale, ma Rovigo, all’ultimo secondo, strappa un altro penalty, sempre in mischia chiusa, e vince la partita grazie alla precisione di Menniti-Ippolito, infallibile anche sotto pressione, che fissa il 23-20 esterno.

Quattro punti preziosissimi per i Bersaglieri, che mantengono così aperta la striscia di vittorie in stagione. Primo, storico, punticino in massima serie, invece, per un Colorno notevole, decisamente migliore, soprattutto nelle fasi di conquista, rispetto alla gara della scorsa settimana contro Mogliano.

– Leggi anche: Jacopo Trulla, tra debutto (da titolare) in Top12 e grandi ambizioni in azzurro

Il tabellino di HBS Colorno v FEMI-CZ Rovigo

HBS Colorno: Bronzini; Terzi, Afamasaga, Silva, Pasini; Mantelli, Lucchin; Halvorsen, Delnevo, Tuilagi; Cicchinelli, Sarto (Cap); Alvarado, Baruffaldi, Datola.
A disposizione: Singh, Goegan, Aloé, Minari, Ciotoli, Modoni, Borsi, Magri. All. Prestera

Marcatori Colorno

mete: Terzi (8′), Baruffaldi (22′), Tuilagi (45′)
trasformazioni: Mantelli (23′)
punizioni: Mantelli (77′)

FEMI-CZ Rovigo: Odiete, Barion, Antl, Ambrosini, Cioffi, Menniti-Ippolito, Citton, Ferro (cap.), Liut, Vian, Nibert, Canali, Pavesi, Cadorini, Pomaro.
A disposizione: Rossi, Momberg, D’Amico, Mantovani, Michelotto, Visentin, Modena, Mastandrea. All. Casellato

Marcatori Rovigo

mete: Diego Antl (3′), Cadorini (39′)
trasformazioni: Andrea Menniti-Ippolito (3′, 40′)
punizioni: Andrea Menniti-Ippolito (30′, 74′, 80′)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Colpo di mercato per Viadana: rinforzo pesante in prima linea

Saia Halalilo è il terzo nuovo acquisto per i gialloneri. Colosso originario di Tonga, arriva dai Saracens Timisoara

4 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Petrarca: quattro nuovi acquisti per il club patavino

Salgono così ad undici i nuovi innesti stagionali per i 'neri'

2 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: Mogliano ingaggia Stefan Basson

L'ex rodigino affiancherà Salvatore Costanzo nello staff tecnico veneto

2 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Lyons Piacenza: due colpi di mercato in entrata per il team emiliano

Nuove pedine a disposizione di coach Garcia

30 Giugno 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Quale sarà il ruolo di Jacques Brunel con il Valorugby?

L'ex CT ha iniziato oggi la nuova avventura sul campo del team emiliano

29 Giugno 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Jacques Brunel entra nello staff tecnico del Valorugby

L'ex C.T. azzurro lavorerà per la franchigia emiliana nel prossimo Top12. Da lunedì tornerà operativo sul campo da rugby

28 Giugno 2020 Campionati Italiani / TOP12