Rugby World Cup 2019: la formazione dell’Irlanda per i quarti di finale

Schmidt punta sull’usato sicuro: XV collaudato e molto simile a quello che ha battuto i tuttineri nel 2018

ph. Reuters

Un’Irlanda senza sorprese quella che Joe Schmidt ha preparato per affrontare gli All Blacks nei quarti di finale.

Costretto a rinunciare a Bundee Aki per la squalifica comminata al suo primo centro,  il tecnico neozelandese della squadra in verde ha scelto di affidarsi al sempre solido Robbie Henshaw, rinnovandone la partnership con Garry Ringrose.

Henshaw è uno dei tre giocatori del XV titolare che non era in campo durante la partita vinta dagli irlandesi a Dublino per 16-9 contro la Nuova Zelanda nel novembre 2018. Il centro di Leinster era infortunato, e al suo posto giocava proprio Aki, mentre a mediano di mischia c’era Kieran Marmion e non Conor Murray, anch’egli ai box per problemi fisici.

Murray stavolta ci sarà, a far parte della cerniera mediana con Johnny Sexton. L’unico vero cambio per scelta tecnica rispetto a quel XV è quello operato in seconda linea, dove a novembre giocava Devin Toner, che in Giappone non ci ha neanche messo piede. Insieme a James Ryan giocherà Iain Henderson.

Leggi anche: Rugby World Cup 2019: la formazione degli All Blacks per i quarti di finale

La prima linea formata da Cian Healy, Rory Best e Tadhg Furlong è la più duratura fra quelle attualmente in campo: hanno giocato insieme 17 volte, nessuno come loro dal 2015 a oggi.

La coppia mediana Murray-Sexton, invece, batte un record importante: giocheranno insieme per la 56esima volta, battendo il precedente record di Peter Stringer e Ronan O’Gara.

Irlanda

1. Cian Healy
2. Rory Best (capt.)
3. Tadhg Furlong
4. Iain Henderson
5. James Ryan
6. Peter O’Mahony
7. Josh Van der Flier
8. CJ Stander
9. Conor Murray
10. Johnny Sexton
11. Jacob Stockdale
12. Robbie Henshaw
13. Garry Ringrose
14. Keith Earls
15. Rob Kearney

16. Niall Scannell
17. Dave Kilcoyne
18. Andrew Porter
19. Tadhg Beirne
20. Rhys Ruddock
21. Luke McGrath
22. Joey Carbery
23. Jordan Larmour

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Springboks, Tendai Mtawarira saluta la nazionale

Il pilone si ritira dal rugby internazionale dopo la vittoria da protagonista del trofeo più importante

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La storia unica di Makazole Mapimpi, campione del mondo

Cresciuto molto lontano dal rugby che conta, a 27 anni non aveva mai avuto un contratto professionistico. È diventato titolare e protagonista negli Sp...

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019