Rugby World Cup 2019, Federico Ruzza: “E’ stato un match molto duro”

Il talentuoso avanti del Benetton Rugby, nominato man of the match, ha commentato la gara azzurra ritirando il meritato premio personale

Federico Ruzza (ph. Sebastiano Pessina)

Federico Ruzza, talentuoso avanti del Benetton Rugby ed ormai punto fisso della selezione azzurra, pur giocando solamente un tempo, è stato premiato meritatamente come man of the match dell’incontro di Osaka tra Italia e Namibia. Le sue qualità sono emerse in modo evidente nell’arco di tutti i primi 40′, nei quali è stato, di fatto, il referente tecnico primario della compagine di Conor O’Shea. Il seconda linea patavino ha lavorato molto bene in difesa, portando il consueto fosforo ad un attacco italiano relativamente poco brillante, illuminato dalla sua giocata stratosferica sulla meta di Tebaldi.

Leggi anche: Rugby World Cup 2019: l’Italia batte senza gloria la Namibia all’esordio (47-22)

L’ex Viadana, a margine della gara, ha commentato il match nel corso della cerimonia di premiazione per il MOTM. “Quello odierno è stato un match molto duro. Il primo della nostra Coppa del Mondo, nel corso del quale tutti i giocatori in campo volevano sfoderare la miglior performance possibile. Il primo tempo è stato complesso, ma siamo rimasti dentro la partita, abbiamo rispettato il game plan e siamo riusciti a portare a casa i cinque punti”, ha dichiarato, parlando, poi, anche delle impervie condizioni meteo e facendo un accenno alla gara contro il Canda, in programma giovedì.

“Abbiamo gestito bene le diverse condizioni meteo che si sono presentate. Abbiamo giocato bene le rimesse laterali, condotto dei buoni drive. Ora è tempo di pensare al Canada. Ci aspetta un’altra gara dura”, ha concluso Ruzza.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Onrugby Relive: Italia-Georgia, è il match da rivivere nel sabato azzurro

La sfida del novembre 2018, disputata al Franchi, vide la squadra di O'Shea imporsi nettamente sui rivali

22 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Maxime Mbandà “Ho provato sensazioni mai immaginate prima”

Il flanker delle Zebre e della Nazionale racconta la sua lunga esperienza con la Croce Gialla di Parma

21 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

91 anni di Azzurri!

Dal Montjuic di Barcellona all'Olimpico, auguri alla Nazionale italiana di rugby

20 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Cosa ci fa l’Italia (ancora) nel Sei Nazioni?

Dopo l'editoriale del Times che auspica l'uscita dell'Italia dal Torneo abbiamo provato a fare un'analisi sul perché sia una cosa senza senso per tutt...

18 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Cosa fanno oggi gli azzurri del XV ideale dell’epoca Sei Nazioni?

Solo 5 sono ancora in attività. Per gli altri una nuova carriera

17 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Come gioca l’Italia di Franco Smith

Una analisi del gioco d'attacco degli Azzurri, sulla base delle tre gare giocate nel Sei Nazioni 2020

17 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale