Rugby World Cup 2019: gli All Blacks perdono un pezzo

Luke Jacobson torna a casa per concussion, al suo posto arriva Shannon Frizell

rugby aaron smith all blacks

ph. Sebastiano Pessina

Gli All Blacks di Steve Hansen sono costretti a rinunciare a Luke Jacobson, una delle sorprese delle convocazioni dei tuttineri.

L’avanti, che ha ottenuto il suo secondo cap nella sfida dominata dalla nazionale neozelandese contro Tonga nel corso del weekend passato, aveva subito un colpo alla testa in campo, ma al termine dell’incontro non aveva presentato sintomi di concussion.

Quegli stessi problemi sono riemersi però durante la prima sessione di allenamento della settimana, situazione che ha indotto lo staff All Blacks a rinunciare al giovane terza linea e a sostituirlo.

“Dopo aver discusso di quest’ultimo accadimento con Luke e con il nostro team medico abbiamo preso la decisione, purtroppo, di ritirarlo dal torneo – ha comunicato alla stampa Hansen – Pensiamo tutti che la cosa migliore per lui sia di prendersi una pausa dal rugby fino a quando non sarà libero da qualsiasi tipo di sintomi e potrà effettivamente tornare a giocare.”

“Se da una parte è stata una conversazione dura da affrontare, dall’altra è stata una decisione molto semplice da prendere: abbiamo il dovere di prenderci cura dei nostri giocatori e la salute di Luke è la cosa più importante sopra ogni altra.”

Il giocatore sembra aver compreso: “Sono molto dispiaciuto di dover saltare la Rugby World Cup. Tuttavia, capisco perfettamente che questa decisione è stata presa nel mio migliore interesse e per la mia salute personale. Nonostante mi senta a posto al 98%, so di non esserlo ancora del tutto. Mi prenderò adesso una pausa, che mi darà la possibilità di continuare la mia carriera in futuro.”

“Auguro alla squadra il meglio e sarò con loro durante tutto il percorso.”

Al posto del 22enne Jacobson, Steve Hansen e il suo staff hanno scelto di convocare un altro giocatore che può disimpegnarsi sia in seconda che in terza linea: Shannon Frizell, 25 anni, proveniente dagli Highlanders. Vanta 5 caps e una meta con gli All Blacks.

Gli All Blacks hanno fatto sapere di non aver preso in considerazione di scegliere Vaea Fifita o Dalton Papalii perché entrambi sono infortunati.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Irlanda: “Troppa pressione al mondiale”, Best e Nucifora tornano sull’eliminazione

Il capitano e il direttore della performance della federazione irlandese sono tornati a parlare della deludente avventura nipponica

6 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Springboks, Tendai Mtawarira saluta la nazionale

Il pilone si ritira dal rugby internazionale dopo la vittoria da protagonista del trofeo più importante

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019