Il momento migliore della carriera di Nigel Owens

E’ stato alla Rugby World Cup 2015, dove il fischietto gallese ha arbitrato la finalissima fra All Blacks e Wallabies

ph. Sebastiano Pessina

La carriera di un giocatore è piena di momenti speciali, in particolare in eventi importanti come la coppa del mondo, ma quella di un arbitro spesso non è da meno.

World Rugby ha chiesto a Nigel Owens, forse l’arbitro più in vista fra gli internazionali, di raccontare il suo ricordo migliore di una Rugby World Cup, e il fischietto gallese non si è tirato indietro, citando un aneddoto memorabile.

“Devo scegliere quel momento della edizione 2015 – ha detto Owens di fronte alla telecamera, riferendosi alla finale del mondiale – E’ l’apice della carriera di un arbitro essere scelto per dirigere quella gran partita che si svolge solo una volta ogni quattro anni.”

“Alla fine della partita, David Pocock è venuto da me per stringermi la mano e mi ha detto: Nigel, grazie per aver arbitrato una grande partita.”

“E io ho pensato, Dio mio, questo ragazzo ha appena perso la finale di coppa del mondo, potrebbe non avere più questa possibilità, e la prima cosa che ha fatto dopo che ho dato il fischio finale è stata venire a ringraziare me per la partita. E ho pensato anche: che persona speciale, e che gioco speciale che è questo.”

Ma David Pocock non è l’unico personaggio particolare in campo quella sera di quattro anni fa.

“Poi è arrivato Jerome Kaino e invece di andare a festeggiare con i suoi compagni, la prima cosa che ha fatto è stata venire a darmi la mano ringraziarmi per l’arbitraggio. Mi ha detto: ho visto il tuo documentario ieri sera. Davvero bello, devi essere orgoglioso di te stesso, di quello che hai fatto in campo ma anche fuori.”

“Ho pensato: questa persona si è presa il tempo di venire da me per dirmi questo, invece di andare a festeggiare con gli altri giocatori. Questi due giocatori, alla fine della finale di coppa del mondo, saranno un ricordo che resterà con me sempre.”

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup: tra Francia e Argentina è subito decisiva

Sfida latina a Tokyo, la prima del girone di ferro: chi perde è con un piede fuori dal mondiale

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Fiji, quintali lanciati all’assalto dell’Australia

Al Sapporo Dome sfida subito cruciale per le sorti del girone D. Fiji con tanti chilogrammi, Cheika vuole un'Australia imprevedibile

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: la formazione della Namibia

Gli avversari degli Azzurri hanno ufficializzato il loro XV per la sfida di domenica

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Giappone vince con bonus, ma non convince

Primo tempo che vede protagonista una determinatissima squadra russa, nel secondo tempo il Giappone si prende il punto di bonus, ma soffre molto più d...

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: le formazioni di Inghilterra-Tonga

Nasi Manu partirà in panchina per le Ikale Tahi. Inglesi praticamente al completo con Ford e Farrell in cabina di regia

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Scozia al completo per sfidare l’Irlanda

Gregor Townsend può schierare tutti i titolari per l'importante partita contro i Verdi, già decisiva nel girone A

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019