Irlanda: Rory Best annuncia il suo ritiro. Avverrà dopo la Rugby World Cup

Il capitano tallonatore dice basta dopo una carriera infinita

ph. Sebastiano Pessina

Mille battaglie sulle spalle, la voglia di un ultimo sprint e poi il ritiro. Rory Best ha ufficialmente annunciato il suo addio dal rugby giocato al termine della prossima Rugby World Cup 2019. Il capitano tallonatore di Ulster e dell’Irlanda arriva quindi al capolinea dopo 219 presenze con il suo club, 117 caps con la maglia dei “Verdi” e due tour vissuti con i British & Irish Lions (2013, 2017); con statistiche che peraltro potrebbero essere ancora migliorate e aumentate. Nel suo palmares, inoltre, vi sono la Celtic League del 2005/2006 e 4 Sei Nazioni (2009, 2014, 2015, 2018) di cui due vinti con il Grande Slam (2009, 2018) e uno addirittura da capitano (2018).

Le parole di Best
” È con un sentimento contrastante al mio interno, che annuncio il mio ritiro dall’Ulster Rugby al termine di questa stagione. Mi sembra il momento giusto per uscire di scena – afferma – anche perchè in questi anni mi sono sentito un privilegiato a vivere in questa condizione. Sono molto emozionato per il finale di stagione con il club e per l’imminente Coppa del Mondo che vivrò con l’Irlanda: spero di finire la carriera con un grande successo. Ho giocato quindici anni ad alti livelli e ho avuto la fortuna di aver giocato ed essermi allenato con grandi giocatori e grandi persone. Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno creduto in me e mi hanno aiutato sin dal 2004. Aver fatto parte della famiglia dell’Ulster, diventandone poi capitano, è stata una cosa meravigliosa e in futuro non vedo l’ora di poter ricambiare questo sentimento nei loro confronti”.

Il tributo dell’Ulster
“Nessun giocatore, da quando esiste il professionismo, ha avuto l’impatto e il carisma di Rory qui ad Ulster – esclama Bryn Cunningham, esponente del management del club – lui è un punto di riferimento totale: in allenamento, sul campo e nel mostrare la sua leadership. E’ stato il nostro simbolo assoluto per più di un decennio. E’ sempre rimasto al top superando varie difficoltà e mostrando una forza straordinaria. Vogliamo davvero ringraziare lui e tutta la sua famiglia, che continueranno con noi un percorso nei prossimi anni.
Rory Best sarà giustamente ricordato e considerato come una delle più grandi leggende dell’Ulster e di tutto il rugby irlandese”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La nuova proposta di ridistribuzione dei ricavi per i Test Match internazionali

Il sindacato dei giocatori del Pacifico ha chiesto ufficialmente alle Union europee di condividere una piccola parte delle entrate legate alle partite

23 agosto 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Scozia: Jim Mallinder sarà il nuovo Director of Performance della Federazione

L'incarico dovrebbe concretizzarsi in tempo già per la prossima Rugby World Cup

23 agosto 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: i 31 convocati dell’Australia

Nessuna esclusione eccellente. C'è David Pocock nel roster, così come la giovane novità rappresentata da Jordan Petaia

23 agosto 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

La piccola modifica alla regola sulle sostituzioni temporanee

In caso di perdita di sangue o concussion, la partita non potrà riprendere fino a quando il giocatore non sarà uscito dal campo

22 agosto 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby annulla le differenze di genere

D'ora in poi non ci sarà più differenza nella denominazione dei tornei internazionali maschili e femminili

21 agosto 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Irlanda, World Cup 2019: il punto sugli infortunati. Non preoccupa Sexton, Carbery in dubbio

Dal ritiro portoghese, i Verdi fanno il punto della situazione sulla situazione medica

21 agosto 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019