Irlanda: Rory Best annuncia il suo ritiro. Avverrà dopo la Rugby World Cup

Il capitano tallonatore dice basta dopo una carriera infinita

ph. Sebastiano Pessina

Mille battaglie sulle spalle, la voglia di un ultimo sprint e poi il ritiro. Rory Best ha ufficialmente annunciato il suo addio dal rugby giocato al termine della prossima Rugby World Cup 2019. Il capitano tallonatore di Ulster e dell’Irlanda arriva quindi al capolinea dopo 219 presenze con il suo club, 117 caps con la maglia dei “Verdi” e due tour vissuti con i British & Irish Lions (2013, 2017); con statistiche che peraltro potrebbero essere ancora migliorate e aumentate. Nel suo palmares, inoltre, vi sono la Celtic League del 2005/2006 e 4 Sei Nazioni (2009, 2014, 2015, 2018) di cui due vinti con il Grande Slam (2009, 2018) e uno addirittura da capitano (2018).

Le parole di Best
” È con un sentimento contrastante al mio interno, che annuncio il mio ritiro dall’Ulster Rugby al termine di questa stagione. Mi sembra il momento giusto per uscire di scena – afferma – anche perchè in questi anni mi sono sentito un privilegiato a vivere in questa condizione. Sono molto emozionato per il finale di stagione con il club e per l’imminente Coppa del Mondo che vivrò con l’Irlanda: spero di finire la carriera con un grande successo. Ho giocato quindici anni ad alti livelli e ho avuto la fortuna di aver giocato ed essermi allenato con grandi giocatori e grandi persone. Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno creduto in me e mi hanno aiutato sin dal 2004. Aver fatto parte della famiglia dell’Ulster, diventandone poi capitano, è stata una cosa meravigliosa e in futuro non vedo l’ora di poter ricambiare questo sentimento nei loro confronti”.

Il tributo dell’Ulster
“Nessun giocatore, da quando esiste il professionismo, ha avuto l’impatto e il carisma di Rory qui ad Ulster – esclama Bryn Cunningham, esponente del management del club – lui è un punto di riferimento totale: in allenamento, sul campo e nel mostrare la sua leadership. E’ stato il nostro simbolo assoluto per più di un decennio. E’ sempre rimasto al top superando varie difficoltà e mostrando una forza straordinaria. Vogliamo davvero ringraziare lui e tutta la sua famiglia, che continueranno con noi un percorso nei prossimi anni.
Rory Best sarà giustamente ricordato e considerato come una delle più grandi leggende dell’Ulster e di tutto il rugby irlandese”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: il dominio tecnico delle Fiji

Abbiamo scelto le tre mete più belle della fase a gironi. Questa di Frank Lomani contro la Georgia è sul gradino più basso del podio

15 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

World Rugby contro la Federazione scozzese

Il governo mondiale intraprenderà azioni legali contro la SRU dopo le dichiarazioni del CEO Mark Dodson prima di Giappone-Scozia

15 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Polledri e Steyn nel top XV di Opta per la fase a gironi

Secondo i dati statistici, Polledri risulta essere addirittura il miglior giocatore del torneo mondiale finora

15 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: chi ci mancherà della fase a gironi

Ci hanno fatto sognare con quattro grande recite, ma il sipario, sul loro Mondiale, è già calato

15 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Bundee Aki squalificato per tre settimane

Mondiale finito per lui: contro gli All Blacks l'Irlanda non avrà il suo primo centro titolare

14 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019, qui Inghilterra: i dubbi di Eddie Jones verso i quarti di finale

La partita non disputata contro la Francia sembra aver scompaginato i piani del tecnico della formazione britannica

14 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019