Top 12: Verona batte Valsugana e prenota la salvezza. La Lazio espugna il campo dei Medicei

Fiamme Oro e Rovigo vincono largamente su Mogliano e Viadana. Calvisano resta in vetta

ph. Verona Rugby

I primi risultati della ventesima giornata del Top12 sono andati in archivio. Ecco cosa è successo sui campi italiani e come è cambiata la classifica, in attesa che si disputino le ultime due partite in programma fra stasera e domani pomeriggio.

Fiamme Oro-San Donà: nell’anticipo delle quindici, la formazione capitolina non lascia scampo ai rivali imponendosi in casa per 50-19. I Cremisi vanno subito in meta con D’Onofrio e McCarthy ottenendo poi il punto di bonus offensivo al ventesimo minuto con la marcatura pesante di Biondelli, che di fatto chiude una contesa sempre controllata dalla formazione di Guidi.

Valsugana-Verona: la partita inizia con il botta e risposta al piede fra Mortali e Roden, per il 3-3 dei primi dieci minuti di gioco. Gli scaligeri appaiono più intraprendenti e al quarto d’ora infatti, sugli sviluppi di una mischia in posizione avanzatissima, vanno in meta con il mediano di mischia Navarra, che schiaccia sotto ai pali. C’è la conversione per il 3-10. Superata la metà della prima frazione di gara però, le cose si rovesciano: il Valsugana costringe i rivali a indietreggiare e a diventare indisciplinati. Rossi si vede comminare un’ammonizione che lascia il Verona in quattordici. I patavini ne approfittano subito: punizione, touche e carrettino, con Pivetta che chiude sull’abbrivio andando oltre. Tutto in equilibrio, sul 10-10. Non c’è un attimo di sosta, i padroni di casa alzano il volume della radio con l’accelerazione slalomeggiante di Kurimudu, che sfrutta il riciclo di Citton per andare in meta. Roden, dalla piazzola non sbaglia. Si va sul 17-10. Il match prosegue, alla mezz’ora i veronesi – poco prima che Rossi rientri per ristabilire la parità numerica –  accorciano con Mortali trovando i punti del 17-13. La tensione al Plebiscito è palpabile, ma i calciatori di entrambe le squadre non sembrano patirla. Negli ultimi minuti c’è tempo per un’ulteriore scambio di cortesie da tre punti a testa, che manda le contendenti al riposo sul 20-16.
La ripresa si apre sempre al piede: Roden sfrutta il lavoro dei suoi compagni in mischia per andare nuovamente a piazzare un calcio non facile risistemando i suoi a distanza di break, per il momentaneo 23-16. Verona va spalle al muro. Gli uomini di Doorey hanno una sola chance, quella di prendere in mano il comando delle operazioni e cosi fanno. Le cariche ripetute scuotono la difesa dei rivali che al ventitreesimo del secondo tempo cede all’avanzata decisiva di Riccioli. Mortali converte: si va sul 23-23, in perfetto equilibrio. Saltano gli schemi, gli allenatori pescano a piene mani dalle rispettive panchine mentre in campo – a fronte di qualche errore – è lotta senza quartiere: in palio c’è la salvezza.
La parità si rompe a poco più di dieci minuti dalla fine, ancora una volta dalla piazzola. Verona ottiene una punizione: Mortali si incarica della trasformazione senza sbagliare, per il 23-26. I padroni di casa incassano il colpo, rischiano di andare al tappeto, ma nel finale si riorganizzano tentando il “serrate finale”. Si gioca praticamente l’ultima azione: il Valsugana sfrutta una serie di serie di falli subiti per risalire il campo e arrivare a giocarsi una touche sui cinque metri avversari. Un tentativo, due tentativi, il pubblico spinge i patavini che intanto si prendono il vantaggio numerico, vista l’ammonizione all’indirizzo di Rossi, il quale peraltro viene espulso per un doppio cartellino giallo. Dalla touche si passa alla mischia, per un “tenuto alto” in area di meta, senza esito. Quindi si torna in rimessa laterale, ma questa volta le guardie veronesi contengono al meglio tenendo alto l’attacco dei padovani. Il direttore di gara fischia la fine. In campo si anima un po’ di polemica, ma quel che conta è il risultato. Valsugana 23-26 Verona, gli scaligeri si impongono in una sfida praticamente decisiva per la lotta salvezza.

Rovigo-Viadana: Al Battaglini i Bersaglieri tornano a ruggire. I veneti infatti superano il Viadana con il risultato di 40-7. Ottima prova per gli uomini di Casellato che mostrano forza tanto in attacco, segnando sei mete, quanto in difesa, subendo solo una marcatura dai gialloneri; firmata nel finale da Wagenpfeil. Sul tabellino dei marcatori ci finiscono Barion (due volte), Majstrovic e Cioffi, che si rende autore di una tripletta. I tre consentono ai rossoblu di conquistare ovviamente il punto di bonus offensivo

Medicei-Lazio: impresa clamorosa dei biancocelesti, che sul campo dei toscani si impongono 28-35. In una sfida equilibrata sin dalle prime battute, e che ha visto le formazioni andare al riposo sul 15-14 ma per i fiorentini, a decidere –  nel final – è stata la meta di Ceballos, convertita da Bonifazi.

Calvisano-Mogliano: nessun problema per la capolista, che batte i veneti con un gran rush finale negli ultimi venti minuti. Il bonus arriva al 71′: cinwue le mete segnate in totale e primo posto al sicuro (34-10).

Classifica parziale: Calvisano 71, Rovigo 78, Valorugby Emilia 72*, Petrarca 69*, Fiamme Oro 63, Medicei 45, Viadana 40, San Donà 40, Mogliano 36, Verona 28, Valsugana 21, Lazio 20.
* = una partita in meno

Di Michele Cassano

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Valorugby Emilia: Matteo Falsaperla è ufficialmente un diavolo

Il 29enne azzurro 7s arriva a Reggio Emilia da San Donà

19 giugno 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Il Mogliano ingaggia anche Roberto Dal Zilio

Il centro 22enne torna in Veneto dopo tre anni a Calvisano

18 giugno 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: Viadana, è rivoluzione. Si punta sul vivaio. Ufficializzato l’addio di 12 giocatori

Il club giallonero dovrà ripartire dopo un'annata incolore

18 giugno 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: il Petrarca acquista quattro giocatori dell’Under 20 in vista della prossima stagione

Il club veneto punta forte sugli azzurrini per tornare a primeggiare

18 giugno 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rugbymercato: come cambiano le rose del Top12 (in aggiornamento)

Tutti gli ingaggi e gli addii per la stagione 2019/2020, man mano che arrivano le notizie

17 giugno 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Il rinnovamento del Rovigo continua

La società rossoblu ha annunciato due nuovi acquisti: il trequarti Luciano Lisciani e il tallonatore Giacomo Nicotera

17 giugno 2019 Campionati Italiani / TOP12