Il Pro14 “è più duro del Super Rugby per certi aspetti”, ha detto il CEO dei Cheetahs

In un’intervista, Harold Vorster è tornato anche sull’allargamento del torneo: “Dal prossimo anno o dal 2020 potrebbero esserci più squadre”

rugby cheetahs

ph. Luca Sighinolfi

Anche nel migliore dei casi possibili, i Cheetahs chiuderanno la loro seconda stagione nel Pro14 con un record negativo, in controtendenza rispetto al debutto di un anno fa e al terzo posto della Conference A. Fino a questo momento, la franchigia del Free State 18 vittorie, un pareggio e 20 sconfitte, con una netta differenza di rendimento tra le partite giocate a Bloemfontein e le trasferte in Europa. Le ultime tre giornate casalinghe contro Ospreys, Dragons e Kings dovrebbero addolcire il risultato finale del campionato, ma l’amministratore delegato del club Harold Vorster, nel frattempo, ha già maturato una sua personale opinione sul torneo.

“Pensavamo fosse un torneo più morbido, non così duro – ha detto in un’intervista a Super Sport – È più duro del Super Rugby per certi aspetti. Giocare contro Leinster a Dublino è troppo difficile da gestire. Molti di quei giocatori vanno in campo per l’Irlanda e hanno battuto gli All Blacks. Il Galles ha i vincitori del Sei Nazioni, la Scozia ha quasi battuto l’Inghilterra…”. Bisogna ricordare, tuttavia, che nelle ultime quattro stagioni di Super Rugby i Cheetahs hanno sempre chiuso con un record ampiamente negativo di 4 vittorie e 11 sconfitte, cifre migliorate con il passaggio al Pro14.

Vorster sembra essere meravigliato in maniera positiva, in ogni caso. “È una competizione molto dura da giocare in inverno, ma le squadre europee devono venire qui quando fa caldo ed è difficile per loro. È un grande torneo ed è più facile volare verso Nord che verso Australia e Nuova Zelanda”, in riferimento alle precedenti trasferte che i Cheetahs dovevano affrontare nel Super Rugby, prima di essere tagliati dalla Sanzaar. “Penso che questo torneo vedrà crescere la propria reputazione e diventerà speciale”.

Le difficoltà dei Cheetahs (allenati da Franco Smith, ex Benetton) in questa stagione sono di varia natura. Lo stravolgimento della rosa non ha certamente aiutato, con tanti giocatori di primo piano andati all’estero e davvero un numero esagerato di nuovi innesti per tappare le falle. In più, la franchigia ha dovuto giocare su due fronti fino al 30 ottobre per la contemporaneità del Pro14 con la Currie Cup, il torneo per le province sudafricane, in cui i Cheetahs quest’anno hanno vinto lo spareggio per restare in prima divisione. Dal prossimo anno, tuttavia, questa sovrapposizione non ci sarà più. “È una buona notizia per noi – ha detto Vorster – Era difficile far funzionare tutto con una base stretta di giocatori”.

Qualche derby in più?

Un’altra preoccupazione di Vorster riguarda l’afflusso di pubblico allo stadio, per sua stessa ammissione “un aspetto un po’ negativo in termini di biglietti venduti”. Per il CEO, è necessario che il torneo abbia la massima esposizione mediatica possibile, nonostante le difficoltà nel trovare gli spazi giusti sui broadcaster. E quale potrebbe essere una soluzione, secondo Vorster?

“Se potessimo avere più derby sudafricani, e quindi due squadre in più nel Pro14 dal nostro Paese, sarebbe grandioso. Ci sono delle discussioni a riguardo. Dal prossimo anno o dall’anno successivo potrebbero esserci ancora più squadre”. Non è un mistero, d’altronde, che il Pro14 stia puntando ad un’ulteriore espansione verso la Rainbow Nation, che dalle tante voci emerse negli scorsi mesi – e dalle dichiarazioni di Vorster, appunto – non sembra più solo un’ipotesi.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Pro14: Deon Davids non sarà più l’allenatore dei Southern Kings

La franchigia sudafricana cambierà guida tecnica per affrontare la prossima stagione nel torneo celtico

20 giugno 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Munster aggiunge Stephen Larkham allo staff

Era noto che gli irlandesi fossero in cerca di un allenatore per l'attacco: ottengono un nome importante

14 giugno 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Il nuovo logo dei Glasgow Warriors

Prende spunto dalla storia del club fornendo un design semplice e pulito

4 giugno 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Jonny la macchina

Parliamo di Gray, il seconda linea scozzese con una percentuale di placcaggi riusciti che supera il 98%

29 maggio 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

L’ultimo atto di Seán O’Brien con la maglia del Leinster

Jonathan Sexton gli ha concesso l'onore di alzare il trofeo del Pro14 a Glasgow, nonostante il flanker fosse in borghese

26 maggio 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Pro14 Final: Leinster batte i Warriors e si conferma campione

Finisce 15-18. Equilibrio nella prima frazione al Celtic Park, poi Dubliners prendono il controllo e tengono le mani sul trofeo

25 maggio 2019 Pro 14 / Altri club