Francia: un referendum per consultare i club amatoriali sulla nomina di un allenatore straniero

Lo ha indetto il presidente Bernard Laporte, per capire cosa pensano le società di una decisione storica per la Federazione

Bernard Laporte, presidente della FFR (ph. Reuters)

Il presidente della Fédération Française de Rugby (FFR), Bernard Laporte, ha indetto un referendum per chiedere ai club amatoriali francesi se sarebbero d’accordo alla nomina di un allenatore straniero per la nazionale maggiore maschile, cosa mai accaduta nella storia del rugby transalpino.

Ogni società, a prescindere dalle sue dimensioni, avrà a disposizione un voto. La consultazione avverrà in forma elettronica dalle 8 di mattina di martedì 9 aprile fino alle ore 20 di giovedì 11. I risultati saranno poi resi pubblici venerdì 12 sul sito della FFR.

Nella lettera scritta alle società per accompagnare il quesito, Laporte ha esordito dicendo che “dopo un torneo deludente da cui abbiamo imparato delle lezioni, stiamo preparando la Coppa del Mondo 2019 con umiltà, spirito combattivo e ambizione”.

“Mi aspetto che lo staff e i giocatori selezionati siano all’altezza di questo evento eccezionale e che difendano ardentemente i nostri colori – ha continuato Laporte – Allo stesso tempo, dobbiamo prepararci per il futuro.
La Coppa del Mondo 2023 è all’orizzonte. Voglio dare la massima possibilità al rugby francese di vincere il titolo nel suo territorio. Per raggiungere questo importante obiettivo, nominare un allenatore straniero a capo della nostra squadra nazionale è una delle ipotesi a cui stiamo lavorando”.

“Una pratica comune nella maggior parte delle nazioni di rugby – ha detto Laporte, lui stesso allenatore dei Bleus dal 1999 al 2007 – Ma che non è mai stata considerata in Francia. Poiché mi sto impegnando per creare una vera democrazia all’interno della nostra Federazione e poiché la Francia è la vostra squadra, vi propongo questo referendum su questa possibilità di reclutamento”.

Questa consultazione non arriva in un periodo casuale della storia del rugby francese. Come detto, nessun allenatore straniero ha mai guidato la nazionale maggiore, ma proprio nelle ultime settimane si sono fatte più insistenti le voci su un possibile arrivo del neozelandese Warren Gatland come capo allenatore della Francia.

Da dopo la Coppa del Mondo 2011, sulla panchina dei Bleus si sono alternati tre tecnici francesi – Philippe Saint-André, Guy Noves e l’attuale CT Jacques Brunel – che hanno ottenuto risultati piuttosto mediocri. In questo lasso di tempo, il miglior risultato nel torneo (che i francesi non vincono dal 2010) è stato il terzo posto nel 2017, ma è arrivato anche un ultimo posto nel 2013.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Top14: Bordeaux inarrestabile, La Rochelle torna alla vittoria

Riviviamo la giornata del massimo torneo francese attraverso la rubrica 'parole e numeri'

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14 – Bordeaux si prende la vetta, respira lo Stade Français.

Sergio Parisse inserito nel XV della settimana e grande protagonista nella vittoria di Tolone su Brive

18 Febbraio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Leonardo Ghiraldini è un nuovo giocatore di Bordeaux

Per il tallonatore italiano, contratto da Joker medical per sostituire Florian Dufour

10 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top 14: Bayonne affonda nella lotta salvezza, Tolone perde terreno a Lione

Prima giornata di ritorno per il massimo campionato francese

28 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Il Tolone ha rescisso il contratto con Rhys Webb

Doveva andarsene a fine stagione, destinazione Ospreys, ma il club francese non ha gradito la sua convocazione in nazionale

24 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14, Montpellier: Vern Cotter ai saluti, al suo posto arriverà Philippe Saint-Andre

L'ex allenatore della Francia ricoprirà il ruolo di Director of Rugby

21 Gennaio 2020 Emisfero Nord / Top 14