Inghilterra, caos Leicester: quattro giocatori della nazionale rischiano di giocare in Championship

Se il club dovesse retrocedere, gli internazionali potrebbero essere costretti a seguirlo nella seconda divisione inglese

ph. Reuters

Manu Tuilagi, Jonny May, Ben Youngs e Ellis Genge dovranno impegnarsi molto nelle ultime cinque giornate di Premiership, altrimenti la possibilità di giocare – l’anno prossimo – in Championship rischia di materializzarsi sotto i loro occhi. I giocatori in forza ai Leicester Tigers infatti potrebbero “scontare un anno in purgatorio”, dopo la Rugby World Cup 2019, qualora non riuscissero a salvare la propria squadra quest’anno in campionato.

La situazione attuale
Il club di Welford Road non se la passa bene: in classifica è decimo, con soli cinque punti di vantaggio (34 a 29) sul fanalino di coda Newcastle. La situazione è critica e alimentata anche da una serie di scelte infelici nella guida tecnica, che hanno portato al cambio di tre allenatori negli ultimi due anni.

La clausola di George Ford
I contratti vanno rispettati. Nessuno dei quattro giocatori sopra elencati ha fatto inserire nel suo accordo col club una “clausola retrocessione”, il che costringerebbe quindi Tuilagi e soci ad impegnarsi in Championship per la risalita del club; cosa che invece un “previdente” George Ford ha fatto apporre nel suo contratto e che potrebbe quindi esercitare in caso di disfatta.

Il “precedente Cokanasiga” e la tassa di trasferimento
Ormai il rebus si è materializzato e la preoccupazione per alcuni dei protagonisti della vicenda sembra essere palpabile. A rasserenare un po’ gli animi però, c’è un precedente recentissimo: quello di  Joe Cokanasiga. L’anno scorso infatti, l’ala della nazionale – che militava nei London Irish, alla fine retrocessi – è stato autorizzato, nonostante il suo contratto, a lasciare il club per legarsi a Bath.
La seconda chance invece, sarebbe quella della “Tassa di trasferimento”: i giocatori dovrebbero convincere altre squadre a comprarli offrendo loro un nuovo contratto e pagando una sorta di penale per liberarli dall’accordo vigente coi Leicester Tigers. Una pratica scarsamente utilizzata.

Rumors: il blasone di Leicester potrebbe dare il via alla riforma sul blocco delle retrocessioni
In Premiership sono anni che molti presidenti, sommessamente o meno, ipotizzano di attuare una riforma col blocco delle retrocessioni e delle promozioni per un paio di anni, al fine di ottenere nuovi proventi e una maggiore stabilità del sistema; e allora perchè non approfittare della situazione per ripresentare sul tavolo la questione.
I Leicester Tigers sono un asset importate e strategico della torneo, inutile negarlo: hanno uno stadio da 26.000 spettatori che spesso è pieno, attirano giocatori importanti, e per dodici anni (fra il 2005 e il 2017) sono sempre arrivati a giocarsi il titolo. Un campionato senza di loro sarebbe un problema, aldilà dei meriti o delle colpe sportive.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Premiership: Matias Moroni passa ai Newcastle Falcons

L'argentino lascia i Leicester Tigers dopo la vittoria del titolo

22 Giugno 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, le formazioni della finale Leicester-Saracens e dove vederla in streaming

Squadre in campo a Twickenham: si assegna oggi il massimo campionato inglese

18 Giugno 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Maro Itoje: “La retrocessione? Ci ha fatto bene sotto certi aspetti. Io mai lontano dai Saracens”

Il seconda linea della Nazionale inglese ha raccontato il lungo viaggio dei Sarries nelle ultime due stagioni, in attesa della finale con i Tigers

17 Giugno 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Quanto guadagna mediamente un giocatore in Premiership?

Quali sono i ruoli più pagati? Quali quelli meno remurerativi? Ecco tutte le cifre degli stipendi per la stagione 2020/21

16 Giugno 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Luca Morisi è un nuovo giocatore dei London Irish

Il centro azzurro si trasferisce in Inghilterra per un nuovo capitolo della sua carriera

15 Giugno 2022 Emisfero Nord / Premiership