Le modifiche proposte da World Rugby al nuovo torneo mondiale

Il governo mondiale ha rinunciato alle semifinali, togliendo un turno di playoff, e ha annunciato un’importante partnership con Infront

irlanda argentina test match

(Un’azione di gioco da Irlanda-Argentina del 2017) ph. Reuters

A seguito del meeting tenuto con le principali Federazioni a Dublino, World Rugby ha annunciato alcuni chiarimenti e modifiche alla sua proposta della Nations Championship, il nuovo torneo mondiale svelato per la prima volta dal governo ovale lo scorso 6 marzo e presentato già a settembre.

La struttura della competizione è rimasta quasi del tutto invariata: nella Division 1 composta da dodici squadre ci saranno due Conference, una europea e una con le squadre del Rugby Championship più le migliori decise dal ranking. Nel corso della “regular season” tutte le squadre giocheranno undici partite: per la classifica dell’Italia, ad esempio, verranno presi in considerazione i risultati conseguiti durante il Sei Nazioni tra febbraio e marzo; gli azzurri poi affronteranno le altre sei squadre tra luglio e novembre, come spiegato dal video pubblicato da World Rugby.

A differenza di quanto annunciato una settimana fa, non ci saranno gare di semifinali tra le prime due di ciascuna Conference nella Division 1; le squadre vincitrici delle Conference si affronteranno direttamente nella finale che decreterà la vincitrice della Nations Championship. Invariato anche il meccanismo di promozione/retrocessione tra una Division e l’altra.

Nel nuovo comunicato, inoltre, World Rugby ha annunciato che il format proposto sarebbe supportato da una partnership commerciale con Infront, uno dei principali gruppi di marketing sportivo, che garantirà quasi 5 miliardi di sterline di investimenti per un periodo iniziale di 12 anni (di cui oltre 1,5 miliardi di sterline incrementeranno i ricavi per il gioco). L’accordo con Infront riguarda sia i diritti televisivi sia i diritti di marketing, ma non include alcuna vendita di “quote” nella competizione; le entrate sarebbero comunque redistribuite alle Federazioni e a World Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

World Series 7s: due weekend europei per decidere la stagione

Sabato 25 e domenica 26, a Twickenham, la penultima tappa delle Sevens World Series 2019, con sfida Usa-Fiji in vetta e battaglia per qualificazioni o...

24 maggio 2019 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Le Fiji hanno tagliato l’allenatore della difesa per problemi di budget

C'è grande attesa per la prestazione della squadra alla RWC, ma i soliti problemi finanziari sono dietro l'angolo

23 maggio 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Irlanda: Cian Healy rinnova il suo contratto con Leinster per altre due stagioni

Il pilone continuerà a far parte dei Dubliners e della nazionale, anche dopo la Rugby World Cup 2019

21 maggio 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Inghilterra, verso la World Cup 2019: tegola Mako Vunipola, fuori per almeno tre mesi

Il pilone si è infortunato nel corso della vittoriosa finale di Champions Cup con i suoi Saracens. Mondiale a rischio?

17 maggio 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Australia: la federazione annuncia la cessazione del contratto di Folau

Un comunicato dell'ARU spiega la posizione presa dopo la sentenza dei giudici. Il giocatore potrà ricorrere in appello entro 72 ore

17 maggio 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Barbarians: prende forma una rosa stellare per la sfida all’Inghilterra XV

Diverse le stelle mondiali a disposizione di Pat Lam per la gara del 2 giugno a Twickenham

15 maggio 2019 Rugby Mondiale