Pro14: Zebre-Glasgow Warriors, una nuova speranza per i ducali

Altra sfida complicata per gli uomini di Bradley, che però recupera Castello, Giammarioli, Sisi e Tuivaiti. Calcio d’inizio alle ore 18:15

Renato Giammarioli (ph. Luca Sighinolfi)

Dopo la parentesi a Viadana e la pesante sconfitta a Belfast contro l’Ulster, le Zebre tornano nella loro casa del ‘Sergio Lanfranchi’ a Parma per un’altra sfida davvero proibitiva contro i Glasgow Warriors, secondi nella Conference A. Gli avversari molto complicati saranno delle costanti da qui a fine aprile per i ducali, le cui chance di tornare a vincere una partita nel Pro14 (ultima contro Edimburgo, a fine ottobre) si riducono drasticamente ogni settimana che passa visto il cammino che si profila davanti a loro.

Ogni partita tra le mura di casa rappresenta quindi una nuova speranza, sebbene Glasgow abbia chiaramente più mezzi degli italiani e parta senza dubbio con i favori del pronostico. La prestazione sfoderata contro Leinster due settimane fa, tuttavia, è un elemento che va tenuto necessariamente in considerazione, perché ha dimostrato quanto le Zebre possano essere incisive ed efficaci nel momento in cui trovano ritmo e vivacità in fase offensiva, in modo da sostenere la loro filosofia di gioco.

È vero, in mezzo c’è stata anche la partita di Belfast che non ha offerto nulla di buono, ma rispetto a una settimana Michael Bradley può contare sul fattore campo (che soprattutto in questo periodo dell’anno può avere un peso importante) e su alcuni elementi di spicco assenti in Irlanda del Nord: David Sisi, Jimmy Tuivaiti, Renato Giammarioli (la cui ultima partita risaliva a fine dicembre) e Tommaso Castello sono giocatori che possono dare un volto diverso alle Zebre, sia per leadership sia per caratura tecnica.

La mediana e la trequarti sono forse le migliori possibili al momento, perlomeno se Renton si confermerà sui livelli della partita contro Leinster, mentre le incognite sono soprattutto in prima linea, sia tra i titolari sia per chi dovrà subentrare dalla panchina. Roberto Tenga sarà alla prima apparizione da titolare in stagione, visti gli infortuni di Chistolini, Zilocchi e Bello, mentre dalla panchina si alzerà Matteo Nocera, classe 1999 ma al suo potenziale esordio a livello professionistico. Gli altri permit player saranno Danilo Fischetti (quarta convocazione consecutive) e Jacopo Bianchi.

Dall’altra parte, Dave Rennie non va troppo per il sottile anche perché deve fare i conti con 17 indisponibili tra infortunati e giocatori nazionali a riposo. Nonostante le tante assenze, la squadra è comunque di ottimo spessore, con Adam Hastings in cabina di regia e il giovane Stafford McDowall (classe 1998) osservati speciali in fase offensiva, oltre a un pack di tutto rispetto dove spiccano soprattutto i fratelli Zander e Matt Fagerson.

Sarà una partita presumibilmente molto aperta considerando lo stile di gioco delle due squadre, che puntano ad attaccare da qualunque parte del campo senza troppi fronzoli. Le ambizioni delle Zebre in questa stagione si sono scontrate spesso con i propri limiti e con l’organizzazione ad hoc degli avversari; in una gara a chi cercherà di essere più spettacolare, i Warriors alla lunga avranno la meglio se i ducali non riusciranno a innalzare il livello della propria difesa rispetto gli ultimi due incontri. La strada è in salita, ma le Zebre del resto sono abituate.

Calcio d’inizio alle ore 18:15, diretta streaming su DAZN

Zebre: 15 Francois Brummer, 14 Gabriele Di Giulio, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello (c), 11 James Elliott, 10 Carlo Canna, 9 Joshua Renton, 8 Renato Giammarioli, 7 Jimmy Tuivaiti, 6 James Brown, 5 David Sisi, 4 Samuele Ortis, 3 Roberto Tenga, 2 Oliviero Fabiani, 1 Daniele Rimpelli
A disposizione: 16 Massimo Ceciliani, 17 Danilo Fischetti, 18 Matteo Nocera, 19 Apisai Tauyavuca, 20 Jacopo Bianchi, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Tommaso Boni, 23 Paula Balekana

Glasgow Warriors: 15 Ruaridh Jackson, 14 Robbie Nairn, 13 Kyle Steyn, 12 Stafford McDowall, 11 Rory Hughes, 10 Adam Hastings, 9 Nick Frisby, 8 Matt Fagerson, 7 Chris Fusaro (c), 6 Rob Harley, 5 Scott Cummings, 4 Tim Swinson, 3 Zander Fagerson, 2 George Turner, 1 Oli Kebble
A disposizione: 16 Grant Stewart, 17 Alex Allan, 18 D’Arcy Rae, 19 Bruce Flockhart, 20 Adam Ashe, 21 Niko Matawalu, 22 Brandon Thomson, 23 Paddy Kelly

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Un nuovo pilone argentino per le Zebre Rugby

Per sopperire alle assenze di tre piloni destri, a Parma è arrivato Marco Ciccioli, sette presenze nei Pumas tra i vari tornei minori

14 marzo 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: Eduardo Bello fuori tre mesi

Il pilone argentino tornerà in campo solo nella prossima stagione

12 marzo 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Johan Meyer ha rinnovato con le Zebre Rugby fino al 2021

Il sudafricano è da quattro stagioni a Parma, dov'è diventato uno dei giocatori più importanti della squadra

11 marzo 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: stagione finita per Giovanni Licata

Il terza linea siciliano si è dovuto operare a causa di una lesione al collaterale esterno del ginocchio sinistro

7 marzo 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre-Glasgow: le parole di Michael Bradley e Tommaso Castello a fine partita

Il coach irlandese rimarca le difficoltà nell'approccio alla partita. Il capitano dei ducali: "Serviva più aggressività"

4 marzo 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: gli highlights di Zebre-Glasgow Warriors

Gli scozzesi hanno avuto vita facile a Parma, marcando sei mete: tutti i momenti salienti del match

4 marzo 2019 Foto e video