Le due facce di Italia-Irlanda

Soddisfazione per i progressi compiuti o recriminazioni per l’occasione persa? Tutte e due, in fin dei conti

COMMENTI DEI LETTORI
  1. geo 25 Febbraio 2019, 09:33

    Senza voler buttare la croce al ragazzo ma è oggettivo che i sette punti lasciati da Allan pesano tantissimo. A 15 dal termine fossimo stati sotto di 3 sarebbe stato tutto molto diverso. Questa stagione sono tanti i punti persi per strada e noi non possiamo permettercelo. Ci passa tutta la differenza tra vincere e non, nelle poche occasioni che abbiamo.

    • balin 25 Febbraio 2019, 10:14

      pesano meno dei sette regalati a Stockdale, perchè questi sono inattesi, mentre gli errori di mira dei calciatori stanno nel gioco (fra l’altro ieri ha sbagliato e tanto pure Sexton), l’errore è rimediabile quando c’è Violi che è l’alternativa anche a Canna mentre Tebaldi ormai raramente calcia.
      Fra l’altro non è che Mkinley abbia percentuali maggiori e sotto quest’aspetto il nuovo che avanza -Rizzi- deve migliorare molto. Gli altri? Canna calcia con migliori percentuali ma per il resto mi sembra ancora carente.
      ieri fra l’altro -usando il metro usato a belfast da Nigel Owens nell’ultima partita della Benetton, ci stava la meta tecnica a punire il verdone che ha cercato di strozzare Morisi sulla linea di meta, anche se Morisi ha segnato ugualmente. Oppure i metri e le regole sono sempre molto variabili?

      Credo che a questi livelli non possiamo lasciare all’avversario -qualunque sia fra le altre 5 del 6N- un numero così alto di assenti.

      • LiukMarc 25 Febbraio 2019, 10:16

        Palazzani sa calciare molto bene, e per me Tebaldi dovrebbe farlo più spesso. Per una volta ci troviamo con tre mediani di mischia che sono valide alternative al piede, senza dimenticare che Padovani ci sapeva fare eccome (si allena ancora spero…)

      • geo 25 Febbraio 2019, 10:58

        Vero, però io mi concentravo su un aspetto che è carente da molto tempo e a cui occorrerebbe cercare di trovare una soluzione.

      • ginomonza 26 Febbraio 2019, 08:44

        Mica sono d’accordo : sapere di non avere un calciatore affidabile è una mannaia sulle speranze di vittoria che ti porti per 80 minuti ogni partita e ti mette pressione sempre!

    • Maggicopinti 25 Febbraio 2019, 12:06

      Soprattutto a fine primo tempo essere sul 16-12 o sul 23-12 fa tutto un altro effetto.

  2. Parvus 25 Febbraio 2019, 10:03

    articolo equilibrato in tutti i sensi.
    posso solo aggiungere che andrebbe anche analizzata la prestazione della nostra under 20, che ha fatto vedere un rugby molto primitivo.

    • Nuvole! 25 Febbraio 2019, 15:52

      Analizziamo pure la nostra U20, ma prendendo a riferimento tutte le prestazioni della U19/U20 dall’inizio del Sei Nazioni: ci renderemo conto di come gli ultimi due o tre anni siano senza dubbio mediamente superiori ai quindici precedenti. Sará ancora poco, ma il miglioramento dei risultati si vede.

  3. Mr Ian 25 Febbraio 2019, 10:04

    Stamani ci svegliamo con il dubbio amletico se ci sarà o no un dopo O’Shea…ovviamente l augurio di tutti è che l irlandese rinnovi e continui a fare il suo lavoro. Anche se, come ho sempre detto, per rendere al meglio a bisogno di avere mano libera sugli investimenti, ed i primi scontri nascono proprio su questi aspetti. Ovviamente non mi meraviglierei che cogliesse l occasione al balzo per cambiare aria per cercare di migliorare la sua carriera altrove. L Italia per una serie di ragioni, molte delle quali gli allenatori le scoprono a lavori in corso, è un posto dove lavorare non è facile e l attuale dirigenza parecchie volte gli ha fornito le giuste motivazioni per andare via…
    Quanto alla partita di ieri, non tifavo così da tantissimo tempo, mi lascia un punto di domanda, la prestazione di ieri è la famosa base di partenza del lavoro di O’Shea o è il meglio che si possa ricavare da questo gruppo?
    Sono contento perchè finalmente ho visto una squadra giocare un rugby di livello soddisfacente, migliorabile ma sicuramente migliore delle uscite precedenti. Sarà che finalmente c’era un mediano di mischia di livello, degli avanti che si sono sacrificati per tutta la partita ecc…mi dispiace solo che una prestazione simile non sia fatta contro quel Galles. Deve essere chiaro per tutti che chi viene a Roma e non da il 100% passerà un brutto pomeriggio..
    Il test fit lo abbiamo superato ed anche a pieni voti, peccato non aver segnato punti nel secondo tempo, ma solo quelle piccole cose dove ancora c’è tanto lavoro da fare…
    Infine sulla scelta dell andare per i 3 punti sono d accordo con O Shea tutta la vita. Regola principe del rugby moderno è quando si va oltre la metà campo avversario si deve sempre tornare con i punti.

    • Giambo 25 Febbraio 2019, 10:08

      Infatti non capisco chi critica la scelta di andare per i pali. 2 minuti prima gli irlandesi ci avevano fatto capire ampiamente che con la touche non si passava. Non vedo cosa si poteva ottenere di più di un calcio piazzato a fine partita, con i giocatori stanchi e che non facevano punti da 40 e passi minuti.

    • balin 25 Febbraio 2019, 10:22

      io sono disopiaciuto che una prerstazione simile non si sia vista con la Scozia, ancor più perchè il primo fattore che l’ha impedita è stato un virus, che non è colpa di OShea ma forse di qualcun’altro si, nel senso che c’è stato qualche elemento scatenante non controllato da chi gestiva il raduno, cosa che a questi livelli non si può ammettere.

    • aldo68 25 Febbraio 2019, 15:01

      Guardando Francia-Scozia pensavo che con quella Scozia e l’Italia di ieri avremmo molto probabilmente vinto. Purtroppo ci è capitata la migliore Scozia quasi al completo e la peggiore Italia. Peccato, a volte ci vuole anche un po’ di fortuna.

    • Nuvole! 25 Febbraio 2019, 15:59

      Sinceramente io non capisco molto queste teorie complottistiche sulla FIR che renderebbe cosí difficile il lavoro degli allenatori della Nazionale, quando COS ha potuto scegliere personalmente e collocare dove voleva un numero di collaboratori inusuale per l’Italia, cosa che gli dá sicuramente un controllo molto maggiore dei suoi predecessori.
      Detto questo, credete che nelle altre Nazionali non ci siano pressioni da parte delle Unions? Chiedete a Novés o a Cheika quanto é facile essere l’allenatore delle loro Nazionali… anche questo é il professionismo: se perdi viene meno gente allo stadio e ci sono meno soldi per fare quello che vuoi.

  4. Giambo 25 Febbraio 2019, 10:04

    La prova del 9 saranno le prossime 2 gare: Se contro Inghilterra e Francia manterremo lo stesso atteggiamento e quantomeno manterremo lo stesso livello di prestazione, vuol dire che finalmente si cominciano a vedere dei risultati anche in Nazionale del buon lavoro svolto a Treviso (indipendentemente se si vince o si perde).
    Se invece sbracheremo o faremo le cose a singhiozzo come contro Scozia e Galles allora vuol dire che non siamo ancora usciti dal dilemma: Perchè Treviso sì, Nazionale no?

    • LiukMarc 25 Febbraio 2019, 10:29

      Be il ritmo del Pro14 non è paragonabile. Infatti quando Leinster decide di giocare da Leinster, manco Treviso gli sta dietro… 🙂
      Però sono d’accordo sull’importanza di lavorare nel solco della partita di ieri, per quanto gli inglesi, a casa loro, incazzati, non sono certo la bestia più facile da domare.

      • Giambo 25 Febbraio 2019, 10:56

        Dimentichi che contro Leinster, Treviso giocò con riserve e giovani.
        Quindi quella partita non la considererei particolarmente.

        • LiukMarc 25 Febbraio 2019, 12:32

          Be li scelta di Treviso, con annessi e connessi (anche se non è certo quella la partita su cui recriminare in stagione). Fatto sta che comunque in linea normale Leinster (ma non solo) al 100% è ancora al di là del 100% di Treviso, IMHO.

          • Giambo 25 Febbraio 2019, 12:57

            Beh, su questo concordo. Ma quello che volevo dire è che per me la differenza attuale tra Treviso e Leinster non è quella vista a dicembre visto che giocavano riserve e giovani (con i titolari a riposo per la Challenge). Detto in soldoni: per me ora come ora non ci sono 40 punti di differenza, ma non più di 15-20 (che non sono comunque pochi).

          • balin 25 Febbraio 2019, 14:02

            sarebbe bello poterli rivedere ….. magari alla fine dei playoff ? 😉

  5. LiukMarc 25 Febbraio 2019, 10:11

    Non parlerei di assenze dei verdi (perchè anche noi ne avevamo, e tutte di titolari), o dei calci (anche Sexton ha sbagliato una trasformazione e due restart), per quanto non capisco perchè nei momenti topici i nostri toppino.
    Non ci si dimentichi che loro sono due gradini sopra, vale un po’ il discorso fatto con l’Australia a Novembre. Se loro decidono di giocare impegnandosi, non c’è partita, anche se noi diamo il 100%.
    Fossi in Co’s lavorerei sulla disciplina, perchè quella ci ha ucciso (al di là della fiscalità di Jackson), con alcuni falli davvero sciocchi che hanno solo semplificato la vita agli Irish.
    Purtroppo gli errori ci sono sempre, Tebaldi sappiamo che ogni tanto perde lucidità, ma ieri si è fatto 80′ di altissimo ritmo dopo 1 mese senza giocare, ci possono stare. Mi da molto ma molto più fastidio la meta di Stockdale, ecco quella non la accetto, perchè viene da errori individuali, e gli abbiamo regalato 5 punti.
    Certo, occasione persa quantomeno per un punto di bonus a noi e uno in meno a loro, ma se prendiamo la partita come punto di partenza, e ci diciamo che da qui dobbiamo (e possiamo) migliorare per le prossime (Mondiale compreso) mi sta bene.
    Poi da capire le parole di Co’s, ditemi che la Fir davvero non sta pensando di mandarlo via…

    • Pumba 25 Febbraio 2019, 13:50

      Mandare via COS in questo momento , ma anche dopo il mondiale sarebbe un’enorme cavolata secondo me. Ha sbagliato , sbaglia e sbaglierà ancora perché nessuno è esente da errori. Ma detto questo abbiamo una persona che ha voglia di fare bene , ha le motivazione ed anche le capacità per far migliorare la swuadra ed il movimento di conseguenza. Ci serve continuità ed un progetto a lungo termine , insomma serietà , cosa della quale purtroppo , ai piani alti siamo tendenzialmente carenti.

    • balin 25 Febbraio 2019, 14:06

      stufo di sentir dire che COS è incapace inadeguato, ecc. ma dicano almeno chi sarebbe adeguato e capace, con la situazione organizzativa italiana (classica non solo del rugby) servirebbe più di un mago, teniamolo ancora e con lui Bradley e Crowley visto che -mi pare non contestabile- hanno trovato un equilibrio e lavorano tutti con finalità convergenti. Chicchessia avrebbe bisogno di anni solo per capirci qualcosa.

    • aldo68 25 Febbraio 2019, 15:04

      Pienamente d’accordo. #confermiamoCOS

    • TheTexanProp 25 Febbraio 2019, 17:17

      Se mandano via CoS vuol dire che veramente non siamo capaci di programmare nulla e che i federali sono sostanzialmente incapaci di guardare a lungo termine. Se rescinde lui stesso, e’ ancora peggio perche’ sottolinea ancora una volta che un coach X avra sempre le mani legate in Italia.
      CoS ha dei limiti ma e’ l’unico buono che possiamo permetterci e a mio avviso sta facendo bene a livello di struttura e nazionale, tenendo conto di tutte le variabili e fattori nell’equazione.
      Per il resto, concordo pienamente. E’ stata una bella partita dell’Italia che grazie ad una giornata SI di Tito, che ha fatto la differenza a 9, con una dinamicita’ diversa rispetto alle partite e una buona partita delle terze che hanno tamburato bene ma appunto grazie al dinamismo del 9. Limitati ma almeno finalmente abbiamo giocato e abbiamo provato a fare, sbagliando spesso. Vorrei vedere sempre un’Italia cosi. Consapevole dei limiti ma che puo mettere i bastoni tra le ruote pure a squadre come Irlanda. Mi sono emozionato alla prima meta, seduto nella mia poltrona a Dallas ed era una cosa che non capitava da un po.

  6. mic.vit 25 Febbraio 2019, 10:14

    analisi sacrosanta, ma ieri il bicchiere è stato più che pieno…
    gli avversari sottotono perchè noi li abbiamo schiacciati per più della metà del match…appena abbiamo cominciato c’erano tutti i presupposti per la solita goleada irlandese…noi che gli regalavamo palle su palle loro che marcavano mete, poi abbiamo cominciato a muovere palla ed abbiamo capito che potevamo farcela…
    peccato per i tanti falli e per i punti non marcati…
    infine non mi piace recriminare sull’arbitraggio, ma ieri Kearney e O’ Mahony dovevano farsi 10 minuti in panca ciascuno…e sarebbe stato un altro film ancora…
    comunque fiero dell’Italia di ieri!

  7. LiukMarc 25 Febbraio 2019, 10:15

    E comunque solo io sono ancora elettrizzato per la vittoria delle ragazze? Cioè, capiamoci, siamo secondi in classifica (e qui rode moltissimo il pareggio col Galles), ma quando mai ci è successo??? Pardon, sono seconde 🙂

  8. demon1981 25 Febbraio 2019, 10:27

    Analisi che non fa una grinza.
    Detto ciò, la prestazione dell’Italia di ieri dovrebbe rappresentare lo standard, perché a mio modo di vedere, la nostra Nazionale non é posi così distante come molti credono.
    Continuo a pensare che il materiale umano a disposizione sia buono, in alcuni casi anche ottimo!

    • TheTexanProp 25 Febbraio 2019, 17:23

      Il materiale e’ buono o ottimo per i nostri standard. Ma penso che se Irlanda avesse giocato da Irlanda (100%) noi le avremmo prese. Pero’ avrei voluto vedere quest’Italia contro Scozia e Galles, forse staremo qua a parlare di altro. Alla fine due pedine fondamentali sono state cambiate: Parisse (che dovrebbe giocare scampoli di partita e non dall’inizio = e’ purtroppo cotto come sarebbe chiunque a 36 anni) e il 9 che ha cambiato il dinamismo delle azioni.

  9. sol69 25 Febbraio 2019, 10:55
    • mic.vit 25 Febbraio 2019, 11:06

      c’è da apprezzare…un’unica unità in pandino capace di tenere a bada il traffico di Roma…quello è lo spirito giusto!! 🙂

    • geo 25 Febbraio 2019, 11:06

      ecco e qui rode ancora di più non aver vinto

    • narodnik 25 Febbraio 2019, 11:16

      gli inglesi ancora in corsa per la vittoria finale faranno turn over?dopo questa partita non credo.resta il rammarico per l arbitro e per i punti al piede,per la meta di stockdale,ma resta la speranza di vedere ogni volta piccoli miglioramenti.per il calcio finale,era molto difficile come posizione fosse stato dall’altra parte o piu’ vicino si poteva anche capire,e’ la prima volta che vedo al 6 nazioni un allenatore scendere e dare disposizioni ai giocatori.una disposizione a partita persa con la squadra che voleva andare in touche.

    • narodnik 25 Febbraio 2019, 11:19

      a me sembra ubriaco il vigile,ma si in fondo ci amano anche per questo siamo un paese di cazzari e della cosa ne vado strafiero!

    • xnebiax 25 Febbraio 2019, 12:29

      In altre parti del mondo la polizia si attiene al codice della strada.
      Molto più divertente così. Giustizia sommaria.

    • aries 25 Febbraio 2019, 13:35

      Se non fosse per la sirena e il lampeggiante avrei scommesso ci fosse mia moglie a guidare

  10. gian 25 Febbraio 2019, 11:07

    analisi condivisibile, partita persa su dei particolari, alcune chiamate arbitrali in momenti cruciali e su alcuni nostri limiti.
    su alcune cose si può lavorare, sul livello dei singoli si può sopperire con scelte più oculate del solito, e questo 6N lo stà dimostrando, e facendo giocare la squadra nei modi in cui rende meglio, poi si spera nel rientro di molti e nell’esplosione di altri.
    il lavoro coordinato di franchigie e nazionale comincia a palesarsi, certo alcune cose sono ancora da mani nei capelli. l’irlanda, come il galles e la scozia, ci ha, in piccola parte, forse favorito non arrivando con i muscoli bene in vista, ma resto convinto che sia nostro il merito di rendergli difficile riannodare i fili, quello che brucia è che noi lavoriamo un sacco per portare a casa la pagnotta e loro con due fiammate ti spezzano la partita, bisogna imparare a appiattire anche questo aspetto.
    ultima nota sul piazzato finale, so che un giocatore, soprattutto quando si rende conto che l’avversario ha il fiato corto, vorrebve metterlo sotto e dimostrare di essere superiore, ma facciamo due valutazioni serie:
    – piazzo, calcio fattibile se pur non banale, se entra prendo il bonus, se non entra finisce la partita (lasciamo perdere colpi di follia), è tutto in mano al mio giocatore, una volta che il calcio è partito il destino è segnato;
    – penaltouche: prima devo metterla fuori ad una distanza degna, devo lanciare e prnsere la touche, e magari loro non sono collaborativ o sbaglio il lancio o sbaglio i tempi o l’arbitro mi fischia qualcosa, devo formare la maul, ma magari faccio muro o faccio avanti o loro me la tirano giù subito o l’arbitro vede qualcosa, se non l’ho formata mi tocca giocare al largo o di pick and go, che siamo forti, lì, non facciamo mai tenuti o perdiamo palla nei 5mt, considerando anche che spesso gli altri giocano con un regolamento a parte, oppure formiamo la maul, ma anche là dobbiamo prendere inerzia ed arrivare fino in fondo, e anche qui ci sono da considerare loro e l’arbitro, in tutto ciò, che al massimo ti vale esattamente come mettere dentro il calcio, in termini di bonus, magari riesci anche a far rompere qualcuno… senza cattiveria, fossimo stati sotto di 6 o fosse valsa il doppio punto di bonus cerchi la meta anche in 12 da un calcio a 15mt in mezzo ai pali, così non riesco a dire che abbiano sbagliato, anche perchè se avessero fatto il contrario, sbagliando, saremmo qua aleggere le critiche al contrario (e se si fosse segnato in un modo o nell’altro ci sarebbe da ridire comunque)

    • mistral 25 Febbraio 2019, 11:37

      …sul calcio-si calcio-no sembra di rivivere le polemiche post Scozia-Italia RWC 2007…

      • gian 25 Febbraio 2019, 13:49

        perchè orquera vs australia?!

        • mistral 25 Febbraio 2019, 16:33

          … o Parisse 2016, e invece di dare il giusto merito a chi almeno ci prova, gli si riversa sopra la colpa, è un classico da italioti veri, chi non fa non sbaglia! 🙂

          • ginomonza 25 Febbraio 2019, 17:10

            credo che paragonare Parisse che calcia per disperazione di un arbitro che voleva che l’Italia perdesse con la Francia e la decisione di calciare contro l’Irlanda c’entra una mazza!
            Questa si è da tolonioti 🙂 🙂

          • gian 25 Febbraio 2019, 22:26

            quella di parisse fu una scelta istintiva, anche di frustrazione, quella contro l’australia e quella di domenica sono scelte più ragionate, si possono sicuramente accostare come idea di “azzardo” o di all in, chiaro che nascono in situazioni del tutto differenti, il fatto è che queste scelte lasciano sempre la sensazione di incompiuto, di rischio eccessivo che vadano a buon fine o meno, e sono degli ottimi agganci per chi vuole criticare senza valutare tutte le variabili in campo; posso accettare che uno dica che avrebbe provato altre soluzioni, ma dire che è stato un errore non mi va bene, sarebbe come accusare un MM di aver scelto di giocare a sx un 3 vs 2 con i tre quarti contro dei mischiaroli invece che a dx un 2vs 1 con due mischiaroli contro un 3/4, sono soluzioni praticamente equivalenti, con dei punti forti e dei punti deboli, che una vada in porto più facilmente dell’altra non dipende certo dalla scelta del MM

  11. pippuzzo 25 Febbraio 2019, 11:37

    Analisi del tutto condivisibile. Forse una parola per la prestazione concreta della mischia ci stava. Ecco lì la concorrenza fa bene. Fa bene a Lovotti e a Ferrari e agli altri. La chiamata di Riccioni come quella di Zilocchi di Quaglio e spero in futuro di Appiah dovrebbero alzare l’asticella. Lo stesso dovrà valere in altri ruoli. Basta titolari scontati.

    • xnebiax 25 Febbraio 2019, 12:24

      In mischia il problema non sono i piloni (secondo me).

      • pippuzzo 25 Febbraio 2019, 13:06

        Beh nei tight five c’è la speranza che nella rwc o nel post rev ci si assesta in seconda con Sisi Ruzza. Il post Ghira sarà più complicato. Io confido che Bigi migliori in difesa e in mischia e nella crescita dei giovani. Non nascondo che Makelara mi piace molto. La terza linea è un discorso completamente diverso, mi riferivo ai primi 5 nel mio commento. Comunque anche lì di materiale di buon livello ce n’è.

    • Parvus 25 Febbraio 2019, 13:28

      come parisse!!!!!!!!!!!!!

  12. BigH 25 Febbraio 2019, 12:07

    Migliori giocatori del terzo round:
    Dan Biggar, Antoine Dupont, Tito Tebaldi, Demba Bamba, Alun Wyn Jones, Liam Williams.
    Che ne pensate?

    • narodnik 25 Febbraio 2019, 12:13

      beh mettiamo anche un irlandese,stockdale?

      • BigH 25 Febbraio 2019, 13:36

        Certo e anche Tom Curry. Grande Jones non solo per come ha gestito la partita sempre in avanti ma anche per il rispetto che ha per il gioco quando allontana i suoi e chiede rispetto per l’arbitro.

    • LiukMarc 25 Febbraio 2019, 12:36

      Ci piazzerei pure Fikou, a tratti incontenibile (e fa capire che lui deve giocare centro, non da altre parti)

    • Pumba 25 Febbraio 2019, 13:56

      Pure Ghiraldini secondo me ieri ha fatto una prestazione esagerata.

  13. xnebiax 25 Febbraio 2019, 12:22

    Indisciplina: la meta di Morisi andava annullata per la spinta di Padovani su Earls e Traoré si meritava un giallo sacrosanto per la maul fatta crollare nell’azione della meta di Murray.
    Jackson ci ha trattati bene. La disciplina dei giocatori è stata pessima.
    Occasione persa.
    Squadra in lenta crescita.
    Quando allenano la contesa nel bd finiscono per fare 14 falli. Quando difendono senza contendere mai fanno pochi falli ma subiscono molti punti. Possibile che i giocatori non sappiano come contestare senza fare falli? (evidentemente è possibile perché è la realtà).
    Comunque devono abituarsi a questo livello di prestazioni tutte le partite e limare disciplina e ridurre errori.
    Ancora tanto lavoro.
    La mischia non va proprio.
    Idea balorda: visto che la mischia del Mogliano si porta a spasso tutte le altre mischie del Top12, perché non si può invitare Costanzo a fare qualche allenamento con la nazionale? Troppo facile?
    È magari invitare un arbitro agli allenamenti del bd?
    P. S. A fine partita non mi è piaciuta la decisione di O’Shea di andare per i pali: il calcio era angolato, la probabilità di fare meta non era molto inferiore a quella di centrare i 3 punti.

    • LiukMarc 25 Febbraio 2019, 12:29

      Ecco, io chiedere ad un Mitrea (ma anche ad un ex, come Damasco) di partecipare a qualche allenamento lo farei. Il problema qui, xne, è che ormai abbiamo capito che il metro arbitrale è iper soggettivo. Quello che fischia Owens non lo fischia il Barnes o il Poite di turno, e viceserva. Un bel casino.
      Sulla scelta finale del calcio non mi trovi d’accordo, ma tant’è, ormai è andata 🙂

    • Giambo 25 Febbraio 2019, 13:03

      Mi sa che abbiamo visto proprio un’altra partita.
      Ostruzione su Tebaldi che si involava da solo in meta ne vogliamo parlare? Fosse stato a parti inverse come minimo davano all’Irlanda meta tecnica e a noi il giallo.
      Per non parlare poi di tutti i continui veli che facevano gli irlandesi, dei loro ingressi in ruck PLATEALMENTE laterali (mai fischiati) e dell’avanti fischiato a Ruzza nei 22 irlandesi nella ripresa quando si vede benissimo la palla che sbatte sulla gamba del giocatore, e non viene neanche toccata con le mani.
      Capisco essere sempre negativi e critici su tutto (punti di opinione diversi) ma sentirmi dire che l’arbitro ci ha trattati bene, e che siamo stati poco disciplinati dopo un simile arbitraggio anche NO!
      P.S: la spinta di Padovani non esiste, è chiaramente sbilanciato già di suo il giocatore irlandese, quando Padovani lo tocca.

      • aries 25 Febbraio 2019, 13:52

        Già!!
        Mi ero completamente dimenticato dell’ avanti fischiato a Ruzza…
        Io mi accodo, arbitraggio vergognoso, solo Linton in giornata di grazia potrebbe fare peggio!

      • irish shrink 25 Febbraio 2019, 15:32

        Padovani si era solo conto che quello lo stava andando ad ostruire e l’ha tolto di mezzo prima che lo potesse fare…

    • Giambo 25 Febbraio 2019, 13:05

      E giusto per concludere: piantiamola con sta storia che il Top12 deve essere coinvolto di più con la Nazionale. E’ un campionato che di professionistico non ha nulla, punto. Quindi non vedo proprio cosa potrebbero aggiungere i tecnici di squadre semi-amatoriali a ciò che fanno a livello di Nazionale Maggiore.

      • gian 25 Febbraio 2019, 20:44

        infatti, lamaro e bellini se non giocassero o avessero giocato in pro14 altro che fare certe prestazioni…. ah no!

        • Giambo 26 Febbraio 2019, 06:25

          Infatti loro sono/erano permit che si allenano con la franchigia in settimana, per poi eventualmente tornare nel weekend nel club di Top12.

          • gian 26 Febbraio 2019, 08:58

            lamaro solo quest’anno, bellini arrivò direttamente dall’eccellenza, il discorso è molto semplice, ci sono alcuni giocatori che possono essere testati con buoni risultati a livello più alti pur giocando in top12, magari perchè giocano in squadre più strutturate, altri no; i casi devono essere analizzati uno per uno, il top12 ha sicuramente ritmi inferiori e un altro livello di competenze e rapidità di pensiero, ma fisicamente è probante.

    • pippuzzo 25 Febbraio 2019, 13:13

      Earls rallenta la corsa davanti a Padovani, legittimo il contatto. La mischia chiusa ha fatto il suo dovere. A memoria Furlong e Healy ci arano da anni… arano proprio. Stavolta no. La palla non esce veloce ma non sono sicuro che sia quello che cerchiamo. Un paio di volte steyn su una mischia solida e uscita lenta è ripartito bene e ha fatto metri e metri.

      • gian 25 Febbraio 2019, 22:38

        diciamo che in mischia a me ha fatto un certo effetto vedere su introduzione nostra ripetere l’ingaggio 3 o 4 volte, quasi a cercare il nostro errore, mentre su introduzione verde, spinta regolarissima, pilone sx che regge e fa da puntello, pilone dx che non tiene la spinta e, quindi, mischia che gira su spinta azzurra e non solo non ci da calcio o inversione dell’introduzione e neanche il minimo sindacale di ripetizione, ma siccome il ns pilone sx arrivato a 45° esce, in manera abbastanza naturale, dalla linea di spinta sporgendo il culone in fuori, da calcio contro a noi, mi pare in zona tra i 22 e i 10mt verdi, mah, mi è parso un bel regalone, uno di quelli che ha tolto le peggiori castagne dal fuoco ai trifogli

    • wolframius 25 Febbraio 2019, 13:55

      La cravatta di O’Mahoney su Morisi invece tutto regolare, così come la spallata di Kearney ad un Tebaldi che ha già calciato ed è involato in meta tutto ottimo e abbondante, giusto?
      Può essere anche vero che i nostri quando vanno a contendere fanno fallo, ma è anche vero che gli irlandesi giocano spesso oltre al limite e non vengo puniti allo stesso modo.

      L’unico arbitro che ho visto punire severamente gli irlandesi al BD è Barnes, e in quell’occasione l’Irlanda aveva preso una scoppola mica da ridere.

      • balin 25 Febbraio 2019, 14:22

        La cravatta di O’Mahoney su Morisi è da citazione visto che non è stata sanzionata con il giusto giallo e -magari- meta tecnica.
        Se volete date fallo a Padovani ma se il metro è quello cambia tutto.

    • Nuvole! 25 Febbraio 2019, 16:25

      Veramente ci sarebbe dovuta essere la meta tecnica per l’ostruzione di Earls su Padovani. Senza l’ostruzione, Padovani avrebbe avuto una chiara occasione da meta.

  14. Atley73 25 Febbraio 2019, 12:26

    Benché concordi con gli argomenti di fondo dell’articolo, trovo sempre uno squilibrio inspiegabile tra il peso che viene dato nella valutazione sul rilievo delle assenze nelle formazioni tipo delle squadre avversarie e i nostri assenti. Altrettanto dicasi per le valutazioni compiute tra gli errori fatti da loro e gli errori fatti da noi.
    Mi spiego meglio: se l’Irlanda sceglie o è costretta a giocare senza alcuni dei suoi uomini di punta e questo la porta ad avere enormi problemi con la cenerentola del 6 nazioni (che gioca a sua volta con una formazione ampiamente rimaneggiata), beh, non capisco perché questa circostanza porti sistematicamente a speculare sul punto sminuendo sistematicamente i meriti della nostra nazionale ed aumentando in modo sproporzionato i meriti degli avversari.
    Noto tra l’altro che l’assenza dei migliori delle altre squadre viene visto sempre come una prova della loro profondità, mentre, al contrario, l’assenza di nostri uomini chiave viene sempre utilizzata per mettere in luce la scarsa profondità della rosa dei giocatori italiani. Per carità, è sin troppo facile constatare che gli altri hanno più giocatori abituati a giocare a livello internazionale, tuttavia, noto con dispiacere che se il Galles e l’Irlanda vengono da noi con squadre più o meno rimaneggiate pensando di disintegrarci, (tornando poi a casa con l’amaro in bocca dopo aver giocato con la seconda squadra della nazionale italiana), beh, il commentatore medio riconosce che loro (numeri 2, 3, 4 del ranking) son fenomeni, noi (numero 15) nel migliore dei casi siamo in un tunnel senza uscita. Insomma, manca sempre un po’ di sano equilibrio nelle critiche, anche perché sono convinto che se le cinque del sei nazioni affrontassero le squadre che stanno avanti a noi in classifica, avremmo la prova che, al momento, siamo in una posizione che non ci compete.
    Poi, per carità, convengo con chi pensa che le partite contro Galles e Irlanda sono state due sanguinose occasioni perse da noi, senza dubbio, ma ci si renda conto finalmente che, al netto di alcuni inaccettabili errori dei nostri (sempre meno, comunque), o le altre 5 del torneo affrontano l’Italia con la loro prima squadra in perfetta forma o prima o poi finirà bene per noi e male per loro, e questo, pur a fronte dei nostri numerosi assenti di peso.
    Manca la profondità? Certamente, ma a me sembra che quel fesso di COS stia facendo un buon lavoro, e il meglio deve ancora arrivare.
    Quanto agli errori: se li facciamo noi è perché non abbiamo fatto psicomotricità alle elementari, se li fanno loro è perché erano in giornata no, perché a Roma se stabbene, ce stà l’abbacchio, ce stavano le belle donne…..

    • demon1981 25 Febbraio 2019, 12:56

      @Atley73 penso che sia semplicemente il risultato a cambiare la prospettiva delle cose.
      É chiaro che se l’Italia avesse battuto l’Irlanda e il Galles a quest’ora giustamente staremmo esaltando la nostra Nazionale e i progressi compiuti.. Al di là delle assenze e le mancanze delle 2 squadre in questione
      Invece si é perso. E quando si perde, si cerca sempre di mettere in evidenza gli errori ..
      Penso sia normale!

  15. sanfrancesco 25 Febbraio 2019, 13:20

    Senza voler essere blasfemo, non si e’ sentita la mancanza di Parisse e Negri.
    Sarebbe ora di aumentare un po’ la competizione interna nei vari ruoli.
    Per me l’unico insostituibile qui e’ Hayward.
    Canna sconta il momentaccio delle zebre. Personalmente gli farei giocare le ultime due del torneo.

    • Parvus 25 Febbraio 2019, 13:35

      san francesco io aggiungo che senza parisse abbiamo giocato molto molto meglio.

    • SilverShadow 25 Febbraio 2019, 18:45

      1. A Hayward aggiungerei Tebaldi.
      2. Io non capisco quelli che vogliono Canna, vorrei tanto che stesse giocando bene, al livello di 2/3 anni fa, ma purtroppo sta giocando male da tutta la stagione e non solo per colpa degli zebrati. Se non sopportate Allan, quello da far partire titolare è McKinley

    • Bimbubam 25 Febbraio 2019, 19:43

      L’unico davvero insostituibile è Tebaldi. A estremo possiamo mettere Padovani che le sue garanzie le dà, a mediano di mischia abbiamo visto cosa succede senza Violi o Tito

  16. pippuzzo 25 Febbraio 2019, 13:20

    L’Irlanda aveva 8-9 abituali o presunti titolari. Le assenza più pesanti Best e Toner che noi soffriamo particolarmente. Il Galles era una squadra b. Questi Han giocato con kearney aki stockdale Earls sexton Murray pom healy furlong. Una squadra regolare con dei problemi ma non una squadra b.

    • LiukMarc 25 Febbraio 2019, 14:08

      Esatto, e tra l’altro altro anche noi senza Gega, Parisse, Negri, Polledri, Violi, Sarto, Bellini e Minozzi non è che siamo proprio al top della formazione…

      • pippuzzo 25 Febbraio 2019, 15:32

        Senza dubbio visto le formazioni che abbiamo schierato negli ultimi anni e nei pronostici degli esperti, potremmo dire che eravamo senza Parisse, Negri, Polledri, Violi, Bellini e Minozzi. Che poi molti preferiscano Heyward a Minozzi come estremo, Steyn a Parisse a 8, Tebaldi a Violi a 9 e probabilmente chiunque a 11 al posto di Bellini è frutto di opinioni personali, vista annebbiata da grappa o partigianeria pura e semplice, a seconda dei casi. Ma questo succede ovunque. Fino a ieri in molti volevano provare i due tallonatori di riserva in Irlanda e c’è chi vorrebbe Larmour a 15 titolare sempre, Marmion al posto di Murray e così via. . resta il fatto che questa era l’Irlanda priva degli infortunati e con qualche scelta discutibile che affrontava l’Italia priva degli infortunati e con qualche scelta discutibile (tipo ‘Mbanda eTuivati che ovviamente molti ritengono inferiori anche a Lazzaroni e a Pettinelli e qualcuno pure al cane di Crowley e Esposito che in più d’uno vorrebbe sostituito da Sperandio, o Allan che, senza contare i fautori di Canna, di recente in molti ritengono meno in forma di McK, o Budd che probabilmente qualcuno avrebbe preferito in panchina con Sisi in campo, ma non mancano i sostenitori di George Biagi). Le squadre erano quelle, i più forti hanno vinto (alcuni dicono schierassero un uomo in più), i perdenti hanno giocato meglio di altre volte. Dove inizino i meriti degli underdogs e dove finiscano i meriti degli autoproclamatisi campioni del Mondo 2019 è impossibile da stabilire.

        • Totalmente incompetente 25 Febbraio 2019, 16:24

          Bellissima, grazie Pippuzzo! ci hai proprio fotografato, noi commentatori da tastiera!!! Copio e conservo per futura memoria

  17. franzele 25 Febbraio 2019, 15:20

    Finché ce l’abbiamo teniamocelo stretto il Sergione, magari tutelandolo con uno sfruttamento intelligente del contributo che può ancora dare. Roba da federazioni intelligenti, naturalmente.
    Parisse, Negri,Polledri, la miglior terza che abbiamo, con Steyn ed uno dei vari Licata, Mbandà, Lamaro…. vediamo chi crescendo si conformerà alle caratteristiche di un 8 di livello. Ed io punterei su Ruzza.

  18. Parvus 25 Febbraio 2019, 15:43

    anche per me ruzza terza centro e parisse in panca.

    • pippuzzo 25 Febbraio 2019, 15:59

      Una volta che abbiamo trovato un 5 che ruba qualche pallone in touche lo spostiamo a 8? Ruzza a 8 ci ha giocato, è bravo e quindi riesce benissimo a giocare anche lì, ma in seconda sta giocando molto bene, sta anche imparando a difendere come una seconda e noi di seconde abbiamo bisogno come il pane, visto che a breve non penso che nè Zanni nè Budd possano essere considerati all’altezza del livello (qualcuno potrebbe anche dire che il livello come seconde non lo abbiano mai neppure valsi, ma sono un ripiego e la storia lo conferma). A 8 abbiamo giocatori con davanti ancora una carriera e uno che si sta disimpegnando già benino da anni che è Steyn.

      • Parvus 25 Febbraio 2019, 16:28

        pipuzzo hai ragione ma penso che cannone possa star bene vicino ad uno come sisi…., tutto qua.

        • pippuzzo 25 Febbraio 2019, 16:49

          Sì. DIciamo che tra qualche anno avremo Sisi-Ruzza e Cannone in panca. O qualche combinazione differente… con Iachizzi, Krumov e chissà chi… però dai, Canale ha fatto 1 partita strepitosa ma pur sempre 1 partita in pro14. Dall’anno prossimo se ne parla. Se gioca sempre così anche contro opposizione un po’ più consistente, allora ci potrà anche stare

      • LiukMarc 25 Febbraio 2019, 16:38
        • pippuzzo 25 Febbraio 2019, 17:00

          Meritato in una giornata in cui le seconde linee del rugby europeo non hanno brillato e alcune delle migliori erano fuori. Penso che qualche gallese potrebbe anche sostenere che Cory Hill autore della meta decisiva meritasse lui il posto. Ruzza ha impressionato per la consistenza per 80 minuti. Bei placcaggi, con buona tecnica anche, alcuni tentativi di tenere alto l’uomo, palle rubate in rimessa laterale, buoni controlli delle proprie touch, bene nel gioco palla in mano, forse gli manca un po’ di presenza fisica nelle maul.

      • franzele 25 Febbraio 2019, 16:54

        Niente da dire, ma nel gioco serve chi fa lavoro pesante, chi fa tanto lavoro pesante (4 e 5) e chi fa lavoro pesante, ma dà qualche opzione in più perché corre, ha tecnica nel passaggio, nella corsa elusiva, un 8 classico. Ruzza è tutto questo e garantisce ottime prestazioni anche in touche.
        In alternativa si cerca l’8 modello carro armato, ma noi non lo abbiamo, neanche tra i nuovi o emergenti.

  19. Nuvole! 25 Febbraio 2019, 19:25

    @Redazione
    Ci sono per caso notizie sulla salute dei giocatori toccati duro?

  20. mauno 25 Febbraio 2019, 21:00

    Finalmente 80 minuti di gioco senza il solito calo nel secondo tempo

  21. Diesel83 26 Febbraio 2019, 00:05

    L’unico rammarico è non aver lasciato alla squadra la possibilità di giocarsi il punto di bonus lottando sul campo. Perso per perso i nostri sarebbero stati almeno padroni del proprio destino e delle proprie scelte.
    Sugli scudi Ghiraldini e Tebaldi, nonostante gli scettici la 3a ha girato bene con Mbandà Tuivaiti e Steyn… è evidente che al nostro coach piace una linea più fisica e aggressiva a una più soft come richiede il chilorugby moderno.
    Piaccia o no a chi ritiene che COS non meriti il rinnovo direi di ripensare a come eravamo messi 4 anni fa e al grossissimo lavoro che è stato fatto negli ultimi 3 anni, lavoro che probabilmente mancava dall’era Kirwan e che darà i suoi frutti se ci sarà continuità perchè diciamocelo il nostro COS è uno sponsor e rende la nazionale appetibile per tanti giocatori col doppio passaporto. Si sa il DNA della realtà italica è tipicamente padronale e mal si combina con gestioni manageriali tipiche del nordeuropa e della filosofia gestionale anglosassone in cui il nostro coach è abituato, è per questo che forse varrebbe la pena chiedergli di avere più coraggio e di essere più padrone delle proprie scelte… oltre a non abbandonarci perchè un altro così dove lo troviamo?
    Comunque quest’anno abbiamo rischiato il colpaccio con Australia, Scozia, e Irlanda…. partite che non abbiamo fatto nostre solo per fattori contigenti quali mancanza di fortuna, cinismo, arbitraggi imparziali, e farmaci antinfluenzali 😀

    • Nuvole! 26 Febbraio 2019, 17:10

      Kirwan si é trovato in una situazione pessima, pur essendo un allenatore inesperto, eppure qualche partita del Sei Nazioni l’ha vinta… alla fine per gli allenatori si fanno i conti sui risultati ed é giusto cosí.

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia, Marco Riccioni: “Tornare in Abruzzo e in Italia è sempre bello”

Dopo l'allenamento allo stadio Fattori di L'Aquila, il pilone teramano ha parlato del suo legame con le sue origini

23 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, gli obiettivi di Gonzalo Quesada per le Summer Series: “Aumentare la profondità del gruppo e sviluppare la nostra identità di squadra”

Il CT degli Azzurri ha spiegato i criteri di selezione utilizzati nella convocazione dei 33 giocatori impegnati a preparare il tour estivo

22 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: alle Summer Series ci sarà anche Ange Capuozzo

Il CT dell'Italia Gonzalo Quesada ha spiegato perchè l'accesso dello Stade Toulousain in finale di Top 14 non cambia le carte in tavola

22 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Summer Series: date e orari dei test match dell’Italia con Samoa, Tonga e Giappone

Ufficializzati i kick off delle tre partite che gli Azzurri sosterranno nel mese di luglio

22 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Mirco Spagnolo: “Mi sento un impact player. Devo continuare a sviluppare le mie capacità decisionali”

Il pilone della nazionale ha analizzato la sua stagione pensando ai prossimi impegni azzurri. Un percorso di crescita che non si vuole arrestare

20 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Lorenzo Pani è al lavoro sul suo percorso di recupero

Il trequarti della nazionale e delle Zebre muove i primi passi

19 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale