Benetton Rugby, Galon: “Vincere così rappresenta un altro mattoncino nella costruzione del nostro edificio “

L’ex azzurro ha analizzato la sfida contro i Dragons in conferenza stampa

ph. Ettore Griffoni

A margine del roboante successo da record contro i Dragons, Ezio Galon, assistente di Kieran Crowley, ha analizzato partita e momento del team veneto in conferenza stampa. “Abbiamo archiviato un risultato eclatante. Eravamo abbastanza convinti della vittoria, nonostante questo sia un periodo particolare, con tanti ragazzi che vanno e vengono dai rispettivi impegni”, ha esordito soddisfatto l’ex azzurro, prima di complimentarsi con i suoi ragazzi per l’attitudine mostrata dentro e fuori dal campo.

“Non posso che complimentarmi con i ragazzi. A Treviso, ormai da due o tre anni a questa parte, abbiamo fiducia in primo luogo verso le persone che compongono il gruppo, perché stanno lavorando duro, cercando di far fruttare il loro ‘investimento personale’ su se stessi. Gli uomini non stanno deludendo, e quando non deludono gli uomini, gli sportivi che ci sono dietro escono alla grande”, ha sottolineato con vigore.

Leggi anche: Pro14: i Leoni allungano in seconda piazza, approfittando dello scivolone di Edimburgo

“C’è stato un episodio, in Sudafrica contro i Kings, che è stato utile per definire meglio la nostra linea guida. Nel finale di partita avevamo una touche ed eravamo avanti. Non sapevamo se giocarla oppure no. Dopo il match abbiamo parlato con i ragazzi e ci siamo detto che la nostra mentalità deve essere quella di cercare di sfruttare ogni occasione per giocare. Dobbiamo sempre provare piacere nel proporre sempre la nostra offensiva”, ha proseguito, tratteggiando quella che è la mentalità che sta portando il Benetton Rugby a competere per traguardi sempre più importanti, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, prima di definire meglio gli obiettivi trevigiani nel breve termine.

“Vincere una partita così, riuscendo a dominare dall’inizio alla fine rappresenta un ulteriore mattoncino da apporre sull’edificio che stanno costruendo con voglia, passione, sacrificio e divertimento i ragazzi. La capacità, ora, di mettere in saccoccia questo risultato, e ripartire lunedì, con una nuova sfida di fronte a loro, con la medesima concentrazione è fondamentale. Ci sono riusciti fino ad ora, alzando sempre in settimana l’asticella dell’intensità e dell’impegno in allenamento. Per noi nel weekend arriva già un’altra sfida di grande importanza, ma in questa fase finale, per noi, tutte le sfide sono già delle gare playoff”, ha concluso.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Benetton: arriva un maxi-rinnovo per un tallonatore fino al 2027

I biancoverdi continuano a costruire per il futuro

item-thumbnail

Benetton, Gianmarco Lucchesi. “Il nostro obiettivo è ambire a un posto fra le prime otto”

Il tallonatore dei veneti ha parlato di Challenge Cup e del prossimo impegno in URC

item-thumbnail

Benetton, Rhyno Smith: “Bravi a riprenderci dopo la prima meta del Connacht”

L'estremo biancoverde ha dato il suo solito contributo in termini di punti, con una meta istintiva e fulminea

item-thumbnail

Benetton Rugby: le dichiarazioni di Albornoz e Bortolami dopo il match con il Connacht

L'apertura e l'allenatore fanno il punto dopo il successo ottenuto contro gli irlandesi

item-thumbnail

Benetton Rugby: il verdetto sulla squalifica inflitta a Giacomo Nicotera

Il tallonatore è stato espulso nell'ultima gara di Challenge Cup

item-thumbnail

Benetton Rugby: un mediano importante resterà a Treviso fino al 2027

Treviso costruisce la rosa del futuro prolungando il contratto a un classe 2002