Sei Nazioni 2019, verso Italia-Irlanda: Federico Ruzza e l’importanza di entrare dalla panchina

Il seconda linea si è soffermato sui minuti di gioco che sta trovando da subentrante, mentre Castello ha analizzato il suo momento

Ph. Sebastiano Pessina

Ogni volta che entra dalla panchina si rivela sempre più prezioso e c’è qualcuno che addirittura lo vorrebbe titolare: il Sei Nazioni di Federico Ruzza sin qui, nonostante le due sconfitte degli azzurri nei primi due incontri in programma, è stato indubbiamente molto positivo. L’avanti è quindi intervenuto, nel consueto appuntamento con la stampa, esprimendosi così espresso sulla sua dimensione in nazionale: “Il focus in tutto quello che facciamo deve essere sempre su noi stessi e sui fattori che possiamo controllare – ha affermato il seconda linea – cercando di limitare al minimo i nostri errori.
I miei ingressi dalla panchina? Nel rugby di adesso i 23 a lista gara hanno tutti una grande importanza. Con impatti sempre più duri e intensità elevata, chi entra in campo deve essere sempre pronto per dare il proprio apporto e magari provare a dare qualcosa in più in termini di freschezza. In ogni caso, essere nei 23 è sempre un onore. La competizione interna fa bene a tutti e mira ad innalzare il livello in ogni ruolo.
L’Irlanda è una squadra che fa dell’intensità del gioco una delle armi migliori. Sarà importante essere cinici e sfruttare tutte le occasioni a nostro favore”.

Approposito di Best e soci poi, ecco arrivare anche le parole di un Tommaso Castello in cerca di riscatto: “Sarà un match allo stesso tempo duro e interessante – ha dichiarato il centro – contro una delle squadre più forti al mondo. Di certo il blasone dell’Irlanda non sarà un fattore limitativo: noi giochiamo sempre per vincere ogni partita in cui scendiamo in campo.
So di non avere disputato la mia miglior partita all’esordio contro la Scozia e nelle settimane seguenti alla prima partita abbiamo lavorato tutti duramente per migliorarci. Nessuno è sicuro del posto in squadra, non ci sono gerarchie. Ognuno deve avere un rendimento altissimo in campo e in allenamento per poter ambire a vestire la maglia della Nazionale”.

Italia – Irlanda sarà trasmessa – con calcio d’inizio alle ore 16.00 – da DMAX (canale 52 DDT) e in diretta streaming su OnRugby.it che, circa mezz’ora prima del kick off, pubblicherà un’apposita notizia “contenente il player per vedere e commentare la partita.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia, Marius Goosen: “Tante cose da migliorare. Non dobbiamo regalare punti e metterci sotto pressione da soli”

L'assistente allenatore di Franco Smith ha parlato in un incontro stampa virtuale

27 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Franco Smith: “Siamo delusi, e indietro fisicamente. Buona partita per Garbisi”

Il capo allenatore azzurro ha parlato in conferenza stampa, dopo la sfida tra Italia ed Irlanda

25 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2020: gli highlights di Irlanda v Italia

I momenti chiavi del difficile pomeriggio azzurro a Dublino

25 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Paolo Garbisi: “La mia prestazione è stata negativa, come quella del resto della squadra”

L'apertura azzurra ha commentato a caldo il match dell'Aviva

25 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2020: a Dublino l’Irlanda batte 50 a 17 la giovane Italia

Sette marcature irlandesi e i verdi volano in testa alla classifica del 6 Nazioni. Per gli azzurri, a segno Padovani e Garbisi

24 Ottobre 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale