Sei Nazioni 2019: Irlanda senza Devin Toner e Garry Ringrose in Scozia

Per Joe Schmidt le cose si complicano soprattutto sulla trequarti

Devin Toner, Irlanda (ph. Reuters)

L’Irlanda dovrà fare a meno del seconda linea Devin Toner e del centro Garry Ringrose per la sfida contro la Scozia al BT Murrayfield, nella seconda giornata del Sei Nazioni 2019. Queste assenze si aggiungono a quella già certa di CJ Stander, e costringeranno Joe Schmidt a rivedere la composizione della sua squadra sia in seconda linea sia nella trequarti.

Toner,32 anni, è alle prese con dei problemi a una caviglia (per i quali è stato sostituito durante Irlanda-Inghilterra), mentre il 24enne Ringrose non ha superato l’infortunio al bicipite femorale riportato al termine della sfida. Lo ha annunciato nel corso di un incontro con i giornalisti l’allenatore della mischia irlandese, Greg Feek. Sarà a disposizione dello staff tecnico invece Keith Earls, che ha superato il problema all’anca.

In seconda linea, a questo punto, Schmidt dovrebbe affidarsi a Quinn Roux, che ha sostituito proprio Toner nel corso della prima giornata. È la terza indisponibilità in questo reparto per il CT irlandese, dopo gli infortuni di Tadhg Beirne (che dovrebbe essere in gruppo dalla terza giornata in avanti) e Iain Henderson.

Nel reparto arretrato le opzioni sono diverse: se Rob Kearney dovesse tornare a disposizione (o se dovesse essere promosso a titolare Jordan Larmour), Robbie Henshaw tornerebbe al centro per formare una collaudata coppia con Bundee Aki, ma se Schmidt dovesse continuare a schierare Henshaw come numero 15, allora la maglia numero 13 potrebbe essere vestita da uno tra Chris Farrell (Munster) e Will Addison (Ulster).

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia