Sei Nazioni 2019: Inghilterra e Irlanda perdono Maro Itoje e CJ Stander

Il numero otto dei Verdi ha giocato con fratture al volto per 63 minuti

maro itoje

Maro Itoje uscendo dal campo (ph. Reuters)

La partita tra Irlanda e Inghilterra a Dublino ha lasciato strascichi importanti per ambedue le squadre. La nazionale in maglia verde dovrà rinunciare a CJ Stander per un massimo di quattro settimane: il numero otto nato in Sudafrica è uscito dopo 63 minuti in cui ha messo in campo la solita prestazione di grande sostanza e sacrificio, e lo ha fatto con una doppia frattura dello zigomo e una frattura all’orbita. A rivelarlo è stato suo cognato Ryk Neethling, ex nuotatore e oro olimpico ad Atene 2004, con una foto postata su Twitter nel post partita.

Il bollettino medico diramato dalla Federazione irlandese ha confermato che Stander ha degli “infortuni al viso”, che lo costringeranno quindi a saltare buona parte del Sei Nazioni 2019. Lo staff medico irlandese dovrà inoltre monitorare le condizioni fisiche di Devin Toner (problema alla caviglia), Keith Earls (anca) e Garry Ringrose (bicipite femorale), mentre Andrew Conway tornerà a Munster per curare i problemi al polpaccio.

L’Inghilterra invece dovrà fare a meno di Maro Itoje. Il seconda linea è uscito dal campo dolorante al ginocchio dopo 54 minuti, facendo presagire qualcosa di piuttosto serio. Come riporta in esclusiva RugbyPass, il seconda linea inglese ha riportato un infortunio ai legamenti mediali e dovrà restare ai box per otto settimane, a causa del quale dovrebbe saltare tutto il resto del Sei Nazioni e anche il quarto di finale di Champions Cup tra Saracens e Glasgow.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia

item-thumbnail

Sei Nazioni : il calendario e gli orari delle edizioni 2020 e 2021

L'Italia aprirà la sua avventura post Mondiale contro il Galles, a Cardiff, l'1 febbraio 2020

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: il XV del Torneo secondo OnRugby

Abbiamo provato a scegliere i migliori di questa edizione del Torneo