Sei Nazioni 2019: Inghilterra e Irlanda perdono Maro Itoje e CJ Stander

Il numero otto dei Verdi ha giocato con fratture al volto per 63 minuti

maro itoje

Maro Itoje uscendo dal campo (ph. Reuters)

La partita tra Irlanda e Inghilterra a Dublino ha lasciato strascichi importanti per ambedue le squadre. La nazionale in maglia verde dovrà rinunciare a CJ Stander per un massimo di quattro settimane: il numero otto nato in Sudafrica è uscito dopo 63 minuti in cui ha messo in campo la solita prestazione di grande sostanza e sacrificio, e lo ha fatto con una doppia frattura dello zigomo e una frattura all’orbita. A rivelarlo è stato suo cognato Ryk Neethling, ex nuotatore e oro olimpico ad Atene 2004, con una foto postata su Twitter nel post partita.

Il bollettino medico diramato dalla Federazione irlandese ha confermato che Stander ha degli “infortuni al viso”, che lo costringeranno quindi a saltare buona parte del Sei Nazioni 2019. Lo staff medico irlandese dovrà inoltre monitorare le condizioni fisiche di Devin Toner (problema alla caviglia), Keith Earls (anca) e Garry Ringrose (bicipite femorale), mentre Andrew Conway tornerà a Munster per curare i problemi al polpaccio.

L’Inghilterra invece dovrà fare a meno di Maro Itoje. Il seconda linea è uscito dal campo dolorante al ginocchio dopo 54 minuti, facendo presagire qualcosa di piuttosto serio. Come riporta in esclusiva RugbyPass, il seconda linea inglese ha riportato un infortunio ai legamenti mediali e dovrà restare ai box per otto settimane, a causa del quale dovrebbe saltare tutto il resto del Sei Nazioni e anche il quarto di finale di Champions Cup tra Saracens e Glasgow.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Nominato il nuovo amministratore delegato del Sei Nazioni, succederà a Ben Morel da aprile

Si tratta di Tom Harrison, ex capo dell'England and Wales Cricket Board (ECB) ed ex dirigente di IMG Media e ESPN STAR Sports

27 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni chiude la porta al Sudafrica: “Nessuna espansione in questo momento”

Il CEO di Six Nations, Ben Morel, ha messo le cose in chiaro

25 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: Inghilterra, problemi di infortuni. Ben 4 cambi rispetto ai primi convocati

Il ct Steve Borthwick deve gestire un'infermeria già molto piena

24 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Galles: Gatland vuole riconsiderare la regola dei 60 cap

L'allenatore del Galles stringe i tempi per discutere la regola sul numero di presenze necessarie a un giocatore che milita all’estero per essere conv...

24 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Gatland: “Con l’Italia bisognerà costruire di 3 punti in 3 punti”, e glissa sul cucchiaio di legno…

Il tecnico del Galles ha risposto alle nostre domande in conferenza stampa

23 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Inghilterra, torna d’attualità la staffetta Smith-Farrell

Steve Borthwick deve decidere se metterli in campo insieme o preferire uno all'altro, Kevin Sinfield dà un indizio

19 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni