Sei Nazioni femminile: Inghilterra e Francia a valanga

Red Roses e Bleues segnano una cinquantina di punti a Irlanda e Galles. Risultati e classifiche dopo la prima giornata

Zoe Harrison, Inghilterra femminile (ph. Reuters)

Inghilterra e Francia, le due grandi favorite per la vittoria finale, hanno cominciato il Sei Nazioni femminile 2019 con due larghe vittorie alla prima giornata.

– Guarda anche: gli highlights della vittoria dell’Italia in Scozia

Le Red Roses, nel match che ha aperto la competizione venerdì sera, hanno sconfitto 7-51 le irlandesi a Donnybrook, evidenziando come il divario tra le due squadre sia sempre più ampio (l’Irlanda in questo momento storico sta puntando molto sul rugby seven e le Olimpiadi).

Di fatto non c’è mai stata storia: dopo aver chiuso il primo tempo avanti per 0-13 (mete di Breach e McKenna), le inglesi hanno dilagato nella ripresa con le mete di Bern, Davies, Daley-McLean, Harrison, Scott e ancora Bern, nel finale. In mezzo, al 62′ è arrivata una meta di punizione per l’Irlanda, che non ha comunque evitato il tracollo e un totale di nove mete subite.

A Montpellier, davanti a circa 8000 spettatori, le campionesse in carica hanno rifilato un passivo di poco peggiore al Galles. Senza la miglior giocatrice del mondo del 2018, Jessy Trèmouliere, la Francia non ha avuto molti problemi nel battere le ospiti per 52-3.

Anche per le Bleues sono state nove le mete segnate, senza subirne alcuna: a segno sono andate Thomas (due volte), N’Diaye e Murie nel primo tempo (23-3), mentre nella ripresa è stato il turno di Menager (doppietta), Constanty e ancora Thomas e Murie. Gli unici punti del Galles sono arrivati al 14′ con un calcio di punizione di Robyn Wilkins.

Sei Nazioni femminile 2019 – 1^ giornata

Irlanda v Inghilterra 7-52
Scozia v Italia 7-28
Francia v Galles 52-3

Classifica: Francia 5, Inghilterra 5, Italia 5, Scozia 0, Irlanda 0, Galles 0

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia

item-thumbnail

Sei Nazioni : il calendario e gli orari delle edizioni 2020 e 2021

L'Italia aprirà la sua avventura post Mondiale contro il Galles, a Cardiff, l'1 febbraio 2020

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: il XV del Torneo secondo OnRugby

Abbiamo provato a scegliere i migliori di questa edizione del Torneo

item-thumbnail

Monumentale: frammenti di Alun-Wyn Jones

Piccola, significativa raccolta di momenti iconici del capitano e simbolo del Galles del Grande Slam