La vittoria del Connacht elimina il Benetton dalla Challenge Cup

Gli irlandesi rimontano negli ultimi dieci minuti a Bordeaux e condannano i veneti

COMMENTI DEI LETTORI
  1. demon1981 19 Gennaio 2019, 17:57

    Buon torneo comunque di Treviso.
    Alla luce delle convocazioni per il 6 Nazioni forse è meglio così.
    Affrontare la fase finale di coppa con 3/4 della squadra disfatta dal 6 Nazioni sarebbe stata davvero dura.

    • TommyHowlett 19 Gennaio 2019, 18:07

      Non cerchiamo alibi. Questa mancata qualificazione è una sconfitta per Treviso. Il turno lo si doveva passare. Punto

      • demon1981 19 Gennaio 2019, 18:11

        quali alibi?
        Ho detto che ha disputato un buon torneo, non che meritasse di passae il girone.
        Parliamo sempre di Treviso, mica di Munster o altro..

      • Dusty 19 Gennaio 2019, 18:16

        Di quali alibi stai parlando?

        • TommyHowlett 19 Gennaio 2019, 18:22

          Scusate ho sbagliato parola. Intendevo dire che la frase “meglio così” motivata dal fatto che i quarti avrebbero visto i trevigiani parecchio affaticati dalla nazionale, mi sembra come un voler cercare una consolazione per un’eliminazione che in realtà brucia parecchio

      • onit52 19 Gennaio 2019, 19:35

        …hai ragione bel torneo di Tv ma siamo con un pugno di mosche .
        Fallito appuntamento storico .
        Che piaccia o meno.

  2. LiukMarc 19 Gennaio 2019, 18:02

    Peccato, almeno si è stati in grado di giocarsela fino all’ultimo. Sono sicuro che quella partitaccia ad Agen (un po’ come quelle di Bloemfontein e contro Ulster in pro14) servirà solo da lezione per la prossima volta.

  3. gian 19 Gennaio 2019, 18:03

    tutta colpa dell’arbitro venduto e del biscottone delle zebre con la rochelle 😀 😀 😀 si scherza, peccato davvero, non ha voluto girare bene a noi e bravo connacht a sbafarsi le ultime due partite complicate che erano due turni di qualificazione dentro o fuori, imparare a non buttare via niente e la prossima volta non saremo in balia dei risultati delle altre, comunque una buona coppa delle italiane

    • Giacomo 19 Gennaio 2019, 18:20

      Il biscottone con tanto di prosciutto a Parma potevano evitarlo, sacrosanto 😆

  4. tony 19 Gennaio 2019, 18:03

    Vabbè non è andata…….. vediamo come va in Pro14 che è altrettanto complicata.

  5. frank 19 Gennaio 2019, 18:14

    Peccato. Almeno adesso energie “solo” su PRO14

  6. Giacomo 19 Gennaio 2019, 18:15

    Peccato, ma forse meglio così, ora giocatori e staff possono concentrarsi su un unico obbiettivo.

    • Giacomo 19 Gennaio 2019, 18:18

      Vincere il pro14 non è possibile perché c’è il Leinster, ma puntare alla finale credo che dopotutto il benetton ce la posso fare, con una buona dose di fortuna chiaro.

      • giomarch 19 Gennaio 2019, 19:37

        Diciamo un sei al superenalotto..
        Passare il girone sarebbe già memorabile..
        Intendo questo girone, in quello delle zebre lotteremo per il primo posto…
        guardando a chi dobbiamo affrontare e chi affronteremo fuori casa la vedo dura, non ci vedo ancora a livello degli Scarlett o di Ulster, i ragazzi hanno però dimostrato che una partita alla volta possono sorprendere e sono pronto al mio personale fioretto..
        In caso di passaggio del turno, giro delle osterie a Padova, o almeno quello che resta sino al traguardo al Carmine…

        • Marte_ 19 Gennaio 2019, 23:38

          Diciamo che ne guadagnerebbero entrambe.. le zebre lotterebbero per il terzultimo posto con Dragons e Kings.. Ma poi sarebbe un girone troppo mediocre

  7. Dusty 19 Gennaio 2019, 18:20

    4 vittorie su sei partite. Bilancio non male ma in queste qualificazioni non si deve mai sprecare nemmeno un punticino. Bravi comunque.

  8. Gians 19 Gennaio 2019, 18:21

    Peccato. Sarebbe bastato un calcio Piazza ad Agen, sì sarebbe vinto il girone e giocato un quarto in casa.
    Speriamo ai playoff in pro14 ora.

  9. fracassosandona 19 Gennaio 2019, 18:31

    Dal 2010 che giocano con i celtici. Tra campionato e coppe è il primo girone che Treviso conclude con una differenza punti positiva. Nemmeno il campionato dell’anno scorso era andato così bene. Grandi progressi. Cambio volentieri la qualificazione in coppa con quella ai playoff. Certo che nel girone di Treviso ci sono anche tre squadre ai quarti di Champions. Chissà che facciano strada in coppa tutte le celtiche.

  10. ermy 19 Gennaio 2019, 19:14

    Beh, dai, è stata un’egregia coppa. A questi livelli bastano poche imprecisioni per fare la differenza… e come più volte detto in passato meglio arrivare a un niente dal quarto in Challenge che ultimi o penultimi nel girone di Champions. 😊
    Ora si spera che questa sia una spinta per non cannare più niente in pro 14 ad iniziare da Belfast.

  11. Giambo 19 Gennaio 2019, 19:23

    Speriamo che il Benetton l’anno prossimo giochi in Champions. Per il resto peccato, ma purtroppo era palese fin dall’assegnazione dei gironi che il Benetton per passare ne doveva vincerne almeno 5.

  12. kinky 19 Gennaio 2019, 19:35

    Quindi negli ultimi 10 minuti il Connacht ha fatto 14 punti?!? mmmmm, la famosa frase di Andreotti sto giro ci sta bene!

    • Giambo 19 Gennaio 2019, 20:27

      Mah! Non ci vedo nulla di strano. Connacht doveva fare 2 mete per vincere la gara e qualificarsi, mentre per Bordeaux vincere o perdere non faceva alcuna differenza. Quando la fatica si fa sentire, le motivazioni possono fare la differenza. E gli irlandesi ne avevano molte di più dei girondini.

      • kinky 19 Gennaio 2019, 20:31

        Sicuro sicuro, forse la frase fa fraintendere che pensavo al biscotto! In realtà pensavo male dei giocatori francesi che l’avranno presa sottogamba o comunque non certo con il coltello tra i denti!

        • bangkok 19 Gennaio 2019, 22:24

          Diciamo che brucia un pochino essere sbattuti fuori, oltre che x indubbie responsabilità proprie, per un intercetto (!!!!!) subito dai francesi quando erano avanti di un punto a meno di 3 minuti dalla fine.

        • Giovanni 20 Gennaio 2019, 01:26

          Premetto che non ho visto la partita, solo seguito l’andamento sulla pagina Twitter del Connacht e la sensazione è che il Bordeaux l’impegno ce lo abbia messo: 20-19 all’intervallo e poi la meta del 27-19 a inizio ripresa, punteggio che è perdurato fino al 69′. Poi magari nel finale gli stimoli erano differenti, ma ci può stare, tuttavia se non avessero voluto onorare l’ultima partita di una competizione che non aveva più nulla da dire per loro, avrebbero mollato già nella prima frazione o ad inizio della seconda. Da questo punto di vista, avrebbero avuto maggiori motivi di lamentarsi del Grenoble gli irlandesi, dato che al 25′ Treviso vinceva 24-0.

  13. massimiliano 19 Gennaio 2019, 23:12

    Un finale così brucia, ma se se siamo obiettivi dobbiamo ammettere che in pochi credevano veramente di poter lottare per i quarti qualche mese fa. Infatti su questo blog le reazioni alle dichiarazioni ottimistiche dello staff di inizio stagione furono quantomeno discusse se non derise. Si esce di poco ma con tanta esperienza e tante buone notizie in cascina. Ad esempio prima di Grenoble avevo detto.che speravo di vedere Ruzza fare tanta legna, direi che ha risposto alla grande. Forza Leoni, la stagione e’ ancora lunga!

  14. TommyHowlett 20 Gennaio 2019, 00:53

    Le squadre francesi, con un campionato difficile come il T14, non possono permettersi il lusso di sprecare energie quando nelle coppe non c’è più nulla in palio. E la partita di oggi a Bordeaux così come quelle di ieri del girone di Tv lo dimostrano.

  15. Parvus 20 Gennaio 2019, 09:21

    se treviso non avesse dovuto smettere il suo progetto di crescita alcuni anni fa, vendendo mezza squadra…, e poi rifarla …, questa squadra sarebbe ora molto più avanti…………., e forse anche di più…..

    • Giambo 20 Gennaio 2019, 11:45

      Se mio nonno aveva le ruote era un carretto. Sti discorsi sono di una noia e di una futilità agghiacciante…

  16. Zamax 20 Gennaio 2019, 13:40

    Il Benetton ha fatto una grande Challenge. Chi parla di fallimento mi pare viva sulla Luna e non si renda conto di come raggiungere e – soprattutto – restare al livello di competitività acquisito ora del Benetton sia difficile e quasi miracoloso per una squadra italiana. Realisticamente farei la firma se il prossimo anno il Benetton si comportasse come fin qui quest’anno, anche senza qualificazioni ai play-off o ai quarti di qualche coppa. E lo dice uno che è stato molto ma molto critico col Benetton per la partita persa ad Agen, che fu dovuta soprattutto ad una mancanza di personalità adeguata a questi livelli. Riporto quanto scrissi prima e dopo quella partita.
    Prima della partita di Agen:
    “Partita non di cartello, ma importantissima per la stagione del Benetton e anche per il rugby italiano nel caso si rivelasse auspicabilmente decisiva per una storica qualificazione ai quarti di Challenge. Si spera che la squadra, dirigenti e giocatori, ne sia consapevole. Sono occasioni a-s-s-o-l-u-t-a-m-e-n-t-e da non perdere.”
    Dopo la partita di Agen:
    “Era più importante questa partita che quella col Leinster… Personalità significa anche aver la presenza di spirito per capire quali sono i veri momenti importanti della stagione, i treni che passano e che non si devono assolutamente perdere… sono arrabbiatissimo… La partita era difficile per due motivi: 1) Agen aveva deciso di mettere in campo una squadra da Top 14 o quasi; 2) per i francesi perdere contro una squadra italiana in casa è una vergogna: quindi si sarebbero impegnati se non altro per amor proprio.
    E quindi non mi illudevo. Sono certo che dirigenti e giocatori non hanno sottovalutato le difficoltà del match, e che tutti si siano impegnati per vincerlo. Tuttavia questa non era una partita come le altre. Per il Benetton era – di fatto – una specie di finale, molto più importante – di fatto – di quella con Leinster. E con lo spirito di un incontro di finale bisognava affrontarla. Con qualcosa di più del solito. E con quello molto probabilmente si avrebbe vinto. Sono arrabbiato perché nell’ambiente (anche quello del rugby italiano in generale) non mi pare si sia colto l’importanza del momento. Se si avesse vinto la possibilità di una storica qualificazione ai quarti di Challenge si sarebbe fatta veramente concreta. Adesso è durissima e le possibilità realisticamente assai scarse.”

  17. try 20 Gennaio 2019, 22:17

    Tanto per farci del male:

Lascia un commento

item-thumbnail

Challenge Cup: il tabellone dei quarti di finale

Le sfide ad eliminazione diretta della coppa cadetta

19 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Cardiff è troppo forte. Calvisano al tappeto 62-3

I bresciani chiudono con una netta sconfitta in Galles un cammino europeo dignitoso, soprattutto tra le mura amiche

19 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Bristol raggiunge le Zebre in extremis. A Parma finisce 7-7

Nonostante l'inferiorità numerica, gli emiliani resistono in vantaggio sino all'ultimo secondo, pagando dazio sull'ultima azione

18 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Calvisano all’Arms Park per chiudere a testa alta in Europa

i bresciani ospiti oggi pomeriggio dei Cardiff Blues che sono alla ricerca di punti per il passaggio ai quarti

18 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Zebre, ultimo assalto ai Bristol Bears

Ducali alla ricerca della terza affermazione europea, tanti Azzurri in campo per mettersi in mostra in chiave nazionale

18 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Zebre, la formazione per l’ultima di Challenge Cup

Sfida ai Bristol Bears dominatori del girone al Lanfranchi di Parma per continuare la striscia positiva

17 Gennaio 2020 Coppe Europee / Challenge Cup