Slow Motion #25: Usa le gambe, Luke!

La forza non è tutto, la velocità aiuta: gran segnatura per Morahan in Bristol-Tigers

ph. Reuters

Slow Motion è la rubrica di OnRugby che ogni settimana racconta la meta più bella del weekend, nei minimi particolari, corredata dal video. Il fanatico ovale la segue così: prima se la guarda tutta, e poi torna indietro a leggere paragrafo per paragrafo, alternando il tasto play a quello pausa. Qui la scorsa puntata. Buon divertimento.

La lotta per la salvezza in Premiership è appena iniziata, e i neopromossi Bristol Bears non hanno nessuna intenzione di essere l’indiziato numero uno a scendere in Championship.

Questa settimana, per ribadire il concetto, hanno battuto i Leicester Tigers con un sonoro 41 a 20, segnando diverse mete interessanti, fra cui quella del mediano di mischia della under 20 inglese Harry Randall. La più bella, però, è quella del tre volte Wallaby Luke Morahan.

 Tutto incomincia, però, proprio con il giovane Randall, che dalla base di un ruck all’interno dei propri 22 metri, alza un box kick su cui sale la pressione dei suoi compagni.

Il calcio viene recuperato da George Ford, subito preso in mezzo e tenuto alto da due avversari. Il veterano Afoa è bravo abbastanza da riuscire a strappare la palla al numero 10 della nazionale inglese, e Bristol può giocare un contrattacco in superiorità numerica.

Il quattro contro tre sul campo largo viene giocato bene e l’ovale arriva a Luke Morahan, che ha tutta la parte destra del campo a propria disposizione. C’è però un problema: davanti a lui, arriva in copertura Jonny May, che era rimasto a copertura della profondità.

Qui il pezzo di bravura di Morahan: finta di andare all’interno per un attimo, poi cambia velocità e in un fazzoletto di terreno batte all’esterno uno dei giocatori più veloci del panorama ovale internazionale (May, appunto), seminandolo in poche falcate e involandosi oltre la linea.

Lorenzo Calamai

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Carichi di lavoro, pressioni dei club e partite giocate: i risultati di un sondaggio tra i giocatori

Li ha pubblicati l'associazione mondiale dei rugbisti: tanti i temi di attualità sul welfare degli atleti toccati nel report

4 dicembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Anne McClain: dalla Premiership inglese allo spazio

La donna statunitense, ex tallonatrice degli USA, è un'astronauta della NASA

4 dicembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #24: i poteri speciali di Semi Radradra

L'ex stella fijiana di Rugby League ha scherzato contro la difesa francese nella storica vittoria dello Stade de France

29 novembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Quindici anni fa il drop di Wilkinson decideva la Rugby World Cup

Il 22 novembre 2003 l'Inghilterra conquistava il trofeo più ambito grazie anche al piede del suo numero 10

22 novembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Test Match 2018: le sfide del fine settimana analizzate attraverso le quote

Le solite sei partite in programma: Italia-All Blacks ad aprire, grande interesse per Inghilterra-Australia e Galles-Sudafrica

22 novembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #23: nel regno di Joe Schmidt

Una set piece try decide la sfida siderale fra Irlanda e All Blacks: vediamola nei dettagli

20 novembre 2018 Terzo tempo