Slow Motion #25: Usa le gambe, Luke!

La forza non è tutto, la velocità aiuta: gran segnatura per Morahan in Bristol-Tigers

ph. Reuters

Slow Motion è la rubrica di OnRugby che ogni settimana racconta la meta più bella del weekend, nei minimi particolari, corredata dal video. Il fanatico ovale la segue così: prima se la guarda tutta, e poi torna indietro a leggere paragrafo per paragrafo, alternando il tasto play a quello pausa. Qui la scorsa puntata. Buon divertimento.

La lotta per la salvezza in Premiership è appena iniziata, e i neopromossi Bristol Bears non hanno nessuna intenzione di essere l’indiziato numero uno a scendere in Championship.

Questa settimana, per ribadire il concetto, hanno battuto i Leicester Tigers con un sonoro 41 a 20, segnando diverse mete interessanti, fra cui quella del mediano di mischia della under 20 inglese Harry Randall. La più bella, però, è quella del tre volte Wallaby Luke Morahan.

 Tutto incomincia, però, proprio con il giovane Randall, che dalla base di un ruck all’interno dei propri 22 metri, alza un box kick su cui sale la pressione dei suoi compagni.

Il calcio viene recuperato da George Ford, subito preso in mezzo e tenuto alto da due avversari. Il veterano Afoa è bravo abbastanza da riuscire a strappare la palla al numero 10 della nazionale inglese, e Bristol può giocare un contrattacco in superiorità numerica.

Il quattro contro tre sul campo largo viene giocato bene e l’ovale arriva a Luke Morahan, che ha tutta la parte destra del campo a propria disposizione. C’è però un problema: davanti a lui, arriva in copertura Jonny May, che era rimasto a copertura della profondità.

Qui il pezzo di bravura di Morahan: finta di andare all’interno per un attimo, poi cambia velocità e in un fazzoletto di terreno batte all’esterno uno dei giocatori più veloci del panorama ovale internazionale (May, appunto), seminandolo in poche falcate e involandosi oltre la linea.

Lorenzo Calamai

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Slow Motion #33: Marlon Stockdale

Le qualità attoriali del giovane irlandese funzionali alla sua bella marcatura contro la Scozia

14 febbraio 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

A Roma ritorna il #6 Sedie Wheelchair Rugby: appuntamento al PalaLuiss il 23 febbraio

L'iniziativa dedicata al rugby in carrozzina è al secondo anno consecutivo. Cinque ex azzurri presenti all'evento

13 febbraio 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Il gran regalo di un ragazzo spagnolo all’Amatori Parma

Al club parmigiano è arrivata una lettera con un biglietto per Italia-Irlanda, in un modo del tutto particolare e significativo

29 gennaio 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

La campagna fotografica per il IV Tempo di FIR, tra rugby e cultura

Quattro azzurri hanno posato davanti ad alcuni dei simboli del Musei Capitolini

28 gennaio 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #32: Qualcosa rimane fra le pagine chiare e le pagine scure

Nonostante la stagione fallimentare, in Tolone ci sono ancora sprazzi di bellezza, come nella meta di Filipo Nakosi

21 gennaio 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Matias Aguero (e non solo lui): quando il rugbista si reinventa chef

Dopo Ongaro, Perugini e D'apice, un altro ex azzurro fa il suo esordio nel mondo della ristorazione

17 gennaio 2019 Terzo tempo