L’evoluzione del rugby vista da Giamba Venditti: “L’usura dei giocatori è inevitabile. Partite con meno cambi”

L’ala delle Zebre analizza gli sviluppi ovali dal 2007 ad oggi, in termini di prestazione e fitness

venditti italia

ph. Sebastiano Pessina

Quando si pensa al novembre dei Test Match il ricordo azzurro corre immediatamente a quella giornata di due anni fa quando allo stadio Artemio Franchi, gli azzurri riuscirono a battere per la prima volta nella loro storia il Sudafrica per 20-18.
Una meta di forza e di prepotenza messa a segno da Venditti consentì agli uomini di O’Shea di aver la meglio sugli Springboks, e proprio in questa settimana che riporta la formazione tricolore a Firenze per sfidare la Georgia, il trequarti abruzzese è tornato a parlare intervistato da trendemoda.it. 
Intervistato dal sito generalista, l’ala delle Zebre – oltre che sulla stretta attualità legata all’Italrugby – si è espresso anche sull’evoluzione del gioco del rugby analizzando la situazione dal punto di vista fisico.

Venditti ha fotografato il momento ovale affermando che l’usura è un’inevitabile conseguenza di quello che succede sul campo, con giocatori più alti, grossi e veloci e ha poi portato un termine di paragone con la Rugby World Cup del 2007 quando, a suo avviso, c’erano molti più spazi per cercare di andare in meta a differenza di oggi dove serve andare “a mille all’ora (testualmente, ndr) cercando di guadagnare la linea del vantaggio.
Tornando sul “consumo” a cui i rugbisti sono sottoposti ha poi fatto capire che i tempi di recupero per le botte prese in campo si stanno dilatando e che non sia una stranezza il fatto che Warbuton, Vunipola, Tuilagi, North siano in pessime condizioni fisiche. 
Infine, stuzzicato sulla possibilità di trovare una soluzione per rallentare tutto questo, ha detto di sposare la tesi proposta da alcuni, per la quale bisognerebbe limitare il numero dei cambi passando dagli attuali 8 a 3.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Italia, Gonzalo Quesada: “Ora il difficile è confermarsi, in estate avremo partite impegnative”

Il ct azzurro: "Ho imparato e comunico in italiano anche per rispetto: sono io a dovermi adattare, non viceversa"

20 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Niccolò Cannone: “È un momento importante per il nostro rugby, non abbiamo mai smesso di crederci”

Intervistato durante la nuova puntata del nostro Podcast, l'Azzurro ha rimarcato il duro lavoro che c'è dietro i successi della nazionale

11 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Autumn Nations Series: Italia-Argentina verso il Ferraris di Genova

La prima partita dei test autunnali degli Azzurri dovrebbe giocarsi nel capoluogo ligure

6 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Tommaso Menoncello: “Sonny Bill Williams è sempre stato il mio idolo. Andrea Masi mi ha insegnato molto”

Il trequarti del Benetton è il più giovane giocatore a vincere il premio di "Best Player of Six Nations"

5 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Tommaso Menoncello nominato “Miglior Giocatore” del Sei Nazioni 2024

Riconoscimento incredibile per l'Azzurro che diventa il secondo italiano a prendersi questo prestigioso premio

5 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni: la meta di Lorenzo Pani contro il Galles eletta come la “Migliore del Torneo”

Un'azione a tutta velocità conclusa dallo scatto e dallo slalom del trequarti azzurro

3 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale