Italia, verso l’Irlanda con le parole di Biagi: “Ora siamo una squadra diversa e maturata in vari aspetti”.

Il seconda linea dice la sua nella marcia di avvicinamento verso il Test di sabato prossimo

george biagi italia nazionale rugby sei nazioni

ph. Reuters

Con i suoi 22 caps, George Biagi sarà uno di quelli che al Soldier Field di Chicago nel Test Match contro l’Irlanda (fissato per sabato 03/11 h 21, diretta su DAZN) avrà maggior esperienza nel XV azzurro. Fra un allenamento e l’altro, il seconda linea delle Zebre ha avuto anche il tempo di parlare con la stampa statunitense della sfida ai verdi ma non solo. Ecco quali sono state le sue parole:  “A Verona ho trovato un gruppo molto motivato. Nell’ultima partita giocata contro il Giappone abbiamo mostrato grande qualità in campo, ma sappiamo che dobbiamo lavorare per continuare il percorso di crescita.
La partita di sabato prossimo contro l’Irlanda – ha poi proseguito – sarà molto dura dal punto di vista fisico e tecnico. La squadra scelta da Conor O’Shea può metterli in difficoltà. Abbiamo a disposizione un gruppo molto motivato formato da ragazzi giovani come ad esempio Johan Meyer, alla prima esperienza con la maglia dell’Italia, che vogliono dare il proprio contributo alla causa Azzurra. Nello scorso 6 Nazioni abbiamo avuto qualche problema contro l’Irlanda. Ora siamo una squadra diversa e maturata in vari aspetti”.

Clicca qui per leggere la formazione dell’Italia per la partita contro l’Irlanda

Infine un’opinione anche sul lavoro di crescita del movimento, in particolare delle franchigie: Basta vedere i risultati di Zebre e Benetton Treviso in questa prima parte di Guinness Pro 14 dove abbiamo raccolto anche meno, in termini di risultati, rispetto a quanto fatto vedere sul campo. Il lavoro di sinergia tra lo staff dell’Italia e delle franchigie è un percorso lungo che darà i suoi frutti nel tempo, ma già ora si intravede che la strada intrapresa è quella giusta: i risultati arriveranno”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La scalata di Matteo Minozzi verso la Rugby World Cup 2019

Abbiamo intervistato l'estremo azzurro, fermo da fine agosto, che ci ha raccontato il difficile rapporto con il rugby negli ultimi mesi e i suoi obiet...

18 aprile 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

La Rugby World Cup e il (suo) futuro: intervista a Conor O’Shea

La seconda parte della lunga chiacchierata con il commissario tecnico della Nazionale, con vista sull'appuntamento iridato

17 aprile 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni, permit players e sviluppo del rugby italiano: intervista a Conor O’Shea

Abbiamo incontrato l'head coach degli Azzurri per una chiacchierata sul torneo appena finito e sulle prospettive del movimento italiano

16 aprile 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italrugby: Franco Smith nello staff azzurro dal 2020?

L'attuale allenatore dei Cheetahs potrebbe entrare nel coaching staff di Conor O'Shea dal prossimo anno

14 aprile 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: il “minutometro” della nazionale dopo Test Match e Sei Nazioni

Quanto hanno giocato finora gli azzurri nelle nove partite disputate in stagione?

28 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Cinquanta nomi per l’Italia verso la Rugby World Cup 2019

Abbiamo provato a ipotizzare una lista di azzurri per preparare il Mondiale, con tutte le varie difficoltà del caso

26 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale