World Rugby pensa di sostituire i tour di novembre con una Coppa delle Nazioni

L’idea potrebbe prendere corpo a partire dal 2020, coinvolgerebbe 12 squadre e sostituirebbe i test match

ph. Sebastiano Pessina

Secondo quanto riportato quest’oggi dal giornale sportivo francese Midi Olympique, specializzato in fatti e accadimenti della palla ovale, World Rugby starebbe studiando la possibilità di occupare la finestra internazionale di novembre non con i consueti test match, ma con una non meglio precisata Coppa della Nazioni.

La competizione dovrebbe coinvolgere 12 squadre, divise in quattro gruppi da tre, con tre partite di girone, semifinali e finale. Nell’idea embrionale del torneo si pensa che potrebbe essere giocato a anni alterni nell’emisfero nord o in quello australe, sempre a novembre.

Stando alla notizia riportata, il cervello dell’operazione sarebbe il vicepresidente di World Rugby Agustin Pichot, che si sta muovendo sulla scia di quanto fatto dai cugini del pallone rotondo con la creazione della Nations League.

Pichot avrebbe già proposto l’idea lo scorso luglio, in occasione della Rugby Sevens World Cup a San Francisco, a Steve Tew, Bernard Laporte e Jurie Roux, numeri uno rispettivamente delle federazioni neozelandese, francese e sudafricana.

Le probabilità che la cosa vada in porto a partire dal prossimo 2020 sembrano piuttosto alte: il tentativo è quello di ravvivare le finestre internazionali, mantenendo alto l’interesse nei confronti degli incontri fra selezioni nazionali e costruendo un torneo che possa regalare agli spettatori il brivido di partite da dentro o fuori più spesso che quanto succede con la World Cup.

Da analizzare ancora l’effettivo riscontro dal punto di vista economico e l’organizzazione logistica con i campionati per club. Se il programma dovesse essere confermato, si tratterebbe di inserire in calendario 5 partite internazionali a novembre, contro le tre dell’attuale format, a due mesi dall’inizio delle competizioni domestiche.

Quelli del prossimo novembre potrebbero essere dunque gli ultimi tour delle squadre australi in Europa, gli ultimi test match autunnali nella storia della palla ovale.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Corrado Pilat sarà l’allenatore delle skills alle Zebre

Il bellunese è anche assistente tecnico dell'Accademia Under 20. Sarà a Parma per una o due sessioni settimanali

19 luglio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Maori All Blacks-Fiji, le formazioni del secondo round

Dopo la netta vittoria a Suva dei figiani la sfida si sposta in Nuova Zelanda. Dieci cambi per John McKee

item-thumbnail

Gli staff tecnici di nazionali e accademie per la stagione 2019/2020

Il consiglio federale della FIR ha confermato tutti gli allenatori principali

19 luglio 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Colorno: ufficiale l’ingaggio di Thorleif Halvorsen

Il 31enne sudafricano arriva in Emilia dopo l'esperienza con Rovigo

19 luglio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Le divise dell’Argentina per la Rugby World Cup 2019

Per i Pumas una prima maglia albiceleste dall'effetto vintage

19 luglio 2019 Foto e video