Benetton, un film già visto. Resta in 14, lotta ma perde contro gli Scarlets (38-29)

I biancoverdi vanno fino a +9 nonostante il cartellino rosso a Herbst nel primo tempo, ma alla lunga cedono il passo ai gallesi

ph. Ettore Griffoni

Lo scorso dicembre, in Champions Cup, il Benetton restò in 14 a Llanelli ma costrinse gli Scarlets a segnare due mete negli ultimi cinque minuti per portare a casa il match. La stessa sceneggiatura è stata rimessa in piedi nella terza giornata del Pro14: in 14 per oltre cinquanta minuti per un rosso a Herbst, i Leoni hanno dato filo da torcere agli Scarlets marcando due volte in inferiorità numerica, soccombendo poi negli ultimi venti minuti ma raccogliendo un prezioso bonus offensivo.

Nei primi minuti il Benetton assaggia subito le armi migliori degli Scarlets: grande battaglia per disturbare/recuperare palloni nei punti d’incontro, turnover da giocare rapidi per cogliere impreparati l’avversario. Dopo un multi fase dei Leoni, la sequenza messa in atto dai gallesi è proprio questa: gli Scarlets scavano bene, James Davies carica e fa il break ed è poi Gareth Davies a finalizzare schiacciando il 7-0.

I Leoni ricambiano subito il favore: penaltouche dentro i 22 gallesi, pick&go di grande impatto fisico e battaglia che infuria sulla linea di meta gallese, fino a quando non è che Nicola Quaglio a raccogliere e marcare il 7-7. Non ci sono grandi pause nella partita, e gli Scarlets segnano ancora al 12′: McNicholl recupera un calcio alto, c’è parità numerica al largo ma l’accelerazione di Halfpenny; l’estremo ricicla per Fonotia che segna il 12-7. Ma il Benetton, ancora una volta, dimostra una capacità di reagire notevole.

Zanon fa uno splendido lavoro sul punto d’incontro, Tavuyara brucia Owens all’ala e porta i suoi dentro i 22: Duvenage, nel riciclare, quasi butta via il pallone che però viene agguantato da Ferrari per la meta del sorpasso, dopo la conversione di Allan. Sono quattro mete in 16 minuti. Treviso torna a bussare nei 22 poco più tardi, ma un leggero in avanti di Steyn fa perdere l’abbrivio al Benetton a 5 metri dalla linea.

Il possesso è prevalentemente italiano anche nei minuti successivi, con i biancoverdi che cercano soprattutto avanzamento attraverso le cariche degli avanti piuttosto che cercare di muovere il pallone con Allan e i trequarti. L’azione sfuma con una pulizia irregolare da parte di Herbst su Samson Lee, con il sudafricano che sdraiandosi a terra colpisce alla testa il pilone, senza conseguenze per il gallese: per l’arbitro Lloyd Linton è cartellino rosso dopo averlo rivisto al TMO. E il Benetton, come a dicembre dello scorso anno, resta in 14 già dal primo tempo a Llanelli.

Treviso resta comunque nella metà campo degli Scarlets e, anzi, Allan avrebbe anche un’occasione per allungare dalla piazzola: il calcio dell’italo-scozzese però rimane corto. Possesso e territorio, in ogni caso, restano abbondantemente oltre il 70% a favore dei Leoni allo scoccare della mezzora, I gallesi provano a ripartire dalla propria metà campo in un paio di occasioni: nella prima la difesa biancoverde è attenta, ma il secondo contrattacco è letale. Halfpenny aggira Tavuyara con una finta e serve Thomson che corre in diagonale tagliando il campo, per poi scaricare a Gareth Davies che firma la doppietta personale (17-14).

Un fallo gallese nel breakdown riporta il Benetton sui 5 metri degli Scarlets, ma il doppio assedio non va a buon fine: prima Allan, forte del vantaggio, non trova Tavuyara con un cross kick, poi la maul viene portata fuori dall’ottima difesa degli Scarlets. I veneti vanno al riposo sotto di tre, e di un uomo. Quello di Herbst è stato inoltre l’unico fallo commesso dai Leoni, deficitari invece nel placcaggio.

La ripresa, invece, inizia con la terza meta del Benetton, un po’ a sorpresa. La trasmissione di Jones per Parkes non è perfetta e il neozelandese perde palla in avanti; Duvenage dà un calcione all’ovale e fa partire una gara di velocità in cui Monty Ioane è nettamente il più veloce. Allan non converte: è comunque controsorpasso sul 17-19.

Gli Scarlets sono un po’ spenti, il Benetton ne approfitta e quattro minuti più tardi colpisce ancora: Duvenage vede che il centro del campo è occupato da giocatori pesanti e gioca alle loro spalle con un grubber, su cui si avventa per primo Tommaso Allan. Per il Benetton è già la quarta meta, quella del bonus, dopo 46 minuti ed è 17-26 sul tabellino con i Leoni in 14.

Il secondo fallo della partita, tuttavia, costa ancora caro agli ospiti: Faiva, nel tentativo di placcare McNicholl, colpisce con la spalla alla testa il giocatore neozelandese, ricevendo un cartellino giallo da Linton che lascia Treviso in 13 per dieci minuti. Gli Scarlets continuano però a commettere diversi errori di handling poco comuni per una squadra dal tale livello tecnico, ma in compenso arano in mischia i Leoni nonostante le introduzioni a favore degli ospiti.

Dopo due assedi andati a vuoto con la rolling maul, gli Scarlets scelgono ancora la mischia sui 5 metri: Hidalgo-Clyne gioca sul lato chiuso per McNicholl, che vince l’uno contro uno su Allan quanto basta per schiacciare in meta alla bandierina al minuto 59. Halfpenny torna a centrare i pali e segna il 24-26.

Il Benetton intanto torna in 14, ma fa fatica a gestire l’ovale sui punti d’incontro e lo perde con una controruck. Al 64′ Asquith buca la difesa partendo dalla propria metà campo, Allan lo ferma in tempo ma in sostegno c’è Kennedy che riceve da McNicholl e marca la meta del sorpasso (31-26), indirizzando la partita con decisione verso binari favorevoli agli scarlatti.

Nonostante le due mete nel giro di pochi minuti, i Leoni non demordono e strappano un prezioso calcio di punizione dentro i 22 (Ioane prova a giocare il vantaggio con un chip, ma senza successo): Allan centra i pali e riporta i suoi a -2 a dieci minuti dal termine. Intanto, dalla panchina entra anche Antonio Rizzi, per il suo debutto con la maglia biancoverde.

Steyn perde un brutto pallone con il Benetton dentro la metà campo gallese al 73′, e gli Scarlets dopo l’ennesima mischia vinta possono risalire il campo fin sui 5 metri del Benetton, complice anche qualche placcaggio mancato di troppo. Gli Scarlets nascondono il pallone e provano anche a marcare la sesta meta. Alla fine la segnatura arriva e porta la firma di Prydie. La conversione di Halfpenny evita al Benetton il doppio bonus. Finisce 38-29.

Scarlets: 15 Leigh Halfpenny, 14 Tom Prydie, 13 Kieron Fonotia, 12 Hadleigh Parkes, 11 Johnny McNicholl, 10 Dan Jones, 9 Gareth Davies, 8 Blade Thomson, 7 James Davies, 6 Ed Kennedy, 5 Steve Cummins, 4 Jake Ball, 3 Samson Lee, 2 Ken Owens (c), 1 Phil Price
A disposizione: 16 Ryan Elias, 17 Wyn Jones, 18 Werner Kruger, 19 David Bulbring, 20 Dan Davis, 21 Sam Hidalgo-Clyne, 22 Paul Asquith, 23 Ioan Nicholas

Marcatori Scarlets

Mete: Gareth Davies (5, 35), Fonotia (12), McNicholl (59), Kennedy (64), Prydie (80+3)
Conversioni: Halfpenny (5, 59, 64, 80+3)
Punizioni:

Benetton: 15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Marco Zanon, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Robert Barbieri (c), 7 Abraham Steyn, 6 Marco Lazzaroni, 5 Marco Fuser, 4 Irné Herbst, 3 Simone Ferrari, 2 Hame Faiva, 1 Nicola Quaglio
A disposizione: 16 Engjel Makelara, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 Alessandro Zanni, 20 Marco Barbini, 21 Giorgio Bronzini, 22 Antonio Rizzi, 23 Alberto Sgarbi

Marcatori Benetton

Mete: Quaglio (10), Ferrari (15), Ioane (42), Allan (46)
Conversioni: Allan (10, 15, 46)
Punizioni: Allan (70)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Benetton Rugby: il punto su preparazione e recupero infortunati

Il fisioterapista Nicolò Valerio ha analizzato a BEN TV la situazione del fitness dei Leoni

7 agosto 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

La profondità del Benetton Rugby 2019/2020

A Treviso sono abbastanza pronti ad affrontare l'esodo degli azzurri, anche se alcuni ruoli potrebbero riservare dei problemi

3 agosto 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Il capitano del Benetton 2019/2020 sarà Alberto Sgarbi

Il centro aveva già ricoperto questo ruolo nel 2016/2017 e tornerà a essere il principale leader della squadra

2 agosto 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Ezio Galon: “Il livello dei ragazzi aggregati al gruppo è molto buono”

L'assistant coach dei Leoni ha analizzato, ai microfoni di BEN TV, il momento del Benetton Rugby

1 agosto 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Leonardo Sarto è ufficialmente un nuovo giocatore del Benetton

L'ala e il club biancoverde hanno raggiunto un accordo di un anno. Il giocatore si stava già allenando da giugno in Ghirada

30 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: Nasi Manu torna a Treviso per un infortunio al torace

Il terza linea ha dovuto lasciare il ritiro tongano dopo, mentre era impegnato nella Pacific Nations Cup

29 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
  1. Giambo 15 settembre 2018, 20:07

    Film già visto… se magari mandassero arbitri decenti e non venduti che calano le braghe ai gallesi per ogni cosa forse si potrebbe vincere, ma forse eh…

    • mic.vit 15 settembre 2018, 20:11

      bah…sul rosso è andato per colpire…poteva anche risparmiarselo…più dubbi sull’ammonizione visto che il gallese era scivolato…per il resto mi è parso un arbitraggio normale…

      • Giambo 15 settembre 2018, 20:13

        I gallesi facevano sistematicamente ostruzione, e la loro linea difensiva sarà andata in fuorigioco almeno 10 volte. Se per te questo è un arbitraggio normale… per non parlare di un giallo completamente inventato a Faiva CASUALMENTE nel momento migliore di Benetton, che ha rimesso in gioco i gallesi. Ma ovviamente è tutto normale… proprio come l’anno scorso.

        • pippuzzo 15 settembre 2018, 20:14

          Non penso che conosca le regole del gioco

          • mic.vit 15 settembre 2018, 20:18

            penso che lamentandosi dell’arbitro non si costruisca una squadra di rugby che possa lottare per qualche obiettivo…

        • Turch 15 settembre 2018, 20:14

          Stai scherzando? Spalla in faccia e poi braccio a chiudere sempre sulla testa. Quello e` un giallo sacrosanto.

          • Giambo 15 settembre 2018, 20:15

            Dal TMO si vede chiaramente Faiva che NON chiude il braccio ma lo accompagna solo a terra, quindi dove lo vedete il giallo? Mi gioco la camicia che a parti invertite non fischiava manco fallo.

          • bangkok 15 settembre 2018, 20:20

            Guarda che la spalla gli arriva sul viso perchè è il giocatore gallese che si abbassa.

          • fish 15 settembre 2018, 20:21

            Turco, applicando rigidamente il regolamento non c’è dubbio. E poi voi jap siete suscettibili su sta cosa del placcaggio alto 😉
            Pero’ io ho sempre il dubbio che a maglie invertite pindol pandol SAF prendeva giallo e Faiva un richiamo e via andare

          • Ed 15 settembre 2018, 20:25

            Con giocatore che chiaramente si abbassa e Faiva che chiude il placcaggio sulla spalla evitando la tenuta alla testa in quanto l’avversario stava cadendo a terra. Poi se questo è giallo allora che si placchi solo dalla vita in giù e finiamo le discussioni.

          • Bariddu 15 settembre 2018, 21:31

            come il rosso a Parisse la settimana scorsa. L’avversario gli va col muso a sbattere sulla spalla e l’arbitro da il rosso per “placcaggio alto”. Che poi alla fine s’è capito non c’era. Prima o poi devono chiarirla sta cosa, altrimenti chiunque puo far prendere gialli e rossi a chiunque….e anziche abbassare la pericolosità la aumenti.

    • Gigio 16 settembre 2018, 10:19

      Quando si dice 2 pesi e 2 misure: a questo link https://www.youtube.com/watch?v=dfpeVYscxHY la partita Benetton – Connacht dello scorso febbraio. Stesso arbitro, giudicate il placcaggio al collo su Sperandio al 40″ del filmato se non era da considerare almeno da cartellino giallo. Ebbene, neppure punizione, semplicemente touche ai 5 per Connacht!

  2. mic.vit 15 settembre 2018, 20:08

    giusta mentalità e solidità, pochissimi falli…peccato per la disciplina e per il secondo punto di bonus svanito alla fine…comunque un altro passo verso il rugby che conta…bene così!!

    • Giambo 15 settembre 2018, 20:10

      Magari la prossima volta mandiamo uno a spiegare all’arbitro cos’è il fuorigioco, l’ostruzione ed il placcaggio alto…

      • Zamax 15 settembre 2018, 20:13

        E i passaggi in avanti da controllare…

      • Dusty 15 settembre 2018, 20:18

        Tu sei disponibile?

        • Giambo 15 settembre 2018, 20:20

          Allora continuiamo a farci prendere per le mele da questi arbitri incapaci di essere oggettivi dai… proseguiamo così, che è tanto divertente…

        • Obelix-it 15 settembre 2018, 22:37

          Scherzi ?? “Armiamoci e partite” ™

          E’ *incredibile* il numero di grandi arbitri che si trovano sul forum, la CNAR dovrebbe fare attivita’ di reclutamento qui, non sui campi da rugby…

          • narodnik 15 settembre 2018, 23:05

            obelix ma sei un arbitro??no perche’ ok non parlare di malafede ma certi errori sono palesi dai

  3. pesbrindisi 15 settembre 2018, 20:10

    Ottima Benetton. La partita é stata persa quando nel secondo tempo la mischia ordinata ha perso di competitività… nonostante l’arbitro si poteva vincere lo stesso

    • Bimbubam 15 settembre 2018, 20:22

      In mischia con Faiva fuori c’erano Morisi e Zanon, non credo che gli si potesse chiedere di più stasera

  4. pippuzzo 15 settembre 2018, 20:12

    Partita incommentabile, nel senso che ogni commento oggi si limiterebbe all’arbitraggio.

    • POLPS 15 settembre 2018, 20:17

      Scusate ma come si fa a parlare di indisciplina con un arbitro simile. In campo non si protesta ma a livello dirigenziale qualche battuta sarebbe opportuna. Non commento ne il rosso ne il giallo ma i gallesi difenendevwno sempre in fuorigioco, pulivano con placcaggi al collo oppure fuori dal raggruppamento. Siamo onesti l errore arbitrale ci può stare ma oggi si è andati oltre. Ottimo Treviso, Scarlets anche in difficoltà ad un certo punto…… teniamo conto infine della formazione Benetton con ampio turnover. Bravo allan e Duvenage immenso vero m.o.m. . Auguro ai gallesi la solita immancabile buona serata di pioggia

      • giomarch 15 settembre 2018, 20:33

        Ha fatto bene goosen ad andarsene, crowley ancora meglio a prenderla a ridere…
        Vedremo qua la zatta..

  5. nederlandia 15 settembre 2018, 20:13

    Redazione non sono d’accordo, io questo film non l’avevo mai visto! Grande benetton…chiaro che in 13/14 la partita si sarebbe persa ma hanno lottato, messo in imbarazzo i gallessi a casa loro, giocato un ottimo rugby fino alla doppia penalità e preso un punto…bene così e altre soddisfazioni arriveranno…

  6. irish shrink 15 settembre 2018, 20:17

    Guardata col commento di gallesi e inglesi e ancora non sono riusciti a capire perche ha dato il rosso. La settimana scorsa il penalty try e’ sparito dale regole quando toccava al Treviso. Per carita’, io non so fare l’arbitro e deve essere un lavoro ben difficile ma ora proprio viene il dubbio che alcuni siano piu’ protetti e che il Benetton stia cominciando a far paura perche finalmente giocano come si deve. Bravi leoni, hanno dato piu’ dell’anima e hanno fatto un gran punto. Vegnara’ el sole ai nostri balconi! Leoni, leoni leoni!!!!

  7. bangkok 15 settembre 2018, 20:17

    Altra pagina scandalosa di rugby ai danni di un’italiana,
    Grande Benetton che domina gli Scarlets a casa loro i quali hanno bisogno di una terna arbitrale vergognosa per poter recuperare una partita che meritavano di perdere.
    Pure Goosen s’è sotto le palle dello spettacolo offerto da arbitro e complici.

    • POLPS 15 settembre 2018, 20:19

      Hai ragione. Dispiace commentare l arbitro….. ma almeno non parliamo di indisciplina

  8. pippobrutto 15 settembre 2018, 20:17

    Sulla spalla in faccia non sono d’accordo. Quello si era abbassato, e risalendo ha cozzato sulla spalla del favilla (è Veneto?), che non poteva fare niente per evitare l’impatto

    • Obelix-it 15 settembre 2018, 22:40

      In casi del genere, c’e’ stata ‘sollevazione popolare’ contro gli AB a cui e’ stata indicata ‘sudditanza arbitrale’ per non aver fischiato rosso.

      Comunque, l’ultima volta che ho guardato, colpo in faccia (indipendentemente dal ducking) e’ sempre stato rosso diretto….

  9. onit52 15 settembre 2018, 20:18

    Hai sempre il dubbio che ti vogliono dare la lezione …..e se a fare il fallo fosse stato Fuser saremmo stati in 13…
    Il lavoro fatto nella parte centrale poi lo hai pagato alla fine …..
    Perfino a M.Goosen alla fine gli erano girati …..

    • onit52 15 settembre 2018, 22:53

      ….A mente fredda però bisogna anche dire che sabato scorso abbiamo dato modo ad Ascombe di fare tiro a segno , stasera …ho dubbi su Herby ( o come di chiama ) perché ha aiutato l’arbitro a estrarre il cartellino ….si devono evitare tutti sto falli …e quest’anno non si può neanche incolpare ( per indisciplina) F.M. come succedeva da parte di qualcuno l’anno scorso.
      Infine le prime due mete noi non c’eravamo …esattamente come l”anno scorso.

    • onit52 15 settembre 2018, 22:53

      ….A mente fredda però bisogna anche dire che sabato scorso abbiamo dato modo ad Ascombe di fare tiro a segno , stasera …ho dubbi su Herby ( o come di chiama ) perché ha aiutato l’arbitro a estrarre il cartellino ….si devono evitare tutti sto falli …e quest’anno non si può neanche incolpare ( per indisciplina) F.M. come succedeva da parte di qualcuno l’anno scorso.
      Infine le prime due mete noi non c’eravamo …esattamente come l”anno scorso.

  10. Turch 15 settembre 2018, 20:19

    Commentiamo il rugby che si e` visto, purtroppo le mischie in 13 hanno fatto la differenza quindi quella parte va saltata.

    Ottimo Treviso, buona organizzazione e capacita` di gestire i ritmi della partita a proprio piacimento. Duvenage splendido, si e` inventato una meta meravigliosa.

  11. giomarch 15 settembre 2018, 20:19

    VERGOGNOSO…
    bisogna riempire di mail il board, mai visto uno scempio arbitrale del genere….
    Atteggiamento chiaro dell’arbitro che sul fallo di fuser si allontana ridendosela con gli scarlatti lasciando il giocatore a terra, dinamica cristallina, intervenuto su uomo in aria col pallone e gomito sul collo…. Su Faiva 2minuti di replay per capire che ha la spalla e un Barbieri decapitato che non fa testo…
    In avanti su 3, dico 3 mete, fuorigiochi, mischie spinte storte e se anticipano la spinta all’ultimo minuto..reset…
    Senza errori potevamo vincere ugualmente, ma la differenza dovrebbero farla le squadre in campo..
    Ai ragazzi non mi sento di rimproverare nulla..

  12. rugbybattipaglia1 15 settembre 2018, 20:24

    Un arbitro VERGOGNOSO
    Non esiste un arbitro così in pro14
    non si potrà mai Vincere se ogni azione dava un vantaggio agli scarlets

  13. gattonero 15 settembre 2018, 20:24

    bravissimi tutti i giocatori di treviso (tranne Herbst che deve darsi una regolata) hanno dato l’anima ,il film gia’ visto e’ la cecita’ in alcune fasi di gioco da parte dell’arbitro…

  14. Dusty 15 settembre 2018, 20:24

    Va bene, la prossima la vinciamo

  15. cassinet 15 settembre 2018, 20:26

    INCREDIBILE QUELLO CHE SI E’ VISTO STASERA : l’arbitro è un uomo ed è normale che sbagli ma vedere per 80 minuti due metri diversi in modo così eclatante lascia senza parole.
    Per gli scarlets non esistevano i fuorigioco, le ostruzioni, gli avanti, le pulizie di spalla e i falli in aria non sono da ammonire.
    Partita fortemente condizionata.

  16. kinky 15 settembre 2018, 20:27

    Ottima partita, mi sto proprio divertendo a vedere il Benetton quest’anno! Dobbiamo mettere a posto le scelte strategiche perché rinunciare a piazzare quella punizione a fine primo tempo ci è costato un punto in classifica! Grande Zanon!

    • Turch 15 settembre 2018, 20:32

      Concordo, sono 3 punti a fine primo tempo e sei con l’uomo in meno. Li porti a casa e vai in spogliatoio.
      Se questo e` il Treviso mentre fa turnover allora ci divertiamo davvero.

  17. Corry.ro 15 settembre 2018, 20:28

    Arbitraggio non convincente, ottimo Treviso, non bene Steyn , Pasquali in difficolta e Makelara un po leggerino per il ruolo. Peccato anche per il punto perso alla fine

    • pippobrutto 15 settembre 2018, 21:08

      Arbitraggio non convincente… Mi complimento per l’eleganza, davvero

  18. Bariddu 15 settembre 2018, 20:30

    non gli hanno permesso di giocarsela alla pari. punto.

  19. ermy 15 settembre 2018, 20:33

    Il primo problema di Treviso sono state le 2 mete regalate all’inizio 15vs15, difesa indecente!
    Poi ci si è messo il tuffatore professionista sudafricano, giusto il rosso! E mi pare abbia già beccato un giallo quest’anno per lo stesso fallo.
    Giusto anche il giallo a Faiva.
    Su Fuser c’era un arancione, e qui iniziano le colpe dell’arbitro… assieme a una barca di fuorigiochi non fischiati.
    Per il resto partita gagliarda e ben giocata, con Treviso che è parsa fisicamente più potente e quasi dominante. In 15 si vinceva, i 2 punti sarebbero stati il minimo e imvece, solo 1!
    Lezione!

    • Turch 15 settembre 2018, 20:38

      Herbst ci ha provato anche la settimana scorsa a fare la stessa cazzata. Era calcio nostro piazzabile e siamo usciti con il calcio contro. Non si possono fare cose simili, anche perche` non ha neanche la scusa di essere stanco, oggi ha giocato meno di 15 minuti con in mezzo una sostituzione temporanea.
      Non puoi cambiare le decisioni dell’arbitro, ma evitare queste cose si’

      • pippobrutto 15 settembre 2018, 21:13

        È vero. Non mi sembra avere un approccio mentale adeguato a questo livello

  20. narodnik 15 settembre 2018, 20:34

    Avversario che quasi sicuramente andrà ai po,arbitraggio malandrino,questa sconfitta per come arriva conferma l ottimo lavoro della squadra,Treviso ha concrete chances di arrivare ai po quest’anno.

    • bangkok 15 settembre 2018, 20:41

      Dipende da quanti arbitri di questo livello dovranno subirsi

      • narodnik 15 settembre 2018, 23:03

        voglio credere che piu’ giocano al livello o meglio degli avversari piu’ certi errori arbitrali verranno sottolineati a chi di dovere,ho visto ora il risultato delle szibre,un po’ di sano rispetto e timore se lo stanno guadagnando eccome,tutto questo fa ben sperare per la nazionale.

  21. Mr Ian 15 settembre 2018, 20:39

    Che fosse un pomeriggio difficile lo si sapeva, così drammatico non lo avrei pronosticato mai.
    Vittoria bugiarda che non toglie meriti ad un grande Treviso che meritava come minimo i due punti.
    Parecchi Scarlets fuori giri questo pomeriggio, e l aver perso subito James Davies è stato un duro colpo.
    Al breakdown nessuno è riuscito a contrastare gli avanti di Treviso, ma anche dietro di cavolate se ne sono viste tante.

    • Giambo 15 settembre 2018, 20:51

      Gli Scarlets stasera, se hanno ancora una faccia, evitino di commentare la partita grazie…

      • giomarch 16 settembre 2018, 00:16

        Sono incazzato come una iena anch’io, ma i tifosi Scarlett non centrano nulla…

    • POLPS 16 settembre 2018, 08:10

      Mr.ian non sei obiettivo. Scarlets squadra forte e, ripetiamo, andrà lontana sia in pro 14 che in Europa. Ma Treviso meritava di vincere e seppur in 14-13 per poco non ci riusciva. Nel commento di DAZN persino Mauro Bergamasco faceva fatica a non parlare dell’arbitraggio. Per favore toglietevi questa spocchia.

  22. mamo 15 settembre 2018, 20:44

    E io ?
    Purtroppo oggi non posso godere ma essere orgogliosissimo del Benetton sì.
    Una sola domanda: cosa si deve fare per meritarsi lo stesso rispetto che gli arbitri riservano agli anglofoni ?

    • carpediem 15 settembre 2018, 21:03

      mamo, ti rivelo una news segretissima : mi son fatto dare l’arbitraggio della prossima della benetton sotto nome fanfaluca di MacCarpe con licenza scozzese fatta in casa
      siamo in una botte di ferro……
      a parte gli scherzi, ieri guardavo l’arbitro SAF di munster-ospriz e son convinte che se arbitrava lui, non sarebbe successo un cazzo

  23. mauro 15 settembre 2018, 21:07

    Scommettiamo che questo bipede neanderthaliano farà carriera?

  24. pippobrutto 15 settembre 2018, 21:11

    Sono contento per come abbiamo affrontato una partita difficile. Mi chiedo se, dovessimo affrontare ai playoff questo avversario, manderebbero un arbitro più preparato?

  25. balin 15 settembre 2018, 21:16

    secondo me stamattina agli argentini han tolto una meta che c’era (TMO) eppure han vinto lo stesso, ecco l’obiettivo è questo, per quanto ci sia da incavolarsi per quest’arbitraggio l’importante è che la squadra c’era e che vale.

    • bangkok 15 settembre 2018, 21:19

      Tutto giusto, ma quando gli “errori” arbitrali a sfavore sono numerosi, metodici e sistematici l’impresa diventa impossibile

    • umberto 15 settembre 2018, 21:21

      Settimana scorsa treviso ha vinto nonostante l’arbitro (Ti ricordi le mischie e la meta finale). Questa settimana l’arbitro ci ha messo maggiore impegno.

    • mic.vit 15 settembre 2018, 21:26

      ecco…all’inizio anche pumas e jaguares avevano da lamentarsi per gli arbitraggi…ma hanno continuato a spingere in avanti…oggi sono in grado di sconfiggere chiunque…questo è lo spirito giusto…pare che il treviso lo abbia…bene così, gli scalpi portati a casa saranno sempre più pesanti…

    • Bariddu 15 settembre 2018, 21:43

      in Argentina il Rugby riempie gli stadi e se la vede 50 a 50 col calcio, è arrivata in semifinale ai mondiali 2015 battendo l’Irlanda. Non siamo sullo stesso piano.

      • mic.vit 15 settembre 2018, 22:05

        è da quando siamo nel rugby che conta (celtico e 6 nazioni ) che vedo arbitraggi un po così (a parte i fuorigioco che ormai sono chiamati un po per tutti a lotteria), sono 2 anni che vedo per i leoni un crescendo in tutti i sensi…ergo, il discorso arbitri è relativo, è il lavoro che si sta facendo che sta finalmente portando i risultati sperati…anzi credo che fare eccessivamente i piangine crei effetti giustificativi che alla lunga non fanno che nuocere…

        • ermy 15 settembre 2018, 22:32

          Concordo! Nessuno qui che pone l’accento invece sulle due mete subite in 15 con difesa al burro… senza di quelle l’arbitro che faceva? Mah… 😊

          • mic.vit 16 settembre 2018, 03:09

            esatto…eppure eravamo in parità numerica al largo…sperandio che non sale con il timing giusto e gli altri che smettono di correre…poi l’espulsione, ma si può lasciare i compagni in inferiorità contro gli scarlets per circa un’ora per un fallo tanto stupido?
            poi i calci facili in cui si è optato per la touche…e i calci lunghi quano ormai la squadra era troppo stanca per risalire il campo…ed infine il punto di bonus perso a tempo scaduto…questo è ciò su cui dobbiamo lavorare…più saremo forti e più gli eventuali errori arbitrali saranno evidenti

          • fish 16 settembre 2018, 17:54

            Ciao Ermy
            ho visto la partita sul canale inglese. Durante l intervallo i commentatori erano molto perplessi riguardo il rosso a pindol pandol

    • giomarch 16 settembre 2018, 00:24

      Appunto, qui le mete viziate da in avanti sono 3, non una, non si discute l’errore, ma quanto rimane di una partita se alla marea di errori commessi aggiungi la volontà di utilizzare il tmo solo negli episodi potenzialmente lesivi al Benetton, è arrivato a chiedere il tmo su un tenuto alto palese dove era a due metri ma non per l’entrata a cazzo su fuser o Barbieri..
      Qui si è assistito a qualcosa di scientifico..

  26. bangkok 15 settembre 2018, 21:38

    L’importante ora è che il Board celtico non metta la ciliegina sulla torta delle prese in giro facendo le scuse a Treviso x l’arbitraggio “inadeguato” come avvenne la scorsa stagione dopo la partita in casa persa contro Connacht.
    Basta scuse postume, ci vogliono arbitri corretti. Punto!!

  27. RigolettoMSC 15 settembre 2018, 23:16

    Herbst è XX xxxxxxxx, Linton un xxxxxxx..o indisponente (nella migliore ipotesi). Altri commenti non mi sento di farne, mi girano troppo!

    • Redazione 16 settembre 2018, 00:10

      @RigolettoMSC se vuole fare ancora commenti non si permetta mai più certi termini

  28. Dusty 15 settembre 2018, 23:28

    Mitrea e altri arbitri italiani sono tre spanne sopra certi arbitri del torneo.

  29. sanfrancesco 16 settembre 2018, 00:37

    Vista su premier tv, i telecronisti hanno definito il rosso ‘harsh’, esagerato.
    L’ ostruzione aerea su fuser e’ da giallo automatico, mentre il signor Linton manco ha voluto rivederla.
    Su tutto il resto lasciamo perdere.
    In effetti cosi e’ dura…

  30. massimiliano 16 settembre 2018, 00:54

    Solo un grazie a tutti i ragazzi, bravissimi. Anche stavolta.con un poco di attenzione in piu’ si vinceva contro tutto e tutti!! Forza Leoni!

  31. Niven 16 settembre 2018, 00:56

    Ho visto solo dal 30 minuto in poi e in tv.
    All inizio non mi ero neppure accorto che erano in quattordici. Eppure Treviso dominava e gli Scarlets una serie di errori clmorosi dopo l’altro, incalzati dai nostri
    Quindi a me fa veramente piacere vedere questa determinazione, spirito combattivo e buona organizzazione in campo. Bellissima la metà di Allan con il calcetto di Duvenage. Per me ha giocato più che bene e Tebaldi può restare fuori a meditare un pochino. Complimenti a Treviso nonostante la sconfitta.

  32. castello 16 settembre 2018, 02:14

    Ho l’impresione che nel pre partita fosse stato data un’allerta per herbst, comunque apparte gli errori arbitrali (avrei qualcosa da dire anche per il guardalinee di destra) ho avuto la sensazione che il signor Linton non stesse adempiendo al suo compito in tranquillità, non l’ha mostrata agli spettatori e soprattutto ai giocatori in campo, Scarlet compresi, ecco vorrei che la federazione riflettesse su questo perché in queste condizioni è quantomeno più facile che ci scappino gli errori (non so come spiegarlo in modo più diplomatico)

    Per quanto riguarda i ragazzi, tutto sommato per come si era messa tornano a casa con il bicchiere mezzo pieno anche se girano le scatole ovvio. Buona la prima linea secondo me anche nei cambi, nonostante le fasi statiche siano andate peggio del previsto hanno tenuto botta anche quando c’era solo da subire. Un po peggio le seconde e le terze linee che secondo me, al netto dell’inferiorità numerica, non sono attualmente nella condizione dei titolari della precedente partita (comunque sono stato favorevole al turnover). Bene anche i trequarti che quando c’è stato bisogno di fare il lavoro sporco sono sempre stati presenti (tranne in un caso ma lasciamo perdere) per quanto riguarda l’espressione di gioco mancava anche quì qualcosa ma oggi di più secondo me non si poteva pretendere.

    Scarlet indietro nella condizione (probabilmente strategicamente),motivo in più perché si dovesse sfruttare l’occasione

    • Gigio 16 settembre 2018, 10:21

      Quando si dice 2 pesi e 2 misure: a questo link https://www.youtube.com/watch?v=dfpeVYscxHY la partita Benetton – Connacht dello scorso febbraio. Stesso arbitro, giudicate il placcaggio al collo su Sperandio al 40″ del filmato se non era da considerare almeno da cartellino giallo. Ebbene, neppure punizione, semplicemente touche ai 5 per Connacht!

  33. sinistrapiave 16 settembre 2018, 10:23

    Non ho visto la partita ma dai vostri commenti mi sembra di capire che la Benetton c’è!!
    Le zebre pure hanno fatto una grande partita…non vorrei essere affrettato ma sembra che ci aspetta una stagione di quelle da fregarsi le mani

  34. Gigi da Dolo – Ve 16 settembre 2018, 11:22

    Scandaloso l’arbitro, (non volevo fare come sul calcio, ma non si può sorvolare su un rosso incredibile).
    Quello che mi è piaciuto è Treviso, che ha una verve, un’entusiasmo, la capacità di andare oltre il 1^ placcaggio, il ricilare il pallone mai visti in passato.
    Da notare fatto con una squadra che tende ai primi posti.
    Ho idea che continuando così ci si avranno grandi soddisfazioni.

  35. bangkok 16 settembre 2018, 12:00

    A bocce ferme mi sento di affermare che Herbst ha sbagliato alla grande: fallo inutile e pericoloso, aveva già rischiato sabato scorso contro Cardiff. Se lo staff non l’ha ripreso immediatamente la settimana scorsa spero lo faccia questa.
    Resto cmq convint, visto l’andamento del match che Treviso anche in 14 questa partita, al netto degli errori dei giocatori che ci possono stare sia da una parte che dall’altra, l’avrebbe portata a casa se l’arbitro, o meglio tutta la terna arbitrale e tmo, non fosse intervenuta o NON intervenuta in maniera scientifica a condizionare la partita.
    Possiamo discutere dei calci piazzati non trasformati, delle 2 mete su tre prese nel primo tempo su palloni persi malamente o placcaggi sbagliati……..resta il fatto che Treviso in 14 era in vantaggio nettamente quando l’arbitro ha iniziato a fischiare (È non fischiare) in maniera scandalosa.
    Ricordiamoci anche che gli Scarlets avrebbero finito la partita in 14 se avesse dato un giallo sacrosanto pure al loro giocatore che ha commesso il fallo su Fuser!!!

  36. umberto 16 settembre 2018, 12:30

    Qualche nota personale sulla partita: (non l’ho ancora rivista… per cui potrei sbagliare qualche episodio )
    L’avvio non è dei migliori: ci sono errori individuali di posizionamento e di handling che creano difficolta alla squadra. Mete prese troppo facilmente. Treviso ieri ha preso 5 mete mentre nelle prime due partite aveva subito 3 mete di cui una su intercetto e una tecnica;
    Grande maturità però nel ribattere colpo su colpo: meta scarlet, meta treviso, meta scarlets, meta treviso.

    Sperandio fa alcune belle cose palla in mano; offre meno sicurezza individuale e di reparto in difesa. Non è Hayward ma è molto migliorato. Secondo me è sulla buona strada.
    Ratuva è figiano, nel bene e nel male. La prima meta credo nasca da una sua salita troppo veloce che crea il buco per gli scarlets; un’altra nasce da una sua azione di ripartenza dai 22 con calcio e palla di recupero di scarlets. Di contro anche ieri ha fatto buone cose in attacco e in alcuni recuperi difensivi (usando una metafora di altri… è un bel cassonetto)
    Morisi è sulla via del ritorno. Io me lo ricordavo più secondo playmaker invece adesso mi sembra che giochi più come 12 da sfondamento (uno sgarbi o un castello ma con mani migliori). Belle percussioni senza perdere palla o isolarsi.
    Duvenage! Che il dio del rugby ce lo preservi! Per me il mom di ieri. è brutto dirlo ma è una spanna sopra tutti i nostri mediani. Tranquillità nel gioco, decision making, calcio dalla base… suo il grubber per la meta. Credo che possa dare il valore dato da Banks dello scorso anno… con in più il fatto che Duvenage mi sembra metterci l’anima e che placchi.
    Terze linee: sempre un ottimo reparto. Steyn ieri ha fatto qualche errore di troppo. Inizialmente secondo me si è sentita la mancanza di un ball carrier efficace come Negri. Scarlets placcava forte e c’era difficoltà di superare la linea del vantaggio.
    La touche funziona, anche cambiando gli interpreti.
    Herbst è una seconda linea brutta, sporca e cattiva. é stata presa per fare il lavoro sporco e duro e lui la interpreta così. Ieri ha fatto un fallo stupido (lo aveva fatto anche con Cardiff). Deve capire che gioca con Treviso e non col Munster. Se corregge la sua irruenza è un giocatore molto utile alla causa.
    Prime due mete fatte da Quaglio e Ferrari. Preoccupa il diverso comportamento della mischia con e senza ferrari. Se la touche contnua a funzionare cambiando gli interpreto per la mischia allo stato attuale la situazione è diversa. Con ferrari è dominante, senza non lo è più

  37. Darko 16 settembre 2018, 12:49

    Ora che le squadre italiane si giocano quasi tutte le partire alla pari le designazioni arbitrali divento fondamentali. Sono sicuro che se ieri gli arbitri di Benetton e Zebre fossero stati invertiti, anche i risultati finali sarebbero stati invertiti…prima della partita qualcuno faceva notare il nome dell’arbitro…ecco avevo deciso di nn guardare la partita per non avvelenarmi il weekend

    • Darko 16 settembre 2018, 17:09

      Aggiungo che sarebbe interessante stilare una statistica sui nomi degl’arbitri designati per le italiane quando hanno vinto in tutti questi anni celtici….. si scoprirebbe secondo me che sono più o meno sempre gli stessi e sono quelli più bravi ed esperti. Viceversa con i giovanotti/sconosciuti o in generale con quelli scozzesi l’incidenza delle sconfitte è altissima…

  38. sanfrancesco 16 settembre 2018, 14:56

    La cosa piu triste e che se vai a leggere su walesonline, i commenti dei tifosi gallesi sono tutti incentrati sull’arbitraggio ttoppo severo contro treviso. Vittoria dal sapore taroccato per loro. Complimenti al signor Linton per aver rovinato una bella partita di rugby!

    • try 16 settembre 2018, 16:34

      Io mi focalizzarei non tanto sul rosso che poteva starci, piuttosto sul giallo che a mio avviso non c’era e che ha cambiato le sorti della partita. Infatti in 14 si erano ottimamente comportati. I 10 minuti in 13 sono stati letali.
      E su in altro fischio errato, cioè il netto fuorigioco non fischiato ai Gallesi, quello in cui Goosen se ne va. Lì eravamo sotto di 2 in una posizione molto favorevole.
      Sarebbe stato altro carburante per i ragazzi.

    • giomarch 16 settembre 2018, 22:39

      E questo fa capire molte cose…
      Vedi commento di mister ian e commenti sotto, in nessun modo legali al suo post…
      Indipendentemente dall’arbitraggio ci dimostriamo italiani..

Lascia un commento