Benetton, Derrick Appiah: “Spero un giorno di indossare la maglia azzurra”

Il pilone dei Leoni ha parlato a BEN tv

derrick appiah

ph. London Scottish

Il giovane pilone dei Leoni Derrick Appiah, grande ex dell’incontro, alla vigilia di Benetton-Worcester, amichevole di apertura della stagione biancoverde ha parlato ai microfoni di Ben TV, web tv della squadra veneta, indicando gli obiettivi stagionali suoi e del collettivo.

“Trovarmi qui é una bella esperienza. Conoscevo già diversi ragazzi presenti in rosa. Ci sono tanti giovani, come squadra stiamo crescendo, dopo essere andati a Calalzo abbiamo legato ulteriormente. Si è lavorato duro, speriamo di fare bene sin dalle amichevoli”, racconta Appiah, prima di parlare delle ambizioni sue e del gruppo.

“Vogliamo essere, prima di tutto, una squadra vera. Essere un gruppo in campo. Per quanto riguarda me, invece, il primo obiettivo è quello di giocare. Poi spero un giorno di indossare la maglia azzurra”, prosegue il prima linea, che, poi, spiega come Treviso non sia così diversa, come struttura, da quelle delle squadre britanniche in cui ha giocato.

“Non c’è grande differenza con l’Inghilterra, c’è grande positività. Se si sbaglia qualcosa non é un dramma, si cerca di rifare il tutto in modo migliore. Treviso si sta internazionalizzando”, chiude l’ex Warriors, molto carico in vista della sfida odierna.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La visione di Antonio Pavanello: intervista al direttore sportivo del Benetton Rugby

La grande stagione appena passata, le novità sui permit player e tanti altri temi con uno dei massimi protagonisti dell'ascesa biancoverde

17 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: rinnovi per Alessandro Zanni ed Angelo Esposito

L'avanti prolunga sino al 2020, l'ala, iinvece, fino al 2021

16 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

80° minuto: l’analisi statistica della stagione assieme a Marco Riccioni

Italrugbystats ha approfondito con il pilone teramano i dati più interessanti della sua stagione da rookie in Pro14

15 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: cinque giocatori lasciano ufficialmente il club veneto

Ai saluti diversi elementi di spicco dell'ultima decade biancoverde

8 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Ratuva Tavuyara ci ha fatto divertire

L'ala figiana è arrivata al Benetton tra qualche incognita, ma ha disputato una stagione di altissimo livello e di grande stile

8 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Sei partite da ricordare del Benetton Rugby 2018/2019

Salutiamo la grande stagione dei Leoni con una classifica da riporre nel cassetto e tirare fuori per futuri amarcord

6 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
  1. Mich 10 agosto 2018, 12:51

    E vai con gli equiparati. Italia superfranchigia.

    • drazen 10 agosto 2018, 13:07

      Se non sbaglio, è modenese.

    • gian 10 agosto 2018, 13:10

      e vai con chi non sa neanche di che cosa parla!

    • kinky 10 agosto 2018, 13:24

      Significa che oltre a non sapere nulla sui seniores nemmeno segui le nazionali giovanili. Questo è cresciuto a tortellini e tigelle con lardo o prosciutto!

    • bangkok 10 agosto 2018, 13:29

      Mich, dopo questa esibizione non richiesta d’ignoranza (spero solo sportiva), valuta molto meglio se ce quando scrivere qualcos’altro.

      • Mich 10 agosto 2018, 13:35

        Ragazzi chiedo scusa ovviamente, ma ci sarebbe una spiegazione che, a fronte delle brutta figura rimediata, non so nemmeno se dare.
        @bangkok nè sportiva di altra natura. Sono mediamente istruito.

        • Mich 10 agosto 2018, 13:40

          Ed in ogni caso, a compeletezza di informazione, non conoscevo le origini del giocatore di cui all’articolo che comunque ho appena letto e che ho erroneamente commentato. Comprendo le coincidenze, e nemmeno mi sforzo di convincere tutti voi del contrario.
          Come non scritto (ma scritto altrove).

        • gian 10 agosto 2018, 16:55

          se c’è una spiegazione non capisco perché non darla (magari hai letto male il nome, ad es.), ed in quel caso scuse accettate

          • Mich 13 agosto 2018, 08:56

            Molto volentieri, per quel che serve.
            Di fatto ho pasticciato con il cellulare e ho commentato qui invece di commentare il servizio del 31/07 su Johan Meyer. Era un forum di discussione sugli equiparati ed io avevo già fatto un pò di interventi nei giorni scorsi, e dato un paio di risposte. Lo continuavo a seguire perchè sulla questione eqiuparati ho un parere tutto mio. Quando poi ho aperto questo articolo era già tardi, e la figuraccia era già fatta. Su Johan Meyer ho poi correttamente riportato il commento.
            Ammetto in ogni caso che il giocatore di cui al presente servizio mi è sconosciuto, e se avessi dovuto giudicare su due piedi (cosa che non faccio mai) dal nome e dall’aspetto, sarei sicuramente stato tratto in inganno, confondendolo per uno straniero.
            Mi rendo conto delle coincidenze, i contenuti del mio commento si prestavano benissimo, ma è la sola spiegazione che posso fornire, per il semplice fatto che è la verità.
            Chiedo ancora scusa.

    • LupoAlberto13 10 agosto 2018, 16:13

      Derrick è made in Rugby Modena

  2. Fabfab 11 agosto 2018, 10:47

    e comunque merito a Mich riconoscere l’errore e chiedere scusa, su questo blog non è di tutti i giorni

Lascia un commento