All Blacks: quella volta che Jonah Lomu giocò col numero 1 e marcò tre mete

Un frammento del passato per avvicinarsi ad un imminente evento iridato

Vedere per credere. Correva l’anno 2001 e la Nuova Zelanda era impegnata nella finalissima della terza edizione della Rugby World Cup Sevens. Da una parte gli All Blacks dall’altra l’Australia, a giocarsi il titolo iridato.
I “Tuttineri” non avevano ancora trovato il loro primo successo planetario nella kermesse, che certo all’epoca non era famosa come oggi e non regalava alcuna chance di vetrina olimpica, e per arrivare sul tetto del mondo pensarono di affidarsi a lui: Jonah Lomu.
L’ala di Auckland, venuta a mancare tragicamente nel novembre 2015, non deluse le aspettative: con un inconsueto numero 1 sulle spalle decise lo scontro che valeva l’oro marcando tre mete aiutando i suoi ad affermarsi sui Wallabies per 31-12. Ecco il video rispolverato dal World Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Un vibrante Rovigo-Calvisano nelle istantanee di Tommaso Del Panta

Lo scontro di vertice del Top 12 ripercorso attraverso la gallery di Tommaso Del Panta

24 marzo 2019 Foto e video
item-thumbnail

Pro14: gli highlights della bella prova delle Zebre sul campo di Munster

Tutte le immagini salienti della serata di Limerick

24 marzo 2019 Foto e video
item-thumbnail

Il nuovo record della mischia georgiana

I Lelos hanno letteralmente traumatizzato la Russia in mischia nell'ultimo incontro del Rugby Europe Championship

23 marzo 2019 Emisfero Nord
item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: gli highlights di Italia-Francia

La grande impresa delle azzurre nei suoi momenti salienti: quattro le mete segnate alle Bleues

18 marzo 2019 Foto e video
item-thumbnail

Padova è azzurra

Il trionfo dell'Italia femminile nelle immagini di Mattia Radoni

17 marzo 2019 Foto e video
item-thumbnail

Gli highlights dell’ultima giornata del Sei Nazioni

Dalle dolorose immagini dell'Olimpico alle emozioni di Galles e Scozia: la quinta giornata in tre video

17 marzo 2019 Foto e video