All Blacks: quella volta che Jonah Lomu giocò col numero 1 e marcò tre mete

Un frammento del passato per avvicinarsi ad un imminente evento iridato

Vedere per credere. Correva l’anno 2001 e la Nuova Zelanda era impegnata nella finalissima della terza edizione della Rugby World Cup Sevens. Da una parte gli All Blacks dall’altra l’Australia, a giocarsi il titolo iridato.
I “Tuttineri” non avevano ancora trovato il loro primo successo planetario nella kermesse, che certo all’epoca non era famosa come oggi e non regalava alcuna chance di vetrina olimpica, e per arrivare sul tetto del mondo pensarono di affidarsi a lui: Jonah Lomu.
L’ala di Auckland, venuta a mancare tragicamente nel novembre 2015, non deluse le aspettative: con un inconsueto numero 1 sulle spalle decise lo scontro che valeva l’oro marcando tre mete aiutando i suoi ad affermarsi sui Wallabies per 31-12. Ecco il video rispolverato dal World Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Video – Cosa sta succedendo a Tolosa dopo la vittoria

Sotto il solleone in Place du Capitole più di 15mila persone festeggiano il Bouclier de Brennus

16 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

La grande meta del pilone argentino al Mondiale Under 20

Thomas Gallo, pilone sinistro dei Pumitas, ha segnato una meta memorabile per uno del suo ruolo

15 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Mondiale Under 20: gli highlights della sfida tra Italia e Inghilterra

Le azioni salienti della tiratissima gara di Santa Fè

9 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Ben Smith: All Black, waterboy e papà allo stesso tempo

Il trequarti degli Highlanders ha portato sua figlia a vedere una partita da molto vicino

7 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Mondiale Under 20: gli highlights di Italia-Australia

Tutte le azioni salenti nella sfida andata in scena a Santa Fè

5 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Quando gli ippopotami invadono il campo da rugby

L'incredibile scena ripresa dai giocatori della formazione sudafricana del Letaba Rugby Club

3 giugno 2019 Foto e video

Lascia un commento