Irlanda, una questione di profondità: le nuove risorse di Joe Schmidt

Nelle due partite contro l’Australia hanno giocato due tallonatori inesperti, ma che hanno dimostrato grande valore

australia irlanda 2018

ph. Reuters

Non dev’essere facile essere Sean Cronin. Il tallonatore del Leinster si sarebbe forse aspettato di vestire finalmente la agognata maglia numero 2 della nazionale irlandese, visto l’infortunio al capitano Rory Best che gli ha impedito di far parte della spedizione in Australia. Invece Joe Schmidt, uomo che non concede minuti facili con la maglia dell’Irlanda, ha deciso di premiare due giocatori che finora avevano avuto ben poche chance di emergere in nazionale: Rob Herring e Niall Scannell.

I due tallonatori hanno entrambi disputato due ottime prove nei rispettivi test nei quali sono stati chiamati a interpretare il tallonatore titolare della squadra. Nella sua prima apparizione da titolare, Herring ha lanciato ottimamente le 10 rimesse laterali di cui è stato incaricato, ha toccato 9 palloni (3 passaggi, 6 cariche) e portato a termine 7 placcaggi, senza errori. Di più: Herring è stato una presenza costante in giro per il campo, facendo registrare un notevole workrate.

Meglio di lui ha fatto Niall Scannell sabato scorso, soprattutto in fase offensiva, dove ha potuto mettersi in mostra per le sue ottime doti di ball carrier (13 cariche per 43 metri fatti). Quando poi Herring lo ha sostituito nell’ultimo quarto di partita ha potuto nuovamente mostrare il proprio valore.

Due prestazioni che allungano la coperta di Joe Schmidt nel ruolo di tallonatore, fino ad oggi appannaggio di Best e, come primo rincalzo, di Cronin. E sebbene siano state impressionanti, non sono le uniche prove degne di nota in una nazionale irlandese che, dall’alto del suo secondo posto nel ranking mondiale, sta compiendo una intelligente opera nel concedere minutaggio ai giocatori che ne hanno avuto meno a certi livelli, in modo da allargare la rosa e aumentare la profondità.

E’ il caso ad esempio della prima apparizione di Tadhg Beirne, uno dei giocatori più rilevanti del Pro14 negli ultimi due anni, che andrà ad aumentare la già notevole profondità in seconda e terza linea. A livello internazionale potrebbe essere più probabile vederlo schierato come numero 6, ma una seconda linea con Beirne e il nuovo gioiello James Ryan ingolosisce tutti gli appassionati.

In questo contesto utile citare anche Joey Carbery, alla sua prima presenza da titolare contro una squadra di prima fascia nel primo test match in terra australiana, che anche senza lasciare gli spettatori a bocca aperta ha dimostrato le sue qualità, che potrà ulteriormente migliorare come prima scelta del Munster dalla prossima stagione.

La strada per la Rugby World Cup sembra ancora lunga, ma 16 mesi passano in fretta: Joe Schmidt e i suoi sono preparati per l’assalto alla diligenza e per sfondare quel muro che nessuna squadra irlandese è mai riuscito ad infrangere prima.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

E se fosse Warren Gatland il nuovo allenatore della Francia?

Il tecnico neozelandese è ambito da molte squadre fra cui anche i Bleus, che intanto pensano a O'Gara per la RWC

item-thumbnail

British & Irish Lions: la scelta del prossimo tecnico passa del Sei Nazioni, ma attenzione a Hansen

Gatland, Schmidt e Jones sono in lizza. All'orizzonte però ci potrebbe essere un clamoroso accordo col tecnico degli All Blacks

item-thumbnail

Americas Rugby Championship: l’Argentina XV fa en plein

Grande Slam per la seconda selezione argentina, che ha battuto nettamente il Cile nell'ultima giornata del torneo delle Americhe

item-thumbnail

La partita più importante nella storia del rugby olandese

Sabato si gioca la partita decisiva del Rugby Europe Trophy, seconda divisione dell'ovale europeo fuori dal Sei Nazioni

item-thumbnail

Ranking mondiale: l’Irlanda femminile si avvicina alle Azzurre

Le due squadre si affronteranno fra due settimane. Nel maschile la Spagna entra fra le prime venti

11 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Rugby Europe Championship: la Spagna batte la Russia mondiale

La Romania combatte ma cede alla Georgia, mentre gli Orsi cadono a Madrid

11 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match