Under 18: il Valsugana batte la Capitolina ed è campione d’Italia

Veneti sempre avanti nel punteggio, resistendo al tentativo di rimonta dei romani nel finale. Il titolo resta a Padova

ph. Federugby

Il Valsugana si laurea campione d’Italia Under 18. Al ‘Mario Lodigiani’ di Firenze, i padovani battono la Capitolina 27-34 conquistando il primo Scudetto juniores nella propria storia.

I veneti passano in vantaggio nelle battute iniziali del match e restano sempre in vantaggio nel corso della partita, mentre i romani sono costretti solo a rincorrere i rivali per tenersi il più a stretto contatto possibile. I veneti toccano il +13 alla mezzora (7-20), ma la Capitolina accorcia nel finale con la meta che vale il 12-20 all’intervallo.

Nella ripresa, i primi a marcare sono ancora i veneti al quarto d’ora, con i romani che rispondono qualche minuto più tardi dimostrando di non aver subito tanto il contraccolpo psicologico. A fare la partita perlopiù è comunque il Valsugana, che conservano maggiore possesso e territorio. Al 69′ arriva la meta che sembra definitivamente i conti per il 17-34.

Nei dieci minuti finali i romani però dimostrano di crederci ancora, accorciando le distanze con una meta e un calcio di punizione fin sul 27-34. E l’ultimo ovale della partita è proprio dei capitolini, che possono sfruttare una touche sui 5 metri avversari: il lancio viene sporcato dal Valsugana, l’ovale non viene controllato e finisce fuori. La Capitolina perde la quarta finale consecutiva a livello Under 18, mentre lo Scudetto resta ancora a Padova: al Petrarca, vittorioso un anno fa, succedono i biancoblu, che possono far partire la festa.

Valsugana Rugby – Unione Rugby Capitolina 34 – 27 (20-12)

Marcatori: 2′ cp Peruzzo (3-0), 8′ mt Peruzzo (8-0), 8′ trasf Peruzzo (10-0), 19′ mt Pavolini (10-5), 19′ trasf Romano (10-7), 26′ mt Michielotto (15-7), 30′ mt Trulla (20-7),  36′ mt Severini (20-12), 42′ mt Trulla (25-12), 42′ trasf Peruzzo (27-12), 50′ mt Drudi (27-17), 57′ mt Citton (32-17), 57′ trasf Peruzzo (34-17), 61′ mt Mione (34-22), 61′ trasf Romano (34-24), 66′ cp Romano (34-27)

Valsugana Rugby:  Peruzzo, Trulla, Pintonello, Mastrandrea (66′ Mason), Toffano (70′ Forin), Citton, Rossato, Sturaro, Andriollo, Chino, Bettio, Turcato (60′ Parisotto) (V), Michielotto, Giulian, Trevisan (53′ Spagnolo) (C)
A disp: Natalia, Margarint, Ferraresso. All. Toni Carlo

Unione Rugby Capitolina: Romano, Severini, Panzironi (V), Fiore,  Orelli (45′ Fiorito), Mione, Pavolini (45′ Bouchacourt), Faccenna, Montuori, Ragaini (C), Salerno, Trapasso, Perullo (31′ pt 16 Tripodo), Caniggia (40′ 19 Barone), Drudi
A disp: Girelli, Lo Re, Verdelocco. All. Pompili Francesco Saverio

Arb: Mitrea , Gdl: Angelucci, Vedovelli, 4° Uomo: Favero

Cartellini: –

Calciatori:
cp Peruzzo (1/1) trasf Peruzzo (3/5) – Valsugana
cp Romano (1/1) trasf Romano (2/4) – UR Capitolina

Man of the Match: Trulla (Valsugana)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Carlo Festuccia: il segreto per tornare in campo? Praticare vari sport

Dal rugby alla bicicletta passando per la barca a vela, dove il tallonatore si è imposto anche alla Barcolana di Trieste

17 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Lo sfogo di Umberto Casellato contro Jacques Momberg e i giornalisti

L'allenatore del Rovigo ha criticato duramente il tallonatore dopo il giallo preso nel finale del derby, definendo il tutto "una vergogna" e "imbarazz...

15 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Serie B: quello che è successo nella prima giornata di campionato

Rinviata la partita tra Capoterra e Lumezzane, dopo il maltempo e le alluvioni che hanno interessato la Sardegna mercoledì

item-thumbnail

Serie A: Colorno e Cus Genova partono bene, Lyons fermati a Parabiago

Il torneo cadetto ha preso il via con la prima giornata. Neopromosse subito in grande spolvero

item-thumbnail

Serie A femminile: le big non si fermano nella seconda giornata

Colorno e Valsugana senza problemi, a punteggio pieno pure Capitolina e Cus Ferrara

14 ottobre 2018 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

Carlo Festuccia, un ritorno in campo per dieci minuti

L'allenatore degli avanti del Valorugby ha dovuto rimettere scarpini e caschetto nella partita di Coppa Italia contro la Lazio