Rugby World Cup 2019: la vendita dei biglietti e le regole del sorteggio

Dal 19 maggio gli iscritti alla comunità online del sito della RWC potranno prenotare i tagliandi, per poi partecipare all’estrazione

rugby world cup 2019

ph. World Rugby via Getty Images

Dal 19 maggio al 26 giugno sarà possibile inviare la richiesta per accedere al sorteggio dei biglietti per la Rugby World Cup 2019. In questa fase della vendita dei biglietti, potranno fare domanda per partecipare all’estrazione i mrmbri del “Front Row”, ovvero la comunità online a cui è possibile iscriversi sul sito ufficiale della Coppa del Mondo.

Prima che il sorteggio fosse aperto sabato agli utenti registrati a “Supporter Club”, avevano avuto la possibilità di partecipare all’estrazione le famiglie dei giapponesi membri di un club, i residenti delle città ospitanti le partite e alla popolazione nipponica nel suo complesso. Difatti, World Rugby ha fatto sapere che oltre 1.5 milioni di richieste sono pervenute finora, un numero che eccede la quantità di biglietti disponibile per questa fase riservata a chi possiede un diritto di prelazione.

– Leggi anche: il programma e gli orari della Rugby World Cup 2019

Come funziona il sorteggio

Dopo essersi registrati al “Supporter Club” della RWC, gli utenti potranno accedere al portale di prenotazione dei biglietti – ma non prima di aver aspettato diligentemente in coda, vista la grande affluenza di pubblico – e scegliere fino ad un massimo di sei tagliandi per ciascun match. Non sarà possibile, invece, acquistare i biglietti per più di una partita all’interno dello stesso giorno.

Tutte le domande, a prescindere dal momento in cui verranno inviate, avranno la stessa probabilità di essere premiato dall’estrazione. I vincitori della lotteria verranno annunciati entro il 10 luglio e, a quel punto, dovranno obbligatoriamente acquistare tutti i biglietti prenotati.

World Rugby, inoltre, specifica che per massimizzare le proprie chance di successo gli utenti possono seguire due strade:

  • indicare il possesso di una Mastercard o Masterpass, da inserire come eventuale sistema di pagamento nella domanda iniziale (i pretendenti saranno inseriti due volte nell’urna);

  • accettare un biglietto delle fasce di prezzo più alte o più basse qualora la categoria selezionata non sia più disponibile

Le partite più richieste

I match per i quali c’è il maggior numero di domande sono naturalmente tutti quelli della nazionale di casa, il Giappone, per le sfide degli All Blacks contro Springboks e Italia, per match di grande fascino come Inghilterra-Francia e Australia-Galles, ma anche per Argentina-Tonga e un po’ incredibilmente per Fiji-Uruguay e la partita tra Africa 1 e la vincitrice del ripescaggio mondiale.

Per quanto riguarda la fase a eliminazione diretta, il pubblico si è riversato maggiormente sui due quarti di finale in programma Tokyo, oltre che su semifinali e finali, naturalmente.

Detto della partita contro gli All Blacks, per gli altri impegni dell’Italia non sono attese un numero eccessivo di richieste da parte degli organizzatori. Per l’esordio degli Azzurri, contro Africa 1 all’Hanazono Rugby Stadium di Higashiosaka (capienza di 30.000 spettatori) viene indicata una domanda media; sono basse invece le previsioni per e partite contro la vincitrice del ripescaggio mondiale, in programma al Fukuoka Hakatanomori Stadium (capienza di 22.563), e contro il Sudafrica al Shizuoka Stadium Ecopa (capienza di 50.889).

Come proseguirà la vendita dei biglietti

Terminata la seconda fase della vendita (la prima era dedicata ai pacchetti e ai tour), dal 19 settembre al 12 novembre 2018 inizierà la vendita aperta a tutti sempre tramite sorteggio, mentre dal 19 gennaio 2019 per i tagliandi rimasti non sarà più prevista l’estrazione: acquisterà chi arriverà per primo.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Springboks, Tendai Mtawarira saluta la nazionale

Il pilone si ritira dal rugby internazionale dopo la vittoria da protagonista del trofeo più importante

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La storia unica di Makazole Mapimpi, campione del mondo

Cresciuto molto lontano dal rugby che conta, a 27 anni non aveva mai avuto un contratto professionistico. È diventato titolare e protagonista negli Sp...

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019