Super Rugby: gli Hurricanes ridimensionano i Rebels, Crusaders letali

La franchigia di Melbourne cade sotto i colpi dei gialloneri. Gli Sharks vincono una partita folle a Auckland

ph. Will Burgess/Action Images

Sono tanti gli spunti interessanti dalla settima giornata di Super Rugby. Gli Hurricanes si confermano la squadra più in forma del lotto, mentre dall’altra parte anche la franchigia australiana più quotata – i Rebels – si è dimostrata ancora distante dalle neozelandesi. Le sudafricane? Rincorrono a loro volta, come evidenziato dalla sfida tra Lions e Crusaders.

Chiefs – Highlanders: a cavallo tra fine primo tempo e inizio ripresa la franchigia di Hamilton sembra piazzare un colpo decisivo alla sfida, con le mete di Alaimalo e Harris (20-7). La riscossa degli Highlanders porta i nomi di Li e Tomkinson, che ribaltano la stiuazione al 63′ (20-21), ma al 68′ una marcatura di Wainui decide la sfida sul 27-22.

Rebels – Hurricanes: le aspettative attorno a questa partita erano molto alte, perché la franchigia di Melbourne è senz’altro la migliore tra le squadre australiane finora. Davanti ai 30.000 dell’Aami Park, tuttavia, i neozelandesi si prendono tutta la scena: dopo un primo tempo chiuso sul 19-25 (con i padroni di casa andati anche sul 19-8), i gialloneri salgono in cattedra e marcano quattro volte per il 19-50 finale provocando un brusco risveglio agli avversari. Mattatore di giornata è Ben Lam con un poker di mete, di cui una piuttosto fortunata.

Blues – Sharks: in una partita folle, gli Sharks mettono in mostra tutti i difetti dei Blues e vincono con l’astronomico punteggio di 40-63, nonostante le due squadre marchino lo stesso numero di mete (!), sei. A scavare il solco decisivo sono i ventuno punti di Robert du Preez da sette calci di punizione, che permettono agli Sharks di tenere la partita in equilibrio anche quando i Blues si portano in vantaggio al 53′. Da quel momento, i sudafricani segnano quattro mete e spaccano il match.

Brumbies – Waratahs: il derby australiano va alla franchigia di Sydney, che espugna Canberra 17-24. Nel secondo tempo la doppietta di Naiyaravoro e due piazzati di Foley permettono ai Waratahs di vincere la terza partita stagionale, anche se smorzata dall’infortunio di Folau al 5′ (potrebbe stare fuori circa quattro settimane).

Bulls – Stormers: a Pretoria, una tripletta di capitan Adriaan Strauss – sudafricano con più presenze nel torneo – guida i suoi ad un’importante vittoria contro gli Stormers, battuti 33-23 in un match guidato per ottanta minuti dai Bulls.

Lions – Crusaders: nel remake dell’ultima finale, il risultato non cambia. Sono sempre i neozelandesi a vincere all’Ellis Park di Johannesburg, nonostante il 5-0 con cui i sudafricani chiudono il primo tempo. Le mete di Whitelock e Goodhue nella ripresa ribaltano però il punteggio, fissandolo sull’8-14.

classifica super rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Super Rugby: l’unica certezza sono i Crusaders

Il riassunto di quello che è successo nella nona giornata, nella nostra rubrica Parole e numeri

14 aprile 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: i temi più interessanti di una frizzante ottava giornata

Gli Sharks regalano spettacolo a Johannesburg. I Jaguares non sono da meno, espugnando il campo dei Bulls

7 aprile 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Il nuovo record di Israel Folau

L'estremo dei Waratahs è diventato il miglior metaman nella storia del Super Rugby

6 aprile 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: i temi più interessanti lasciati in eredità dalla giornata 7

Jack Maddocks prosegue nel suo momento magico, Semisi Masirewa è il Re Mida dei Sunwolves

31 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Hayden Parker non sbaglia mai

Il neozelandese dei Sunwolves ha il 100% in stagione con i piazzati: nell'ultima partita contro i Waratahs ne ha segnato uno superbo

30 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: i Crusaders tornano a ruggire battendo a domicilio gli Hurricanes

I campioni in carica si scrollano le paure di dosso e sfoderano una prestazione di alto livello

29 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby