Irlanda: Rory Best rinnova fino al termine dei Mondiali 2019

Dopo la vittoria del Grande Slam da capitano, per il tallonatore arriva anche il prolungamento del contratto

best irlanda

ph. Reuters

La Federazione irlandese ha annunciato il rinnovo del contratto a Rory Best fino al termine della Coppa del Mondo 2019 in Giappone. Il tallonatore ha appena guidato da capitano l’Irlanda al Grande Slam nel Sei Nazioni 2018, già vinto dal 35enne nel 2009. Leader anche dell’Ulster, con cui milita ininterrottamente dal 2004, Best è il terzo giocatore con più presenze nella storia della nazionale irlandese (111), dietro a Brian O’Driscoll e Ronan O’Gara.

L’esordio con la maglia verde era arrivato nel novembre 2005 contro gli All Blacks, poi battuti per la prima volta undici anni più tardi proprio con Best come capitano. Al momento sono 9 le mete segnate dal tallonatore.

“Rory è un leader straordinario per l’Irlanda e continua a produrre performance di altissimo livello – ha dichiarato David Nucifora, Performance Director dell’IRFU – Siamo contenti che continuerà a rivestire un ruolo centrale nel rugby irlandese”

Best invece ha così commentato il prolungamento del contratto. “Sono in una posizione davvero privilegiata da capitano dell’Irlanda e dell’Ulster ed essere coinvolti in due gruppi di giocatori così talentuosi. Mi sento ancora in grado di dare un contributo alla causa”.

Aggiornamento (13:49): la Federazione irlandese ha annunciato anche il rinnovo di Rob Kearney, anch’egli fino al termine della Coppa del Mondo 2019. L’estremo ha collezionato 83 presenze con la maglia dei Verdi fin qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Il Sei Nazioni 2018: a Roma un successo organizzativo da record

Ecco i numeri delle due partite casalinghe dell'Olimpico

item-thumbnail

Quanti giocatori sono scesi in campo subito dopo il Sei Nazioni?

Quasi tutti gli eroi del Grande Slam sono rimasti a riposo, a differenza degli inglesi. Solo Parisse e Ghiraldini gli azzurri in campo

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Galles al secondo posto, fra certezze e dubbi

I Dragoni hanno vinto tutte le partite casalinghe del Torneo, mostrando un gioco a tratti spettacolare, ma il cantiere è ancora aperto

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: è Jacob Stockdale il miglior giocatore del torneo

L'irlandese batte i suoi compagni di squadra. Matteo Minozzi chiude in quinta posizione

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Scozia, il futuro non è più un’ipotesi

I Dark Blues chiudono al terzo posto un Torneo che può essere il trampolino di lancio per la RWC

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: la Francia ha fatto pace con se stessa

Un Sei Nazioni in ripresa per la nuova nazionale di Jacques Brunel, dopo le turbolenze a cavallo del nuovo anno