Trofeo Eccellenza: le parole degli allenatori

Ansell e Guidi hanno commentato la finale di Rovigo

ph. Sebastiano Pessina

In quel di Rovigo, nella giornata di ieri, è stato assegnato il Trofeo Eccellenza, primo titolo ovale dell’anno su suolo italico. Una coppa finita tra le mani di San Donà, che ha saputo imporsi (24-0 il finale) al termine di un match con i veneti sempre davanti nel punteggio, senza che, però, le Fiamme Oro mollassero la presa sino al fischio finale. A margine del match, i due allenatori hanno commentato, con stati d’animo opposti, le prestazioni delle rispettive squadra.

In conferenza stampa, Guidi, head coach della squadra capitolina, pur deluso per l’esito negativo del confronto, si è mostrato sereno e parzialmente soddisfatto della performance dei suoi. “Complimenti al San Donà al suo allenatore Ansell, perché oggi sul campo hanno dimostrato di essere un’ottima squadra e la loro vittoria è meritata. Una finale è sempre una partita con una storia a sé; noi avevamo cominciato bene, mettendo grande pressione sulla loro difesa e segnando una meta poi annullata. Poi le due mete così ravvicinate che hanno chiuso il primo tempo hanno chiaramente spostato gli equilibri, noi ci abbiamo provato senza mai mollare ma più passava il tempo e più la risalita si faceva difficile anche grazie alla loro ottima prestazione difensiva. Il progetto Fiamme Oro rimane comunque un progetto in cui crediamo tutti, c’è da lavorare ancora molto ma noi da domani saremo di nuovo in campo perché la nostra stagione non finisce certo con questa finale”, ha dichiarato l’ex Zebre.

Decisamente più raggiante, invece, Ansell (allenatore dei veneti), che, al Gazzettino Rovigo, ha parlato del successo dei suoi con parecchia felicità. “Abbiamo rispettato il nostro piano di gioco. Sapevamo che le Fiamme Oro avrebbero difeso lasciando un po’ di spazio. Questo Trofeo Eccellenza vale tanto, anche perché l’abbiamo conquistato in uno scontro diretto contro una squadra che come noi lotta per entrare nei playoff di Eccellenza e che molti ritengono superiore a noi”, ha commentato il sudafricano, che può ora guardare alla stagione regolare di Eccellenza con estrema fiducia.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Coppa Italia: Gennari trascina il Valorugby contro Viadana

Quattordici punti dell'ala consegnano la seconda vittoria nel torneo alla squadra di Roberto Manghi

item-thumbnail

Coppa Italia: il Valsugana vince anche contro Mogliano

I padovani si confermano in testa al girone veneto, dove pareggiano San Donà e Verona. Vittoria per i Medicei

item-thumbnail

Coppa Italia: le formazioni delle otto squadre per la seconda giornata

Valorugby e Viadana si giocano un pezzo di primo posto nel Girone 2

item-thumbnail

Carlo Festuccia, un ritorno in campo per dieci minuti

L'allenatore degli avanti del Valorugby ha dovuto rimettere scarpini e caschetto nella partita di Coppa Italia contro la Lazio

item-thumbnail

Viadana, Filippo Frati: “Un applauso agli avanti”

Il coach dei lombardi ha parlato alla Gazzetta di Mantova dopo la vittoria dei suoi contro i Medicei

  1. carlo s 26 febbraio 2018, 10:42

    Le Fiamme hanno una gran squadra, con nomi eccellenti ed alcuni con un recente passato glorioso, un allenatore che ha allenato ad alti livelli, come fanno a non vincere queste partite?
    Delusione totale!!

Lascia un commento