Americas Rugby Championship: vincono tutte le big, in attesa della resa dei conti

Gli USA partono con i favori del pronostico, ma la battaglia sarà serratissima

ph. Paul Harding /Action Images

L’Americas Rugby Championship ha proposto, nel fine settimana, la quarta tornata di partite. La classifica del torneo, quando manca un solo turno alla fine (di scena il prossimo weekend), ha assunto contorni decisamente interessanti, con tre squadre ancora in lizza per il titolo.

Argentina XV – Canada: I padroni di casa vincono senza grossi patemi in quel di Jujuy, nonostante l’avvio print dei nordamericani, che marcano per primi nel corso del match. L’Argentina non si scompone e sistema la situazione prima della pausa lunga. All’intervallo si va sul 19-8, con il vantaggio che si dilata nella ripresa, sino al 40-15 finale. Degne di nota la doppietta di Resino e la performance al piede di Mallia.

Brasile – Stati Uniti: Tutto facile per gli ospiti, che, a Sao Jose Do Campos, passano senza patemi, sconfiggendo il Brasile 45 a 16. Troppa differenza tra le due selezioni, con le Aquile che non patiscono la trasferta al sud e si impongono di forza, con sette mete siglate (contro la sola dei padroni di casa.

Cile – Uruguay: Los Teros esondano aldilà delle Ande, travolgendo con un punteggio da record (15-67) i malcapitati cileni, costretti a giocare un tratto della sfida addirittura in tredici uomini. Tripletta di peso per Diana, autentico mattatore del match per gli ospiti, che si presentano così all’ultimo sabato della manifestazione con speranze di successo finale, dopo aver già archiviato una soddisfazione degna di nota nel corso del torneo, come la qualificazione alla coppa del mondo.

Risultati quarta giornata Americas Rugby Championship:

Argentina XV – Canada 40-15
Brasile – Stati Uniti 16-45
Cile-Uruguay 15-67

Classifica: Stati Uniti 19, Argentina XV 16, Uruguay 14, Canada 6, Brasile 4, Cile 1;

Quinta ed ultima giornata: Cile v Canada, Uruguay v Stati Uniti, Brasile v Argentina XV;

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

World Rugby-Scozia: multa pagata e pace fatta

Il Governo ovale e la Federazione britannica chiariscono tutto tramite un comunicato

14 Novembre 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Schalk Brits si ritira, di nuovo

A 38 anni si ritira l'ex Saracens, neo campione del mondo che si era già ritirato nell'estate del 2018

14 Novembre 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Sudafrica: lunghi stop per Handré Pollard e Lood De Jager

Sei settimane ai box per l'apertura. Ben più pesante, invece, il problema del seconda linea

8 Novembre 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019